Ecco perché Smart Connector Apple è (al momento) un flop

A quasi due anni di distanza dal rilascio sul mercato Smart Connector di iPad Pro non ha avuto gran successo tra i produttori terze parti. Ecco le possibili cause

Il promettente Smart Connector di iPad Pro non è stato esattamente quel successo sperato, e al momento non ci sono poi così tanti accessori compatibili con questo connettore. Le motivazioni del mancato successo, almeno momentaneo, di questo collegamento, sono diverse.

Come evidenzia anche la redazione di idownloadblog, attualmente una delle poche periferiche terze parti disponibili per Smart Connector di iPad Pro è la tastiera retroilluminata di Logitech, mentre altri produttori non sono stati conquistati dal nuovo connettore, e hanno deciso di passare oltre. Infatti, al momento esistono solo quattro accessori con supporto al connettore snap-in di iPad Pro, uno dei quali è proprio la Smart Keyboard di Apple. Gli altri sono tutti costruiti da Logitech.

smart connector

Si tratta di una situazione insolita, considerando che solitamente i produttori fanno a gara per immettere sul mercato accessori per tutti i dispositivi Apple; peraltro, Smart Connector su iPad Pro ha fatto il suo debutto ormai due anni fa, nel novembre del 2015 e il lasso temporale trascorso non fa ben sperare per il supporto di terzi a questa innovazione. Ma la situazione potrebbe cambiare.

Ciò nonostante, è Apple stessa ad affermare che nuove periferiche compatibili con Smart Connector sono in arrivo anche da produttori terzi. Peraltro, la notizia è stata confermata anche da Fast Company, secondo cui “molteplici aziende” lavorano ad accessori dedicati allo Smart Connector per la linea iPad Pro. Una delle motivazioni delle carenze di accessori compatibili con il connettore magnetico potrebbe essere stata proprio la partnership tra Apple e Logitech: avendo quest’ultima prodotto una tastiera in accordo con Apple, si sarebbe alzata l’asticella qualitativa da rispettare, mettendo in difficoltà altri produttori terzi.

recensione ipad pro 105 19
Altre problematiche potrebbero essere legate ai problemi che i fornitori riscontrano nel reperimento, e nell’acquisto di componenti Smart Connector, che attualmente hanno prezzi proibitivi per i più. Per questo motivo, altri fornitori hanno preferito concentrare le proprie energie su accessori Bluetooth, che funzionano con tutti i tablet della Mela, costano meno, e non sono limitati ad iPad Pro. Ancora, giova sottolineare che gli accessori Bluetooth funzionano anche con iPad in modalità Portrait, mentre gli accessori Smart Connector sono tendenzialmente destinati ad un utilizzo in landscape.

Numerosi, insomma, sembrano essere gli ostacoli che si frappongono tra Smart Connector e il successo, anche se le potenzialità del connettore magnetico Apple sono veramente alte. Basti pensare che grazie a questo particolare connettore l’accessorio può facilmente trarre alimentazione dal tablet stesso, risultando così più sottile e leggero, grazie all’assenza di una batteria integrata. E’ anche vero, tornando sul versante dei “contro”, che il lungo processo di approvazione Apple per i prodotti compatibili con Smart Connector, è un ulteriore ostacolo per i produttori terzi, che spesso e volentieri sono totalmente scoraggiati ad investire su questa tecnologia.