fbpx
Home Hi-Tech Finanza e Mercato Con Jony Ive che lascia Apple, più spazio di manovra per Jeff...

Con Jony Ive che lascia Apple, più spazio di manovra per Jeff Williams

Con l’addio di Jony Ive, che lascerà Apple per creare un’azienda indipendente di design che avrà tra i suoi clienti anche la Casa di Cupertino, è ora Evans Hankey la Vice Presidente responsabile Industrial Design.

Il ruolo di Ive era così ampio che Apple ha dovuto assegnare suoi precedenti ruoli a due persone. Oltre a un nuovo ruolo per Evans Hankey, infatti, Apple ha nominato Alan Dye come Vice Presidente responsabile Human Interface Design e quest’ultimo guiderà in pratica il gruppo software.

Dye è stato a capo del software design team mentre Ive era impegnato con la progettazione dell’Apple Park, con responsabilità per quanto riguarda iOS, macOS, iPadOS e altri software.

Hankey è da anni nel design team di Apple gestendo un proprio studio. Il suo nome è citato in oltre 300 brevetti e sarà la prima donna ad assumere il comando nel noto Industrial Design, apprezzato per i tanti prodotti “iconici” di Apple.

Con Jony Ive che lascia Apple, più spazio di manovra per Jeff Williams
Evans Hankey – Foto: Apple

Evans Hankey e Alan Dye hanno finora mantenuto un basso profilo ma Apple riferisce che entrambi hanno per molti anni svolto ruoli di leadership essenziali nel design team. Ive rispondeva direttamente al CEO Tim Cook ma Dye e Hankey riporteranno a Jeff Williams, lo chief operating officer che avrà a questo punto un ruolo più ampio.

“Williams ha guidato lo sviluppo di Apple Watch sin dall’inizio”, si legge nel comunicato di Apple, “e dedicherà più tempo con il design team nel loro studio”. È l’uomo che appare sempre sul palco dei keynote per presentare le novità di Apple Watch e, come se non bastasse si occupa anche delle iniziative software della Mela nel campo della salute, un settore chiave, sempre più importante per Cupertino.

Con Jony Ive che lascia Apple, più spazio di manovra per Jeff Williams
Jeff Williams

Jeff Williams ha un profilo ibrido e unico presso Apple. Ex IBM, arrivato a Cupertino nel 1998, ha un piede nella logistica, si occupa di materiali, delle relazioni con i fornitori e di verifica delle condizioni di lavoro. Si è occupato della gestione delle operazioni dirigendo e controllano i singoli processi, compito che ora sembra affidato a Sabih Khan.

Jeff Williams ha seguito le orme di Tim Cook per molto tempo; hanno tutti e due conseguito il loro Master in Business Administration (MBA) presso la Duke University ed entrambi sono arrivati in Apple attirati da Steve Jobs. Quando Cook si trovò nel 2011 a dover sostituire Jobs per la malattia, fu Williams a occupare il posto di Cook. Come abbiamo già spiegato in passato, Williams è il candidato “papabile” alla sostituzione di Cook quando quest’ultimo non avrà più voglia/tempo di rimanere in Apple. Nella dichiarazione con l’annuncio della sua partenza, Ive ha dichiarato che “dopo quasi 30 anni e progetti infiniti, non potrei essere più orgoglioso dell’ultima lavoro fatto per creare team, processi e cultura del design su cui Apple non ha rivali. Oggi è più forte e pieno di talenti come mai nella sua storia”. Non è mancato un accenno a Williams, indicato come “uno dei più stretti collaboratori”, allo stesso livello di Alan Dye (interfacce) e Evans Hankey (design industriale).

Offerte Speciali

Apple Watch 4 GPS da 44 mm: solo 379,99  Euro

Apple Watch 3 a solo 245€; promo anche su Apple Watch 5

Su Amazon trovate in sconto Apple Watch 5 ed Apple Watch 3. Prezzi da 245 euro
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,418FansMi piace
95,273FollowerSegui