VESA lancia VDC-M, compressione segnale video per i dispositivi mobili

La Video Electronics Standards Association (VESA) ha sviluppato un nuovo standard di compressione denominato Display Codec for Mobile (VDC-M) e che, a suo dire, sarebbe particolarmente adatto per l'utilizzo con dispositivi portatili.

Logo VESA

La Video Electronics Standards Association (VESA) ha annunciato un nuovo standard di compressione particolarmente adatto per l’utilizzo con dispositivi portatili e denominato VESA Display Codec for Mobile, in sigla: VDC-M.

Lo standard Display Stream Compression (DSC) di VESA ha cominciato a diffondersi lo scorso anno, utilizzato con successo per funzionalità di compressione nel trasporto del segnale video. Adottato da varie interfacce standard per display, incluse DisplayPort, HDMI e MIP, DSC permette di ottenere compressione lossless con i display ultra-high-definition (UHD) facilitando inoltre la gestione di High Dynamic Range (HDR) e video 8K tra DisplayPort e USB-C.

Ottenuto in collaborazione con la MIPI Alliance (associazione che ha tra i propri membri ARM, Intel, Nokia, Samsung, STMicroelectronics e Texas Instruments), il nuovo standard di compressione VDC-M ha come obiettivo l’integrazione con i display dei dispositivi portatili come quelli degli smartphone. VDC-M fornirebbe un alto livello di compressione e allo stesso tempo qualità di visualizzazione lossless come DSC, riequilibrando la complessità della circuiteria necessaria. VESA prevede di finalizzare e pubblicare le specifiche VDC-M durante il secondo trimestre del 2018.

VESA sta intanto lavorando sulla prossima generazione dello standard DisplayPort, aumentando il data rate di oltre il doppio per ottenere le performance richieste da futuri display come quelli che consentiranno di gestire risoluzioni oltre gli 8K ma anche di migliorare l’esperienza d’uso di display 4K pensati per Realtà Aumentata/Realtà Virtuale.

L’attuale DisplayPort 1.4 con HBR3 offre una larghezza di banda di 8.1 Gigabit al secondo per corsia. VESA prevede un aggiornamento di questo standard entro 18 mesi e intanto al Mobile World Congress mostrerà varie tecnologie: Display Stream Compression in 4K (possibile con la versione 1.2 dello standard DSC 1.2), DisplayHDR (verrà mostrato il display ProArt PA27AC di ASUS che supporta lo standard DisplayHDR400 per l’HDR su display di laptop e desktop); sarà evidenziata la possibilità di DisplayPort di pilotare un display 8K usando un laptop HP Envy x360 connesso a un monitor Dell UltraSharp 32 Ultra HD 8K 60Hz, il DisplayPort su USB-C (saranno mostrati vari dispositivi che supportano questa tecnologia) e gli occhiali smart DAQRI che sfruttano il DisplayPort su USB-C.

Il sito di VESA