fbpx
Home MacProf DTP e Web Design Dal pennello a Photoshop, Tomáš Müller in azione al Creative Pro Show...

Dal pennello a Photoshop, Tomáš Müller in azione al Creative Pro Show di Milano

Con la crescita di applicazioni professionali come Photoshop si pensa che esistano persone capaci di dominarlo e di creare, letteralmente, delle composizioni artistiche grazie a qualche cosa che gli utenti normali possono chiamare “superpoteri”. Conoscenze a cui noi comuni mortali non arriveremo mai, strumenti il cui utilizzo ci sarà sempre ignoto. Poi quasi per caso ci siamo trovati alla tappa di Milano del Creative Pro Show per guardare all’opera Tomaš Muller, personaggio di spicco nel panorama mondiale della produzione digitale (Creative retouch, Matte painting, CGI, fotoritocco e illustrazione) e abbiamo, giocoforza, dovuto ricrederci in molte delle considerazioni che ci avevano accompagnato per anni di onorata carriera.

Sia chiaro, Tomáš è un talento cristallino oltre che un ragazzo simpatico e, come si dice, a modo: però è la cosa più strabiliante nel sentirlo raccontare il suo modo di vedere questo lavoro, la sua visione di Photoshop e del rapporto, inevitabile, con clienti di livello mondiale, ma soprattutto il suo modo di operare con Photoshop, utilizzando in modo strabiliante strumenti veramente rudimentali, ignorando quasi del tutto funzioni in altri posti acclamate come meravigliose, mentre Tomáš riesce a creare dal nulla qualche cosa di meraviglioso utilizzando solo Livelli, Pennelli, qualche metodo di fusione e un paio di texture. Roba da un paio di lezioni di Photoshop, a volerla dire tutta, che però nelle mani di questo ragazzo dell’Est diventano una specie di bacchetta magica (in senso figurato, non lo strumento di Photoshop).

Uno dei lavori di cui abbiamo visto i dettagli durante la giornata: molti dettagli qui sono stati ricostruiti e poi riassemblati, come le magliette e il cestino, senza contare la mano in primo piano, che è stata ingrandita per aumentare la prospettiva
Uno dei lavori di cui abbiamo visto i dettagli durante la giornata: molti dettagli qui sono stati ricostruiti e poi riassemblati, come le magliette e il cestino, senza contare la mano in primo piano, che è stata ingrandita per aumentare la prospettiva


Meravigliosa tradizione

Non è un utente Mac Tomáš: durante lo show ha utilizzato due computer con Windows 7 (non è per sottolineare la cosa, ma ad un certo punto uno dei due ha smesso di funzionare) perché, dice, si trova meglio con computer più versatili e elastici dei Mac, che per lui sono poco personalizzabili. “Ho usato Mac per un anno quando lavoravo in agenzia” dice “ma il mio sistema di riferimento è Windows, per via di alcuni software complementari a Photoshop come 3DStudio Max e altri”. Sottolinea anche che “Windows 7 è ancora il sistema migliore per chi opera in ambito desktop in modo produttivo, mentre Widnows 8 offre funzioni che distraggono l’utente. Per Windows 10 invece è ancora troppo presto, aspettiamo qualche altro mese e vediamo che succede”.

Thomas 00Un tradizionalista, non c’è che dire, anche per quanto riguarda i software: incalzato su domande riguardo ad alternative di Photoshop (come il recente rilascio di Affinity Photo) ha ammesso di non aver effettuato delle prove sul campo, tuttavia ritiene interessante una sana competizione nel mercato, una cosa che ad Adobe mancava da diversi anni. La mattinata è passata a sentire Tomáš parlare di creatività, di passione, della propria visione di questo lavoro, tutt’altro che scontata. Fare l’artista digitale non significa solo eseguire dei compiti, ma anche cercare e proporre creatività ai propri clienti, far scoprire loro nuove strade anche se non le chiedono, nuove forme d’arte che provengono solo dal nostro essere: da Italiani, siamo circondati da opere d’arte che sono presenti in tutte le strade, delle città e dei paesi, probabilmente siamo uno degli stati con la più alta concentrazione di arte e non ce ne rendiamo conto, mentre Tomáš dice che ama venire in Italia anche per questo.

Tra l’altro adesso viviamo in un mondo che è molto più grande che in passato: grazie a Internet possiamo lavorare e comunicare con chiunque in pochi secondi, che stia in Brasile o sotto casa, non ha importanza. Lui stesso ha ammesso di aver collaborato per anni con una importante agenzia italiana ma di aver incontrato fisicamente il suo interlocutore principale solo grazie ad uno degli eventi del CPS, e che in anni di lavoro non hanno mai avuto la necessità di essere nello stesso posto, perché con email, videochiamate e cloud è possibile operare in lontananza senza nessuna difficoltà.

Un’altra creazione di Tomáš, la cui cura nei dettagli ci ha stupito più di una volta

Offerte Speciali

Apple Watch 5 GPS+Cellular, sconto su Amazon

Su Amazon Apple Watch 5 con rete cellulare è in sconto. La versione alluminio rosa a quasi 45 euro in meno del prezzo di mercato
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,431FansMi piace
95,288FollowerSegui