Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Recensioni » In prova Cube in Tessuto, un pezzo di design sempre in tasca

In prova Cube in Tessuto, un pezzo di design sempre in tasca

Qui a Macitynet di prodotti ne vediamo tanti e forse di tanto in tanto qualcuno lo sottovalutiamo (ma non escludiamo neppure il contrario): è il caso del Fresh’n’Rebel Cube in edizione tessuto, un altoparlante che quando l’abbiamo visto online la prima volta ci è sembrato carino ma non molto diverso da altri prodotti simili che popolano gli scaffali dei negozi di informatica. Ma una volta arrivato, scardinata la non esile confezione in plastica trasparente e messo alla prova il nostro giudizio è maturato ben oltre le aspettative.

Il Cube è davvero un bel pezzo di diffusore: 6 centimentri nei tre lati per circa 140 grammi di peso ne fanno un oggetto che sta anche nel più piccolo zaino, discreto da posizionare in ufficio, sopra la coperta durante un pranzo al parco, in hotel o in classe. Due lati, quello superiore e inferiore, sono coperti da una gomma morbida e piacevole al tatto, mentre gli altri sono rivestiti di un tessuto intrecciato, simile al jeans ma a maglia più larga. Il prodotto è disponibile in cinque colori e funziona con qualsiasi dispositivo Bluetooth 4.0 o tramite jack analogico da 3,5 mm.

Lateralmente trova posto un piccolo gancio in pelle marrone che ne permette l’aggancio ad un sostegno qualsiasi senza l’ausilio di corde o altro, ma ovviamente fa la sua bella figura anche sopra una scrivania, su una mensola, in salotto o in cucina. Il design è semplice e originale e ogni dettaglio è curato: dalle cuciture alle prese. Il tessuto e la gomma si fonde perfettamente in un blocco che non scivola mai e, se anche lo fa, ci ha dato l’impressione di essere abbastanza robusto e leggero da non rischiare troppo in una caduta.

Altre caratteristiche hardware parlano di un connettore micro USB per la ricarica e una potenza di 3W di uscita, fattori di cui parleremo a breve. Il cavo USB è incluso e il diffusore, una volta estratto dalla confezione, aveva una carica di circa tre quarti. L’unico interruttore è posto nella parte inferiore e serve per accendere o spegnere il tutto.

Un Cube dal suono cristallino

Alla prima accensione subito una piacevole sorpresa: nessun tasto per il pairing Bluetooth, quando il Cube si accende cerca subito il precedente device accoppiato, e se non lo trova si pone da solo in modalità di pairing, in attesa di accoppiamento. Questa soluzione è decisamente migliore di altri apparecchi che invece necessitano dell’intervento manuale e molto comoda per un device che deve seguire diversi riproduttori in modo alternato. Abbiamo eseguito il pairing da un iPhone, ma anche da un Mac e da un Tablet Android senza nessun problema:.

I controlli di volume e di riproduzione sono totalmente affidati al riproduttore, sia esso iTunes oppure un player per iOS o Android, fattore che probabilmente ha permesso di rendere l’altoparlante, privo di regolatore del volume indipendente, ancora più economico.

La potenza di 3 W è interessante, ovviamente si tratta di un compromesso per un dispositivo di 6 cm di lato, e anche al massimo del volume non è mai eccessivo. È capace di suonare bene in una stanza al chiuso e dice la sua anche all’aperto, ma se lo usate vicino ad una strada il rumore delle auto un po’ lo contrasta.

Dopo il pairing, il suono è stata la seconda sorpresa: cristallino e corposo, ci è sembrato molto buono su qualsiasi brano gli abbiamo dato in pasto. Non abbiamo percepito propensioni particolari per nessuna tipologia di musica, e ovviamente la capacità di rendere alcune frequenze è dosata alla forma molto contenuta, ma possiamo tranquillamente dire che il piccolo brilla se paragonato a diverse altre proposte di pari o superiore valore, così come si è dimostrato meglio dei diffusori integrati dell’iMac. In particolare non hai mai né gracchiato né distorto alcun brano, anche in alcune prove particolarmente difficili.

Ultimo appunto riguarda l’autonomia: un po’ per via del test un po’ perché la nostra vita è così ma l’utilizzo del Cube è stato molto disordinato, con continui abbinamenti e diversi ascolti, la cui durata massima non ha superato le due ore. Abbiamo apprezzato gli automatismi in conseguenza dei quali il device si spegne dopo un periodo di inattività di 30 minuti così come il segnale acustico che indica una carica residua del 20, 15 e 10%, ma l’impressione è che le otto ore di autonomia dichiarate dal sito non siano raggiungibili in condizioni di ascolto concrete (pensando ad un uso reale e non teorico), che propendiamo più per un 5-6.

I tempi di carica sono di circa un’ora con un caricabatteria da 0,5 Ampere ma si riducono a 15 minuti con uno capace di erogare 2 Ampere. Collegato via USB al Mac, l’impressione è che questo lo tenga in vita garantendone l’utilizzo ma che non riesca a caricarlo se non in un tempo molto più alto del normale. Si parla di impressioni perché non c’è modo di valutare la quantità di carica residua al di la del segnale acustico sopra menzionato. Otto ore sono comunque molte per un diffusore di queste dimensioni e possiamo tranquillamente ammettere che in un utilizzo normale quotidiano, non continuo, il Cube fa il suo lavoro durante il giorno e si ricarica con calma la notte.

Conclusioni

Tutti i pareri sin qui posti sono valutati da un lato per le caratteristiche espresse dall’altro considerando il prezzo, che a 30 Euro è senza dubbio un affare, da tutti i punti di vista. Il design è piacevole, la scelta del colore completa e interessante, la resa molto buona e la praticità di utilizzo impareggiabile (perché davvero è alto quanto due pacchetti di sigarette e lungo la metà di uno, lo mettete dovunque).

Potete trovare Rockbox Cube edizione in Tessuto nel sito del produttore a 29,99 Euro, oppure scontato direttamente da Amazon sia in edizione in tessuto che nella sua versione classica.

Per chi volesse approfondire l’argomento diffusori per Mac raccomandiamo “Il Mac secondo me”, il libro elettronico disponibile per iBooks Store oppure Amazon Kindle Store scritto da Matteo Discardi, autore di questa recensione.

[usrlist Design:4 Facilità-d’uso:4 Prestazioni:4 Qualità/Prezzo:4.5]

 

Pro:

  • leggero
  • design intrigante
  • ottima resa sonora considerata la forma e dimensione

 

Contro:

  • la durata della batteria è buona ma a nostro avviso inferiore a quanto dichiarato
  • avremmo preferito un piccolo indicatore di carica

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Airtag già in vendita su Amazon

Airtag al minimo da mesi, 24,75€ euro l’uno

Su Amazon l'Airtag singolo va al minimo storico. Solo 24,45 € l'uno se comprate la confezione da 4.

Ultimi articoli

Pubblicità