Ecco come funziona la Dual-SIM di iPhone Xs e iPhone XR

Tra le novità di iPhone XS, iPhone XS Max e iPhone XR, la tecnologia LTE Advanced che offre elevate velocità e introduce la Dual SIM mediante l’uso di una nano SIM e un’eSIM digitale.

iPhone XR

Tra le varie novità interessanti dei nuovi iPhone Xs e iPhone XR, merita sicuramente evidenziare il supporto alla eSIM, tecnologia che consente di sfruttare la connettività di due diversi operatori permettendo all’utente di usare due diversi piani tariffari.

Il supporto dual-SIM in iPhone Xs è ottenuto con la tecnologia eSIM già vista su Apple Watch e che ha dimensioni pari a oltre un centesimo rispetto alle SIM tradizionali. Le eSIM non sono una novità ma si basano su specifiche presentate in passato da GSMA, l’associazione di cui fanno parte tutti i principali operatori di telefonia mobile al mondo. SIM ed eSIM sono attive allo stesso tempo permettendo di gestire due diversi numeri e piani tariffari.

Come sa bene chi ha un telefono con supporto dual-sim, questa possibilità è comoda per gestire due SIM contemporaneamente, ad esempio, una per il lavoro e una personale, oppure una scheda da dedicare alle chiamate e una per la navigazione internet. A questo scopo Apple ha sfruttato quella che chiama “Dual SIM Dual Standby technology“, un ibrido tra il Dual SIM Standby e il Dual SIM Dual Active che permette che permette di avere due schede SIM attive che sono entrambe attive solo finché non si stanno usando (da qui il nome “dual standby”).

Fino a quando le schede SIM si trovano in modalità standby, è possibile chiamare e ricevere su una di queste. Una volta che si risponde a una chiamata su una SIM, l’altra diventa (temporaneamente) inattiva. È sostanzialmente il sistema più diffuso tra gli smartphone che supportano la modalità Dual SIM.

Con la Dual-SIM e l’eSIM di iPhone Xs e iPhone XR si possono usare due SIM di due diversi operatori

Apple ha spiegato di stare lavorando con vari operatori per il supporto eSIM, inclusi AT&T, Verizon, T-Mobile, Vodafone e Bell. Per attivare l’eSIM basterà inquadrare un codice QR con la fotocamera dell’iPhone, meccanismo che imposterà tutto in modo automatico. Un dettagliato articolo spiega anche come attivare il sistema per quei paesi dove sarà disponibile. Al momento in Italia questa tecnologia non è adottata da nessun operatore mobile, ma Vodafone (che ha una offerta anche in Italia) la presenta in diversi paesi e la speranza è che possa arrivare anche da noi.

In ogni caso Apple fa sapere che il supporto per la dual SIM non è attivo fin da subito, ma sarà disponibile tramite un aggiornamento software gratuito da quest’autunno. L’uso della dual SIM richiede ovviamente due piani wireless (che possono prevedere restrizioni per il roaming).