Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Macity - Apple » Mac OS X » High Sierra accelera la rete locale con la nuova opzione cache dei contenuti

High Sierra accelera la rete locale con la nuova opzione cache dei contenuti

Nella ultima beta di macOS 10.13 High Sierra, Apple ha attivato la nuova opzione “Cache dei contenuti” nella sezione “Convisione” delle Preferenze di Sistema. L’opzione (disattivata per default) era in precedenza attivabile solo da Terminale (ne avevamo parlato qui) e consente di ridurre l’ampiezza d banda e rendere più veloce l’installazione sui dispositivi supportati (Mac, iPhone, iPad, Apple TV) archiviando sul Mac con l’opzione in questione attiva, gli aggiornamenti software, app e altri contenuti.

Si tratta di una funzionalità “presa a prestito” da macOS Server che permette di velocizzare il download del software distribuito da Apple tramite internet. I contenuti supportati da questo servizio riguardano iTunes e iBooks, OS X, iOS 7 e versioni più recenti, Apple TV.

Cos’è il servizio di cache?
Il servizio di cache accelera il download del software distribuito da Apple e dei dati inclusi negli account iCloud degli utenti salvando nella cache il contenuto che i computer Mac locali, i dispositivi iOS e i dispositivi Apple TV hanno già scaricato. Un Mac che ha in esecuzione il servizio di cache mantiene una copia di tutti i contenuti scaricati dai dispositivi locali sul network (chiamati “client”).

Quando il primo client sul network scarica un aggiornamento del sistema operativo, il servizio di cache mantiene una copia dell’aggiornamento. Quando il prossimo client sul network si connette a App Store per scaricare l’aggiornamento, l’aggiornamento viene copiato dal servizio di cache invece che da App Store. Dato che il network locale è normalmente molto più veloce di Internet, il secondo client e tutti i successivi client scaricano gli aggiornamenti più rapidamente.

high sierra cache
Cache dei contenuti

Dal punto di vista tecnico, il servizio di cache può essere utilizzato sui network consistenti in un ambiente NAT per il server e tutti i dispositivi oppure può essere utilizzato su network consistenti in indirizzi IP instradabili pubblicamente.

I contenuti della cache vengono salvati di default sul volume di avvio. È possibile specificare la quantità di spazio che il servizio di cache utilizza. Quando lo spazio su disco per i contenuti della cache raggiunge il valore massimo specificato, il servizio di cache elimina i contenuti della cache meno usati per creare spazio per la richiesta successiva

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Sconto boom, per MacBook Air M2 512GB 1199 €!

Su Amazon il MacBook Air da 15,4" nella versione da 512 GB con processore M2 va in sconto. Lo pagate 680 euro meno del nuovo modello, solo 1199€

Ultimi articoli

Pubblicità