Home Macity Software / Mac App Store BBEdit è primo anche su Apple Silicon

BBEdit è primo anche su Apple Silicon

Il suo fondatore è una leggenda: Rich Siegel ha creato BBEdit una vita fa in modo “bare bones” (con lo stresso necessario ed essenziale, senza fronzoli) come “proof of concept” della fattibilità di un text editor per il Pascal sul Macintosh originale. Erano gli anni Ottanta, l’editor poteva aprire file di codice sorgente al massimo di 32K e ancora nessuno lo sapeva ma era iniziata un’era. Infatti, trent’anni e più dopo, BBEdit è ancora lì, utilizzato da milioni di persone che scrivono codice, html e adesso anche markdown. E mantiene il suo primato.

Bare Bones Software ha annunciato il rilascio e la disponibilità immediata di BBEdit 13.5, un aggiornamento significativo al suo editor di testo e codice professionale. BBEdit 13.5 infatti ora funziona in modo nativo su Apple Silicon, mantenendo un primato lunghissimo, e introduce anche altre novità, tra cui un Cheat Sheet Markdown, miglioramenti delle prestazioni interne, supporto per il “salvataggio” di documenti senza titolo e numerose aggiunte e perfezionamenti progettati per migliorare l’efficienza. In tutto, la versione 13.5 include più di un centinaio di nuove funzionalità, perfezionamenti alle funzionalità esistenti e correzioni ai problemi segnalati. Al momento, solo l’applicazione BBEdit 13.5 disponibile direttamente da Bare Bones Software è universale, mentre tutte le applicazioni nel Mac App Store rimangono attualmente solo Intel.

«Negli ultimi 30 anni – ha detto in un comunicato Rich Siegel, fondatore e CEO di Bare Bones Software – milioni di persone si sono rivolte a BBEdit per portare a termine il loro lavoro, per quanto difficile fosse. Ecco perché ci assicuriamo che BBEdit sia il primo software presente sulle piattaforme Mac fin dal primo giorno: primo su PowerPC, primo su Mac OS X, primo su Intel, primo su Mac App Store e ora primo su Apple silicon. Potete usare BBEdit per prendere appunti veloci, scrivere codice e fare tutte le nozioni di base, ma potete anche usare BBEdit per setacciare, elaborare e trasformare file multi-gigabyte, esplorare centinaia di migliaia di file e trasformare il testo in una varietà enorme di modi».

La nuova versione di BBEdit 13.5, disponibile tramite il sistema di aggiornamento interno dell’app, fornisce una vera e propria cornucopia di miglioramenti che aumentano l’efficienza per i clienti, richiedendo meno passaggi per le operazioni comuni.

BBEdit è primo anche su Apple Silicon

In ordine di comparizione: c’è un comando “Nuovo file di testo” che consente di creare un file su disco e aprirlo per la modifica in un unico passaggio. Allo stesso modo, le aggiunte al menu azioni nella barra laterale del progetto e le finestre di modifica forniscono un accesso rapido per la creazione o l’aggiunta di documenti; ed è disponibile una nuova scorciatoia da tastiera per aprire il menu contestuale direttamente dalla tastiera durante la modifica, per un rapido accesso ai comandi e ai servizi pertinenti.

Per gli utenti che scrivono Markdown, c’è un nuovo Cheat Sheet di Markdown fornisce un pratico riferimento rapido e un mezzo utile per inserire costruzioni Markdown comuni. Anche le trasformazioni di testo di BBEdit sono state migliorate, con una nuova opzione in “Ordina righe” per un ordine casuale e un’opzione “Ignora righe vuote” per l’operazione “Elabora righe duplicate”. Anche l’inserimento del contenuto del file ora fornisce un’opzione per garantire un’interruzione di riga dopo ogni file inserito, eliminando la necessità per gli utenti di pre-elaborare i file prima dell’inserimento.

Per migliorare ulteriormente l’efficienza quando si lavora con documenti su server remoti, BBEdit salva abbastanza informazioni quando si chiude per riaprire quei documenti all’avvio dell’applicazione senza dover riconnettersi al server remoto. Questo comportamento consente un notevole risparmio di tempo per gli utenti i cui flussi di lavoro coinvolgono abitualmente tali documenti.

Inoltre, BBEdit 13.5 aggiunge una nuova funzionalità che salva una copia di “salvataggio” quando si chiude un documento senza titolo senza salvare le modifiche. Un nuovo comando “Rescue Documents” fornisce un accesso rapido alle copie di salvataggio e fornisce una rete di sicurezza per proteggersi dalla perdita accidentale di dati.

«BBEdit come strumento digitale – dice Siegel – è progettato per essere assolutamente affidabile per qualsiasi cosa abbiate bisogno di fare. Abbiamo aggiunto ‘Rescue Documents’ in modo che possiate contare su BBEdit per avere le spalle coperte, anche quando commetete un errore».

BBEdit è primo anche su Apple Silicon

BBEdit 13.5 include anche miglioramenti e perfezionamenti alle funzionalità esistenti e correzioni per problemi segnalati specifici, ed è un aggiornamento consigliato e gratuito per tutti i clienti registrati con BBEdit 13.

BBEdit offre un modello di valutazione del software particolare in cui il suo set completo di funzionalità è disponibile per i primi 30 giorni di utilizzo. Alla fine del periodo di valutazione di 30 giorni, BBEdit continuerà a funzionare in modalità gratuita con un set di funzionalità permanenti che include le sue funzionalità di modifica del testo, ma non i suoi strumenti di web authoring o altre funzionalità esclusive. Le funzionalità esclusive di BBEdit possono essere riattivate in qualsiasi momento con una licenza di acquisto.

BBEdit 13.5 richiede macOS 10.14.2 o successivo (macOS 10.14.6 o successivo consigliato). Informazioni dettagliate su tutte le modifiche in BBEdit 13.5 sono disponibili sul sito di Bare Bones. Per ulteriori informazioni su BBEdit o per scaricare il software, visitare il sito Web dell’azienda.

Offerte Speciali

Super sconto su MacBook Pro 13″ 16/512 GB: risparmio da oltre 400 euro

Su Amazon è in forte sconto il nuovo MacBook Pro 13" in versione 16 GB RAM / 512 GG HD SSD. Lo pagate oltre 400 euro meno del prezzo Apple.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,835FansMi piace
93,809FollowerSegui