La nuova Volkswagen Arteon negli scatti di Pete Eckert, fotografo non vedente

“L’uomo non ha bisogno degli occhi per riconoscere la bellezza”. Il primo progetto automobilistico di un pluripremiato fotografo non vedente.

La Volkswagen amplia la campagna marketing internazionale della Arteon. Una particolare iniziativa è il contributo del fotografo americano non vedente Pete Eckert che ha nterpretato in un modo molto particolare il nuovo modello della casa automobilistica.

Pete Eckert ha realizzato con la Arteon il suo primo progetto automobilistico. Per la preparazione delle immagini si è informato in dettaglio sulle specifiche qualità e sulle caratteristiche del nuovo modello. Sul set ha “sentito” la Arteon attraverso il tatto e ascoltando il suono generato dal tamburellare delle sue dita sulla carrozzeria per poter raffigurarsi in modo preciso la vettura. Con l’aiuto di un assistente ha poi scattato delle immagini, le cosiddette “light paintings”. Eckert ha fotografato l’auto con una macchina fotografica analogica in completa oscurità impiegando la doppia esposizione e tempi di posa lunghi. In questo modo ha creato un effetto dinamico tramite il movimento di diverse fonti di luce attorno all’auto.

La clip da due minuti e mezzo del Making of è al centro della nuova campagna. Mostra la produzione delle immagini e include spezzoni di intervista con Pete Eckert. Teaser e motivi della campagna verranno usati nei social media. L’agenzia creativa responsabile è la Grabarz & Partner. Pete Eckert vive a Sacramento negli Stati Uniti. A causa di una malattia ha perso la vista in età adulta. I suoi lavori sono stati più volte pubblicati e premiati. Uno dei suoi motivi appare su un francobollo delle Nazioni Unite. Dice di sé: “Sono una persona visiva. Semplicemente non posso vedere” (“I am a visual person. I just can’t see”).

Foto Pete Eckert