Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Macity - Apple » Mondo iOS » iPhone » KGI: l’elevato costo di iPhone 8 sarà colpa del monopolio Samsung

KGI: l’elevato costo di iPhone 8 sarà colpa del monopolio Samsung

Pubblicità

 L’elevato costo di iPhone 8, ammesso che davvero costerà molto,  sarà colpa di Samsung. E non per qualche oscura manovra dei coreani ma per il monopolio che l’azienda concorrente di Apple ha negli schermi OLED. Lo dice il solito Ming Chi Kuo, di KGI che rilascia un nuovo interessante rapporto, che oltre che il tema del costo di iPhone 8, parla anche del perché Apple ha dovuto rinunciare a Touch ID.

L’analisi scompone la struttura del nuovo display di iPhone in diverse parti: secondo gli analisti, lo schermo si comporrà di uno strato OLED flessibile, di un pannello OLED tattile, di un modulo 3D Touch e di un altro pannello OLED. Ad eccezione della componente 3D Touch, le altre componenti saranno fornite da Samsung che ha un monopolio virtuale in questo campo. Per questo motivo, KGI prevede che i pannelli di iPhone 8 costeranno più del doppio rispetto ai display LCD presenti in tutti gli altri modelli di iPhone Plus. In particolare, KGI stima che l’unità OLED, da sola, costerà dai 120 ai 130 dollari, quasi tre volte rispetto i 45/55 dollari necessari per un pannello LCD. Ciò spiegherebbe perché il listino di iPhone 8 potrebbe partire da 1.000 dollari, quando invece l’attuale gamma di iPhone va da 650 a 970 dollari.

Questo stesso motivo, continua KGI, spingerà Apple a trovare presto un secondo canale di approvvigionamento per i pannelli OLED e non è un mistero che Cupertino abbia già investito in tal senso.

costo di iPhone 8

Inoltre, parlando del modulo 3D touch, l’unico non fornito da Samsung, KGI si sofferma sul motivo che avrebbe spinto Apple ad abbandonare il Touch ID: mentre in un primo momento l’intenzione era quella di includerlo, questo avrebbe funzionato male con il pannello OLED per una sfavorevole interazione tra queste due componenti. In termini pratici, sembra di capire, che la zona dove si sarebbe trovato il Touch ID non avrebbe risposto correttamente alla pressione 3D Touch creando una zona dello schermo dove la risposta al 3D Touch non sarebbe stata quella attesa. Di qui la scelta di adottare un sistema di riconoscimento facciale molto sofisticato per gestire la sicurezza del dispositivo, e anche quella degli acquisti tramite Apple Pay.

A questo indirizzo la consueta diretta Macitynet, che seguirà minuto per minuto il keynote Apple del 12 settembre prossimo, dando informazioni su tutte le novità presentate.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

GLi AirPods Pro di 2ª generazione con ricarica USB-C

Per gli Airpods Pro è il minimo storico, solo 219€

Amazon abbassa il prezzo degli Airpods Pro 2 con USB-C, li pagate 219 €, il 21% meno del prezzo Apple e il minimo storico
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità