Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Macity - Apple » Mondo iOS » iPhone Accessori » Gli AirTag tracciano gli oggetti dei senzatetto

Gli AirTag tracciano gli oggetti dei senzatetto

AirTag usati per tracciare gli effetti personali dei senzatetto: è la geniale applicazione del dispositivo trova-tutto AirTag di Apple (qui la nostra recensione) pensata da Michael Fuller, un avvocato di Portland che, per dimostrare che venivano prelevati e gettati illegalmente dagli appaltatori della città, ha pensato di agganciarli ad alcuni dei beni di proprietà dei senzatetto per monitorarne gli spostamenti e avere così una prova tangibile da allegare alla denuncia depositata presso le autorità competenti.

Quando la città sgombera i campeggi non ufficiali utilizzati dai senzatetto dovrebbero salvaguardare le proprietà requisite per un mese – spiega il Portland Tribune – e gli AirTag hanno dimostrato che le cose non stavano andando così. L’avvocato in questione infatti afferma di avere prove ferree riguardo alcuni effetti personali dei senzatetto requisiti durante la recente perquisizione di un campeggio di Portland e poi buttati illegalmente nella spazzatura. Si riferisce nello specifico allo sgombero di alcune tende del Laurenlhurst Park, all’interno delle quali a 16 oggetti, con il permesso dei proprietari, erano stati agganciati altrettanti AirTag poco prima che la Rapid Response Bio Clean avviasse le pulizie.

airtag senzatetto

I segnali emessi dagli AirTag di Apple sostanzialmente dimostrerebbero che alcuni di questi beni – tra cui un paio di guanti, un altoparlante, due dipinti su tela e una stampa francese – sono finiti nella stazione di trasferimento dei rifiuti della Recology Oregon, probabilmente grazie alla inconsapevole complicità degli iPhone di alcuni dipendenti che, tramite il loro segnale Bluetooth, hanno permesso all’avvocato di localizzarli nella struttura.

Come dicevamo, secondo le leggi attualmente vigenti nel paese, la città di Portland sarebbe invece tenuta a raccogliere e conservare questi oggetti per almeno 30 giorni, a meno che questi articoli siano sporchi o non abbiano un’utilità evidente. Secondo l’avvocato, gli oggetti invece erano «puliti e utili»: con la denuncia spera che questo genere di azioni non accadano più. Certo il legale ci ha fatto scoprire un’altra applicazione degli AirTag che forse ne ispirerà altre nuove e inedite.

La recensione di macitynet di AirTag è disponibile qui, invece per tutto quello che c’è da sapere sul dispositivo trova tutto di Apple è possibile consultare questo approfondimento.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Sconto boom, per MacBook Air M2 512GB 1199 €!

Su Amazon il MacBook Air da 15,4" nella versione da 512 GB con processore M2 va in sconto. Lo pagate 680 euro meno del nuovo modello, solo 1199€

Ultimi articoli

Pubblicità