fbpx
Home MacProf DTP e Web Design iPad Pro e Apple Pencil: una rivoluzione con le App Adobe

iPad Pro e Apple Pencil: una rivoluzione con le App Adobe

L’arrivo di iPad Pro, e soprattutto di Apple Pencil, ha suscitato soprattutto nel mondo dei professionisti della grafica e del design un grande fermento, perché indubbiamente il primo utilizzo che viene in mente guardando una matita è quello di disegnare. Tuttavia il professionista della creatività si è subito chiesto se il nuovo nato di Apple fosse in grado di soddisfare le sue esigenze, disponendo già oggi di strumenti desktop estremamente potenti, come Adobe Creative Cloud, ma soprattutto se avesse un senso per lui dotarsi di un ulteriore device per sviluppare la propria creatività. L’opinione di chi vi scrive è assolutamente sì, e questa rivoluzione risiede tutta in Apple Pencil e nelle applicazioni per mobile di Adobe Creative Cloud.

Già dal 2014 Adobe ha introdotto una serie di App per iOS dedicate alla grafica, tra cui Adobe Sketch ed Adobe Draw: il primo un’applicazione per disegnare schizzi e bozzetti in modalità bitmap, il secondo analogamente ma in modalità vettoriale. Per quanto efficaci nella loro semplicità di utilizzo, in particolare questi due strumenti si sono dovuti, come altri, scontrare con le limitazioni di un device, come la generazione di iPad precedenti, che permettevano il solo input delle dita, le quali, per l’impossibilità di indirizzare anche il più piccolo dettaglio di ciò che compare a schermo, non possono soddisfare le esigenze di precisione che il grafico richiede. Sono poi arrivate delle penne capacitive in grado di offrire una relativa precisione ed il supporto ai livelli di pressione, ma anche queste non hanno rappresentato una soluzione davvero soddisfacente.

app adobe alberto comper 1200 3
Alberto Comper, System Engineer Senior Adobe Italia, dimostra iPad Pro e Apple Pencil in funzione con le App Adobe

Apple Pencil cambia tutto. La penna (o matita, che dir si voglia) offre davvero ciò che è stato promesso, ossia precisione, livelli di pressione, rilevamento dell’inclinazione, e le App Adobe, che già oggi supportano iPad Pro e la Pencil, cambiano letteralmente marcia, diventando prodotti straordinari per il creativo moderno. Chi vi iscrive, che ha un passato di grafico illustratore e designer, ha utilizzato iPad Pro e la Pencil, unitamente alle applicazioni per mobile di Adobe, per qualche giorno, e le impressioni sono state davvero entusiastiche.

La prima cosa che si apprezza è la precisione e la reattività della penna: finalmente posso incidere i miei tratti esattamente dove voglio, e non ho alcun senso di latenza nel disegnare tratti e pennellate. Sciogliamo subito un dubbio che ha attanagliato i grafici sin dalla prima ora: l’appoggio del palmo della mano sulla superficie dello schermo durante le attività di disegno (almeno con le applicazioni Adobe) non genera alcun input involontario, per cui possiamo adottare la nostra naturale postura anche con iPad Pro.

Tuttavia, e forse questo aspetto è il più gratificante, quello che rende iPad Pro tanto bello da utilizzare per un designer, è che è piacevolissimo ed efficace anche disegnare seduti col solo tablet coricato sulle gambe, senza avere la necessità di appoggiare la mano sullo schermo. Ricordate certamente come Steve Jobs dimostrò il più grande pregio di iPad durante il keynote di presentazione: si sedette comodamente su una poltrona e cominciò a navigare su web, questo per enfatizzare l’immediatezza e comodità dello strumento.

app adobe alberto comper 1200 2
Foto scattata durante l’evento Adobe Creative Meetup 2015

Bene, oggi anche il creativo professionista può permettersi il medesimo lusso, e sviluppare creatività in qualsiasi istante, stando comodamente seduto ovunque voglia, e senza dover fare troppe rinunce in termini di potenza degli strumenti, perché se è anche vero che le applicazioni per mobile non sono lontanamente paragonabili per potenza e sofisticazione a quelle che girano su PC desktop, è anche vero che la loro ultima generazione, unitamente alle notevoli prestazioni di un device come iPad Pro, le rendono sempre più capaci di creare elaborati davvero complessi e sofisticati. E questo è solo l’inizio, perchè certamente l’avvento di iPad Pro ed Apple Pencil segneranno la nascita di una nuova generazione di App per mobile, non più vincolate dalla limitazione dell’input delle sole dita.
Per il creativo professionista sviluppare progetti con iPad Pro e la Pencil è una esperienza unica, nuova e gratificante.

Comodamente seduto sul mio divano, in totale relax, ho realizzato un flyer pubblicitario utilizzando le Apps di Adobe: con Adobe Capture (Figura 1) ho creato dei pennelli e dei campioni colore basandomi su immagini fotografiche acquistate su Adobe Stock, che ho utilizzato in Adobe Sketch per sviluppare un’immagine creativa che avevo in mente, poi ho scontornato e ritoccato un’immagine fotografica con Adobe Photoshop Mix e Fix, creato un logo con Adobe Draw (Figura 2) e poi ho impaginato il tutto in Adobe Comp (Figura 3), ed infine, grazie alla tecnologia di CreativeSynch di Creative Cloud, con un solo comando ho mandato il tutto su Adobe InDesign CC sul mio Mac per la finalizzazione del progetto.

Una esigenza che chi utilizza programmi di sketching ha, consiste nel dover spesso cambiare strumento di disegno, e di questo alcuni parametri basilari come grandezza massima della punta, opacità e colore. A questo scopo sia Adobe Sketch che Adobe Draw sfruttano la capacità di iPad Pro di utilizzare indistintamente l’input della penna e delle dita, permettendo al disegnatore di utilizzare la mano destra (o sinistra se siete mancini) per disegnare con la matita, mentre con il pollice della mano sinistra può comodamente accedere alla selezione degli strumenti e delle loro proprietà, il cui accesso Adobe Sketch e Draw hanno intelligentemente posizionato sul lato sinistro dello schermo (o destro se siete mancini).

Inizialmente mi aveva un po’ disorientato la sensazione di durezza che la punta della penna ha con il vetro dello schermo, differente rispetto per esempio al feeling che si ha nel disegnare su carta, dove sussiste un certo attrito ed un certo “effetto ammortizzante” della punta sul media cartaceo, ma è comunque un’impressione che svanisce abbastanza in fretta.

app adobe Figura 1
Le App Adobe, in modo analogo a quelle desktop, sono fortemente integrate tra di loro, ed interagiscono in modo da permetterci, per esempio, di abbozzare a matita uno schizzo con Sketch, copiarlo e incollarlo in Draw su un livello da ricalco e disegnarne il definitivo con strumenti vettoriali, oppure una fotografia impaginata in Adobe Comp può essere direttamente editata in Adobe Photoshop Fix o Mix, per poi ritrovarsela aggiornata nuovamente in Comp, come avviene tipicamente per Adobe InDesign CC e Photoshop CC su desktop. In tutte queste attività ho trovato comoda la funzione di split screen e multitasking di iOS 9, anche se la sua fruibilità è ancora ben lontana da un multitasking come lo conosciamo su Mac OS X.

Ultima nota, è purtroppo una cosa difficile da trasmettere a parole, ma, quale appassionato di grafica fumettistica, ho trovato esaltante disegnare con Adobe Draw per la straordinaria qualità dei tratti che si riesce a produrre con incredibile naturalezza e semplicità.

app adobe Computer 1200 ok
Un altro momento della dimostrazione di Alberto Comper sull’uso di iPad Pro e Apple Pencil per la produttività per grafici e designer con le App Adobe

Sulla pagine di Macitynet abbiamo dedicato diversi articoli all’evento Adobe Creative MeetUp svoltosi a Milano il 24 novembre: l’approfondimento sulla rivoluzione offerta da iPad Pro, Apple Pencil unitamente alle app Adobe mobile di Alberto Comper, Solution Consultant Digital Media Adobe Systems Italia, il nostro reportage con diverse gallerie fotografiche dell’evento, l’intervento di Andrea Scoppetta artista di Disney/Pixar che ha lavorato anche a Big Hero 6 sull’impiego di Photohop infine l’intervento di Mattia Labadessa sulla tecnica del Finger Painting nel disegnare su iPad con le app Adobe mobile.

Offerte Speciali

iPhone 11 Pro 64GB al prezzo minimo storico: solo 969 €, risparmiate 220 euro!|

Torna la grande promozione su Amazon: iPhone 11 Pro 64 Gb scende al prezzo minimo della sua storia. Lo pagate: solo 969 euro invece che 1189 €
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,534FansMi piace
94,165FollowerSegui