Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Internet » Apple smaschera il leaker di Dynamic Island e licenzia la fonte

Apple smaschera il leaker di Dynamic Island e licenzia la fonte

Da circa un anno a questa parte su Twitter è emerso il misterioso leaker che si firma Analyst941, divenuto celebre per essere stato l’unico ad aver anticipato Dynamic Island: lo stesso leaker ha dimostrato in più occasioni di avere conoscenze approfondite sulle prossime versioni del software di Apple.

In particolare negli ultimi post, l’account ha condiviso informazioni su iOS 17, watchOS 10 e altre nuove funzionalità in arrivo. Ma dopo l’apparizione fulminea e una serie di anticipazioni in esclusiva che lasciavano presupporre molto altro in arrivo, l’account improvvisamente chiude.

Per conoscere l’altra faccia della vicenda dobbiamo fidarci della descrizione offerta dal leaker nel suo ultimo messaggio di addio: con una strategia da controspionaggio Apple è riuscita a individuare la fonte interna del leaker e a licenziarla. È poi seguita la chiusura dell’account del leaker che guarda caso è il fratello della dipendente Apple licenziata. Ma andiamo con ordine.

iphone 14 pro far out 53

Chi è Analyst941, il leaker di Dynamic Island

Il leaker, noto come Analyst941, è emerso per la prima volta lo scorso autunno con dettagli precisi sulla Dynamic Island di iPhone 14 Pro. All’epoca si trattò di una rivelazione significativa perché fino ad allora si pensava che iPhone 14 Pro avesse solo due ritagli separati, uno a forma di foro e l’altro a forma di pillola.

Le affermazioni di Analyst941 furono le prime a indicare che Apple avrebbe unito visivamente questi due ritagli tramite software. Dopo alcuni mesi di silenzio, la fonte è riemersa attraverso i forum di MacRumors e successivamente tramite un account Twitter dedicato. Su quest’ultimo, Analyst941 ha condiviso ulteriori dettagli sulle funzionalità di iOS 17, watchOS 10 e altro ancora. Anche di recente il leaker ha mostrato addirittura l’interfaccia di Mappe Apple nella schermata di blocco.

Ancora, la scorsa settimana, Analyst941 ha annunciato su Twitter che Apple stava lavorando attivamente per portare Final Cut Pro e Logic Pro su iPad per la prima volta. La fonte affermava che Final Cut Pro sarebbe stato rilasciato su iPad nel 2024, seguito da Logic Pro nel 2025.

iPhone 14 Pro, alcuni si riavviano durante la ricarica

Dettaglio fatale

Tuttavia, solo pochi giorni dopo, Apple ha annunciato ufficialmente Final Cut Pro e Logic Pro per iPad tramite un comunicato stampa, entrambi in arrivo il 23 maggio. Le app saranno disponibili, dunque, con un intero anno di anticipo rispetto alle tempistiche indicate da Analyst941.

In pubblicazioni su Twitter, Analyst941 aveva affermato che la sua fonte era, in realtà, un dipendente che lavorava nei team software di Apple, in stretta collaborazione con Craig Federighi, il vicepresidente senior di ingegneria del software di Apple. È stato un atto folle rivelare così tanti dettagli sull’identità della fonte.

Apple Park, le foto dal drone mostrano il ritorno in ufficio

In un messaggio pubblicato mercoledì 10 maggio sul forum di MacRumors, Analyst941 ha dato l’addio, spiegando le incomprensioni riguardanti Final Cut Pro e Logic Pro. In pratica si sarebbe trattato dell’ultima trappola escogitata da Apple per scovare la fonte, distribuendo date di rilascio diverse per individuare la talpa. Quando queste date sono apparse sull’account Twitter di Analyst941, per Apple è stato possibile identificare facilmente il “traditore”.

La fonte di Analyst941 sembra essere la sorella del leaker, ora licenziata da Cupertino: entrambi temono procedimenti legali da parte di Apple. Fin qui la versione raccontata dal leaker: forse un giorno riusciremo a conoscere anche la versione di Apple.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

I nuovi Beats Studio + per la prima volta in sconto, solo 164,99€

Oggi comprate i Beats Studio + al minimo storico, solo 149,99€

Su Amazon vanno in sconto al minimo storico, gli auricolari Beats Studio +. Sono i perfetti concorrenti, più ergonomici e con soppressione del rumore, degli Airpods 3 e costano oggi solo 149,99€, il prezzo più basso che hanno mai avuto

Ultimi articoli

Pubblicità