Apple rimuove la firma da iOS 12.2 dopo il rilascio di iOS 12.3

Ora non è più possibile tornare indietro e riportare iPhone e iPad a iOS 12.2. Apple ha rimosso la firma digitale a iOS 12.2 dopo il rilascio pubblico di iOS 12.3

iOS 12.3

Solitamente Apple rimuove la firma digitale a una versione di iOS entro una o due settimane dal rilascio della nuova versione: iOS 12.3 per iPhone e iPad è arrivato il 13 maggio e ora Cupertino rimuove la firma digitale al precedente iOS 12.2.

Questo significa che gli utenti che hanno installato l’ultima versione iOS 12.3 non possono più tornare indietro per scaricare e installare il precedente iOS 12.2 sui propri dispositivi.

Ricordiamo che con iOS 12.3 Apple ha introdotto la nuova app Apple TV (tutto quello che c’è da sapere per usarla in Italia è riassunto qui) la tecnologia AirPlay 2 per lo streaming audio e video dai dispositivi Apple verso speaker ma anche televisori che supportano AirPlay 2.
App AppleTVPraticamente in contemporanea con iOS 12.3 Samsung ha infatti rilasciato l’aggiornamento per i propri televisori introducendo il supporto AirPlay 2, in questo modo chi ne possiede uno ora dispone di funzioni di streaming audio e video dai dispositivi Apple prima possibili solo per chi utilizzava Apple TV.
Samsun con AirPlay 2Sempre con iOS 12.3 Apple ha introdotto una lunga serie di risoluzione di bug e miglioramenti anche per il servizio in abbonamento Apple News+ per notizie, giornali e riviste in formato digitale disponibile in USA, Apple Music, Apple TV Remote, CarPlay e altro ancora.

Apple ha diramato gli inviti alla stampa per la WWDC19Per quanto riguarda lo sviluppo di iOS l’attuale versione in lavorazione è iOS 12.4 per cui non sono emerse ancora le principali novità, con l’eccezione del supporto per la carta di credito Card in arrivo sempre negli USA da questa estate.

Invece sulle prossime versioni a venire ne scopriremo di più in occasione della conferenza mondiale degli sviluppatori Apple WWDC 2019 che inizia il 3 giugno a San Jose in California. Qui Apple presenterà i nuovi iOS 13, macOS 10.15, watch OS 6 e forse anche il nuovo Mac Pro modulare con monitor 6K Apple.