HomeMacityAndroid WorldMicrosoft chiude SwiftKey per iPhone

Microsoft chiude SwiftKey per iPhone

La tastiera predittiva SwiftKey che nel 2016 costò a Microsoft 250 milioni di dollari sta per sparire da iPhone: l’assenza di aggiornamenti da quasi un anno aveva già destato qualche sospetto agli utenti, preoccupati per il futuro di una delle utility più amate su App Store.

L’app era già conosciuta da tempo al mondo Android e intorno al 2014 arrivò su iPhone scalando rapidamente le classifiche, grazie anche al fatto che era tra le prime tastiere di terze parti a finire su milioni di iPhone.

Microsoft SwiftKey è la tastiera intelligente che apprende il tuo stile di scrittura, in modo da poter digitare più velocemente. Microsoft SwiftKey è sempre in fase di apprendimento e si adatta costantemente al tuo modo unico di digitare, inclusi gergo, nickname ed emoji. Ciò significa correzione automatica che funziona davvero e previsioni utili, così puoi scrivere rapidamente il tuo messaggio, senza errori.

Adesso subirà la stessa sorte di Word Flow, l’altra tastiera per iOS di Microsoft che ha avuto vita ancor più breve quando nel mese di agosto 2017, dopo circa un anno di beta test, è stata rimossa da App Store. All’epoca Microsoft consigliava di optare per SwiftKey, ma adesso gli utenti che ne hanno fatto largo uso dovranno pensare rapidamente a un’altra alternativa.Microsoft chiude SwiftKey per iPhone

L’app SwiftKey infatti verrà rimossa dal negozio di app per iPhone già la prossima settimana (il 5 ottobre), il che significa che chi ha installato l’app potrà continuare a usarla fino a quando non la disinstallerà manualmente, oppure quando passerà a un nuovo dispositivo, perché non ci sarà più modo di riscaricarla.

Chris Wolfe, direttore del reparto di gestione prodotto di SwiftKey, aggiunge che Microsoft continuerà a supportare la tastiera su Android e ne manterrà la tecnologia all’interno della tastiera touch disponibile su Windows.

C’è chi ritiene che ciò potrebbe essere correlato alle politiche di Apple in merito alla «salvaguardia del suo giardino recintato» poiché se Apple «non offre l’accesso a determinate interfacce», risulta difficile realizzare un prodotto da integrare nel dispositivo che funzioni bene. Ma occorre anche rilevare che l’iniziale successo di SwiftKey su iPhone è andato via via calando: nel tempo le funzioni principali offerte da questo tipo di utility sono state implementate da Apple direttamente nella tastiera virtuale di serie di iPhone.

Ad ogni modo l’app SwiftKey, nel momento in cui scriviamo, è ancora disponibile su App Store, sicché chi desidera scaricarla o reinstallarla per usarla fin tanto che gli sarà possibile è ancora in tempo.

Offerte Speciali

iPhone 14 Plus, cinque cose da sapere

Minimo storico, iPhone 14 Plus 256 GB con risparmio di 182€

Tornano gli sconti su iPhone 14 Plus. Ribasso di 182 euro per la vera novità nel campo degli iPhone 2022. Minimo storico
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

Iguida

Faq e Tutorial