Il prossimo iPhone avrà 3D Touch ancora più preciso e permetterà di scattare foto sott’acqua

Secondo indiscrezioni che circolano in rete, i futuri iPhone integreranno ancora il supporto al 3D Touch ma la sensibilità di questa tecnologia sarà ancora migliore. Apple pensa anche a migliorare la resistenza ad acqua e schizzi per permettere di scattare foto subacquee.

iPhone subacqueo

Stando a quanto riferito in un filmato pubblicato su YouTube da EverythingApplePro e dalla comunità di sviluppatori di XDA Developers, il prossimo iPhone integrerà ancora il supporto al 3D Touch ma la sensibilità di questa tecnologia sarà di livello superiore.

Secondo indiscrezioni – da prendere sempre con le molle – Apple pensa a un taptic engine in grado di coprire una griglia 3×3 sull’intero display del dispositivo, scelta che permetterebbe di migliorare la sensibilità del livello di pressione necessario ad attivare il 3D Touch, offrendo vibrazioni e risposte tattili migliori su tutto lo schermo.

Le migliorie al taptic engine consentirebbero di ottenere feedback migliori per tap e gesture, funzionalità che potrebbero essere particolarmente apprezzate dai vari sviluppatori di app, in particolare chi crea giochi.

Nel filmato in questione si afferma inoltre che il display degli iPhone 2019 è predisposto per il funzionamento sott’acqua. Gli iPhone attuali sono già certificati con il rating IP68, in altre parole resistenti agli schizzi, alle gocce e alla polvere (profondità massima di 2 metri fino a 30 minuti) secondo lo standard IEC 6052 ma la novità cui pensa Apple permetterebbe di usare i dispositivi anche per le foto subacquee, senza bisogno di usare una custodia dedicata.

Esistono già custodie impermeabili per vecchi e nuovi iPhone con protezione incorporata dello schermo, perfette per scattare foto durante attività di immersioni subacquee, lo snorkeling e nuoto. Queste custodie consentono di utilizzare la fotocamera posteriore e anteriore, scattare foto o video ma non premettono ovviamente di effettuare chiamate o navigare sul Web senza togliere l’iPhone dalla custodia.

Nel filmato sopra riportato si fa accenno anche alle AirPods 2 con indiscrezioni già sentite in precedenza:ricarica completa in meno di 15 minuti, custodia più lunga, texture “presa in prestito” dall’Apple Pencil.