Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » iGuida » I migliori libri per capire le fake news e combatterle

I migliori libri per capire le fake news e combatterle

Chi di noi non si è indignato scoprendo che una fake news particolarmente denigratoria ha rovinato la reputazione di qualcuno? E chi di noi non si è formato un’opinione basandosi, senza saperlo, su notizie che non lo erano, cioè su fake news?

Ci sono due possibili approcci per combattere le manipolazioni informative che sono esplose negli ultimi venti anni per via di Internet: regolamentazioni serrate e stringenti (ma non funzionano) o una maggiore consapevolezza e senso civico dei lettori come noi. Questi libri aiutano a fare la seconda cosa e, come il saggio cinese che non regala il pesce ma insegna a pescare, con il tempo potrebbero cambiare molte più cose di qualsiasi legge o regolamento.

Qui trovate tutti gli articoli con i Migliori libri di Macity raccolti in un’unica pagina.

I migliori racconti brevi e minimalisti made in USA


I persuasori occulti

Il fenomeno fake news è legato a tecniche di manipolazione legate alla pubblicità e al marketing. E spesso i meccanismi vengono innestati sopra tecnologie pensate per la promozione commerciale. I meccanismi manipolatori sono gli stessi da molto tempo. Vance Packard lo ha spiegato bene raccontando una storia che spesso non ricordiamo. Quando nel 1957 Vance Packard, quarantatreenne insegnante di giornalismo all’Università di New York, rivelò al grande pubblico americano e a quello di tutto il mondo che l’alleanza sempre più stretta tra analisi e pubblicità minacciava subdolamente, ma scientificamente, la libertà d’opinione su qualsiasi argomento, venne arruolato nella schiera dei più grandi allarmisti. Ancora oggi, a tanti anni di distanza, I persuasori occulti è un testo urticante con cui fare i conti. Quante previsioni si sono avverate? Perché sì? Perché no? All’edizione originale, nel 1989, lo stesso Packard ha aggiunto un epilogo, che amplia ulteriormente il suo discorso.

Link Amazon

Sto caricando altre schede...

Fake news Guida per smascherarle

La guida di Francesco Santolanni è semplice e brutalmente efficace: identificare le fake news e smascherarle, mostrandole per quello che sono, cioè falsità. Un viaggio per scoprire da dove vengono le falsità, ma attenzione: il libro ha una deriva alle volte un po’ troppo “complottista”. E comunque, sposa delle tesi precostituite. Tuttavia, a leggerlo con intelligenza, mostra un metodo per smascherare le fake news almeno quelle più plateali.

Link Amazon

Sto caricando altre schede...

Propaganda. Come manipolare l’opinione pubblica

Un libro a cura di Raf Valvola Scelsi, nome storico dell’underground e della controcultura italiana con l’editrice Shake, che porta in Italia il lavoro fondamentale di Edward L. Bernays, terribile e tremendo inventore della manipolazione, anello di congiunzione tra Madison Avenue e Vienna. Alla fine degli anni venti, qualche mese prima del Grande crollo di Wall Street, Edward L. Bernays, nipote di Freud, emigrato da un paio di decenni in America, scrive un manuale su come orientare l’opinione pubblica: Propaganda. Un testo crudo nella sua sincerità, che tocca non solo il modo di vendere prodotti che il mercato non è ancora pronto ad accettare, ma che considera la politica al pari di una merce qualsiasi, mostrando il modo di influenzare i risultati elettorali e quindi i meccanismi decisionali che stanno alla base della democrazia. A partire da questo saggio illuminante, Bernays farà una carriera di “spin doctor” straordinaria. Diventerà il dottore dell’età del consumo e lo stratega finissimo nel lanciare le mode. Sarà consulente ascoltatissimo delle strategie industriali della American Tobacco Company, della Dodge, della General Motors, dei grandi trust dell’energia. Ma anche dell’Associazione degli industriali americani che combatterono il New Deal di Roosevelt. E nel dopoguerra, in piena Guerra fredda, divenne il suggeritore del colpo di stato antisocialista in Guatemala, pur di difendere i minacciati interessi della United Fruit, attraverso una influente operazione di lobbying al Congresso americano. Inutile dire che il suo insegnamento e le sue riflessioni teoriche sono ancora di grande attualità, in una fase quale quella odierna segnata dalle nuove macchine di propaganda “sovraniste”. Un libro che non vende “prodotti” ma idee per farlo.

Link Amazon

Sto caricando altre schede...

Psicologia delle Folle: il più antico manuale sulla manipolazione mentale di massa, con una nuova espansione sulle folle digitali

Un altro libro “storico”, addirittura di due secolo fa, ma aggiornato al tempo presente. Gustave Le Bon ha segnato una pietra miliare nello spiegare le tecniche di manipolazione mentale della psicologia delle folle, ancora attuale dopo 120 anni, e aggiornata alle folle online. Studiato da figure come Sigmund Freud o Noam Chomsky, questo libro è ritenuto da molti il testo che ha consegnato il potere delle masse ai grandi manipolatori del Novecento. Ma quello che nelle mani sbagliate è uno strumento di dominio illimitato, nelle vostre mani può diventare un manuale di autodifesa dalla manipolazione mentale di massa che opera ancora oggi e che, soprattutto, opera anche su di voi. Oggi, la manipolazione mentale di massa spiegata e analizzata in questo libro è più viva che mai. Lo sanno bene sia gli spin doctor dei partiti, che i dirigenti marketing delle grandi corporation multinazionali, e infatti questo libro nelle loro librerie non manca mai perché entrambe vogliono indurre grandi masse di persone a fare quello che altrimenti non farebbero. I primi, vogliono che votiate qualcuno che probabilmente in una situazione di neutralità non votereste. I secondi, vogliono che spendiate i vostri soldi in prodotti creati per saziare bisogni che, senza manipolazione, non avreste.

Link Amazon

Sto caricando altre schede...

Neuromarketing

La scoperta delle neuroscienze non è stato solo un grande avanzamento per la ricerca mondiale, ma anche una straordinaria opportunità per pubblicità e grandi manipolatori. Questo libro di Martin Lindstrom è fondamentale per capire di cosa parliamo. Perché compriamo una cosa invece di un altra? Che cosa influenza veramente le nostre decisioni, in mezzo alla valanga di messaggi che ci raggiungono ogni giorno? Una pubblicità che cattura l occhio, uno slogan curioso, un jingle che non possiamo fare a meno di canticchiare? Oppure le decisioni di acquisto avvengono sotto la superficie, così in profondità nel nostro subconscio che non ne siamo coscienti se non in qualche raro caso? Martin Lindstrom presenta in questo libro i risultati di una ricerca originale, durata tre anni e costata sette milioni di dollari, un esperimento d avanguardia che ha frugato nei cervelli di duemila volontari di tutto il mondo, di cui sono state analizzate le reazioni davanti a pubblicità, marchi, spot commerciali, prodotti. I risultati sconvolgono molto di quel che si credeva su ciò che ci seduce e ci spinge a un acquisto. Un libro pieno di storie su come il cervello, i brand e le emozioni guidano le scelte del consumatore. Martin Lindstrom fonde brillantemente marketing e neuroscienza e ci dà una comprensione più profonda delle forze dinamiche, in gran parte inconsce, che danno forma ai nostri processi decisionali.

Link Amazon

Sto caricando altre schede...

Story or die. O racconti o sei fuori. Fare storytelling coinvolgente e persuasivo con le neuroscienze

Dopo la scoperta delle neuroscienze, il passaggio successivo è stato semplice: la loro normalizzazione e l’inserimento nelle tecniche pubblicitarie e di manipolazione del consenso. La persuasione al tempo della scienza raccontata da Lisa Cron. «Un manuale pratico per chi ha bisogno di cambiare idea e agire. Lisa Cron condivide l’arte dell’empatia con i leader che vogliono fare la differenza», così Seth Godin descrive questo libro. La Cron si rivolge a professionisti del marketing, politici o comunque professionisti che hanno bisogno di persuadere un pubblico ad agire in una determinata direzione. Il libro inizia con casi studio mostrando i risultati effettivi delle neuroscienze e del neuromarketing. Più avanti, tra esempi e aneddoti, fornisce preziosi suggerimenti per aiutarti a costruire uno storytelling che non sconoscete, slegato dal classico format del viaggio dell’eroe. Imparerete a decodificare il potere della storia, prima esaminando come il cervello elabora le informazioni, le traduce in narrativa e poi le custodisce come un ricordo di vitale importanza. A questo punto capirete come identificare il pubblico di riferimento e come individuare la sua barriera di resistenza nascosta. Infine, passo dopo passo, imparerete a costruire la vostra storia, una storia che permetta al pubblico di superare la resistenza e raccogliere la vostra chiamata all’azione, non perché glielo avete imposto, ma perché lo desidera. Terribile, no?

Link Amazon

Sto caricando altre schede...

Il marketing racconta balle. Il classico underground che spiega come funziona davvero il marketing e perché l’autenticità è il modo migliore per fare marketing

E visto che parliamo di marketing applicato alle neuroscienze, il grande stregone del settore, cioè Seth Godin, interviene con questo libro che spiega tutto, ovviamente per chi si occupa di pubblicità e manipolazione. Siamo tutti dei bugiardi. Ogni giorno raccontiamo e ci raccontiamo delle storie per far combaciare ciò che ci circonda con la nostra visione del mondo. La narrazione influenza la nostra esperienza, plasmando la nostra percezione e diventando, in sostanza, realtà. Così, un qualsiasi vino diventa più buono se sorseggiato in preziosi bicchieri, realizzati dal miglior artigiano del campo. È la chiave di volta del marketing: nessuno vuole sentire un freddo elenco delle caratteristiche di un prodotto, né tantomeno un elogio delle qualità e dei successi dell’azienda. Fare marketing vuol dire costruire delle storie, dei sogni che i clienti possano fare propri con entusiasmo. Ma attenzione: il confine fra storytelling e menzogna (a volte persino truffa) è labile e bisogna stare attenti a non varcarlo, pena la perdita totale di fiducia. In questo classico del marketing, Seth Godin condivide le sue riflessioni e tutti i consigli per creare storie affascinanti, ma ancorate nella realtà, che sappiano abbracciare la visione del mondo del cliente e lo facciano diventare spontaneamente un paladino del vostro brand.

Link Amazon

Sto caricando altre schede...

La società dello spettacolo

Come spesso accade in queste serie di libri che consigliamo, tre “speciali” alla fine. Anche se ne abbiamo già parlato in passato, vale la pena riproporre questo straordinario saggio di Guy Debord, che ha cambiato (dal basso) il modo con il quale intendiamo la società. L’intuizione di Debord risale agli anni ’50: l’intero sistema economico, sociale e politico del capitalismo moderno stava dando mano a una trasformazione dell’individuo di epocale e devastante portata. «Oggi constatiamo che la trasformazione si è attuata, le profezie del situazionista Debord si sono realizzate e ci troviamo immersi in una spettacolarità generalizzata, da intendersi come elemento unificante e rappresentativo di un teatro di guerra permanente, frutto maturo della globalizzazione capitalistica in cui centrale e predominante è l’epica delle merci e delle loro passioni».

Link Amazon

Sto caricando altre schede...

Commentari sulla società dello spettacolo

Come detto, ecco un altro “speciale”: questa volta la seconda parte e ancora meno conosciuta del libro di Guy Debord. I commentari ampliano il discorso. Infatti, scrive nell’introduzione Roberto Massari, “Se nel libro del 1967 Debord aveva lasciato intendere a tratti che la grande trasformazione era ancora in fieri (pur essendo già profondamente sociale nella sua natura ma non ancora completa) in questi Commentari, diciassette anni dopo, il filo del discorso può ripartire. Ma lo può fare solo prendendo atto che la grande trasformazione spettacolare è conclusa, al punto che essa modella ormai anche le azioni dei dominatori, rendendo irreversibile la loro trasformazione in «casta». Una casta «cooptata», come del resto è inevitabile nel processo di formazione di qualsiasi casta all’interno della società capitalistica, nelle cui mani concorrono a integrarsi tutte le forme di dominio, rendendo assoluto quest’ultimo e finalizzando le stesse forme alla sua protezione”.

Link Amazon

Sto caricando altre schede...

L’opera d’arte nell’epoca della sua riproducibilità tecnica

Chiudiamo in bellezza questa serie di libri sulla manipolazione con una proposta quasi zen. Se è vero che c’è la manipolazione nella comunicazione e che questa è stata potenziata dal digitale e dalla scoperta dei processi mentali fisici delle persone (le neuroscienze), è anche vero che uno dei grandi pilastri dell’universo sociale della nostra cultura è crollato: l’unicità delle opere d’arte. E per questo il testo di Walter Benjamin diventa di straordinaria attualità e rilevanza anche in questo contesto. Come scrive Massimo Cacciari, “L’importanza che Benjamin attribuiva al suo libro (e da ciò l’esigenza di una edizione come questa, che finalmente permettesse di comprendere nel loro insieme la sua genesi e tutte le sue “varianti”) risulta evidente dalla nota lettera a Kraft del dicembre del 1935: egli afferma con enfasi di ritenere di avervi fissato la cifra dell'”ora del destino” che è scoccata per l’arte. Non può trattarsi, quindi, di una semplice fenomenologia delle più recenti tendenze, né dell’apprezzamento del loro carattere rivoluzionario rispetto alla espressione artistica tradizionale, e neppure di una teoria delle nuove Muse: fotografia e cinema. L’ambizione è incomparabilmente maggiore: si tratta di comprendere la crisi del fatto artistico, dell’arte in quanto tale, di una filosofia della crisi dell’arte, destinata, per ciò stesso, ad assumere i toni di una vera e propria filosofia della storia”.

Link Amazon

Sto caricando altre schede...

Qui trovate tutti gli articoli con i Migliori libri di Macity raccolti in un’unica pagina.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

airpods 3 icona

Airpods 3 tornano al minimo, solo 159 €

Su Amazon torna un consistente sconto sugli AirPods 3. Li pagate 159 €, il 20% in meno del prezzo ufficiale Apple

Ultimi articoli

Pubblicità