Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Finanza e Mercato » Disney+ perde abbonati e Disney annuncia 7000 licenziamenti

Disney+ perde abbonati e Disney annuncia 7000 licenziamenti

Disney ha annunciato i risultati finanziari e questi sono meglio di quanto ipotizzato dagli analisti. Con un fatturato di 23,51 miliardi di dollari e un utile per azione che manca il dollaro di un solo centesimo, il gigante dei media è riuscito a fare meglio del previsto in termini finanziari. Disney+, la piattaforma di streaming, ha registrato un fatturato di 23,5 miliardi di dollari da ottobre a dicembre e conta ad oggi 161,8 milioni di abbonati in tutto il mondo, circa 70.000 in più di quanto era stato ipotizzato.

Nonostante i risultati migliori rispetto alle previsioni, a situazione non è rosea: i numeri positivi arrivano essenzialmente dalla divisione dedicata ai parchi di divertimento che ha visto una buona crescita anno su anno. Le altre divisioni si rallegrano di meno, in particolare Disney+ che ha perso meno abbonati di quanto stimato, ma che ad ogni vede un calo di 2,4 milioni di abbonamenti.

L’aumento rilevante del prezzo dell’abbonamento avvenuto la scorsa estate negli USA non è ha dato sicuramente una mano e il lancio di piani con pubblicità non è ancora in programma.

Bob Iger, tornato alla guida della Disney dalla fine di novembre, rassicura il mercato, nonostante perdite operative inferiori al previsto per le piattaforme di streaming (Disney+, ESPN+ e Hulu), pari a 1 miliardo di dollari nel solo periodo ottobre-dicembre, annunciando “un piano di ristrutturazione”, in altre parole un taglio al personale – 7000 persone, circa il 3% del totale – che dovrebbe generare 5,5 miliardi di dollari di risparmi sui costi.

Dopo aver lasciato il consiglio di amministrazione di Apple, Bob Iger si dimette dalla carica di CEO della Disney

“Sebbene ciò sia necessario per affrontare le sfide attuali, non prendo questa decisione alla leggera”, ha dichiarato Iger. Il gruppo sarà organizzato in tre divisioni distinte: Disney Entertainment, la più grande, con il servizio di streaming Disney+ e la maggior parte dei media gestiti dall’azienda. Una divisione ESPN si occuperà dei canali televisivi e del servizio di streaming EPSN+. Infine, una divisione sarà dedicata ai parchi di divertimento e ad altri prodotti Disney. Nel momento in cui scriviamo i mercati hanno accolto favorevolmente queste notizie e le azioni di Disney sono salite del 5%.

Gli appassionati di cinema troveranno notizie e approfondimenti nella sezione dedicata ai film e in quella dedicata al cinema di macitynet. Tutti gli aggiornamenti sulle piattaforme dello streaming tv si trovano invece nelle pagine dedicate ad Amazon Prime Video,Netflix, Apple TV+ e Disney+.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Confronto iPhone 15 contro iPhone 14, quale scegliere

Su Amazon ancora ribassi per iPhone 15, ora al minimo storico con prezzo da 769€

Si allarga lo sconto su iPhone 15. Sono in promozione sia i modelli da 128 Gb che quelli di 256 Gb. Risparmio record fino al 21% e prezzi di 210 € sotto quelli consigliati da Apple.

Ultimi articoli

Pubblicità