Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » CES, IFA, MWC & EXPO » MWC: Intel e Nokia insieme per un sistema operativo per il mondo mobile

MWC: Intel e Nokia insieme per un sistema operativo per il mondo mobile

Pubblicità

Intel e Nokia fondono le loro rispettive piattaforme software Maemo e Moblin. Questo uno degli annunci di maggior portata tra quelli che hanno aperto il Mobile World Congress di Barcellona. L’accordo, che era nell’aria dopo le alleanze sull’hardware che hanno messo sullo stesso vagone i due colossi dell’IT, è stato illustrato da Kai Oistamo Executive Vice President Nokia e Renee James, Senior Vice President and GM Intel, nel corso di una affollatissima conferenza stampa, a cui era presente anche Macitynet, che si è tenuta all’Once, un grande auditorium nei pressi della Fiera di Barcellona e alla quale, a riprova della rilevanza dell’evento per le strategie dei due gruppi, erano presenti anche Olli-Pekka Kallasvuo e Paul Otellini, ovvero i due amministratori delegati di Nokia e Intel visibili anche nella nostra penultima foto in calce a questo articolo.

I due colossi dell’IT, si è appreso nel corso dell’incontro, faranno nascere MeeGo, un nuovo Os basato su Linux capace di girare su diversi dispositivi, dai computer da tasca ai netbook, dai tablet ai telefoni, dalle TV connesse ai sistemi per l’infotainment per automobile. MeeGo (leggi “migo” che può suonare un po’ come una storpiatura dello spagnolo amigo sia che, soprattutto, come me go “io vado” “io mi muovo”) dovrebbe accelerare lo sviluppo delle applicazioni basate su Internet, servizi in mobilità  e tutto l’universo che ruota intorno ai dispositivi mobili in genere.

Lo scopo dichiarato è quello di offrire un ecosistema fondamentalmente open source del quale potranno beneficiare sviluppatori e clienti e sul quale Intel e Nokia potranno costruire il loro progetto commerciale. Da una parte la società  di Espoo si occuperà  di creare dispositivi come cellulari intelligenti, tablet e netbook, senza considerare l’hardware e il software per infrastrutture acquistate dagli operatori mobili che dovrebbe beneficiare dal nuovo ecosistema, dall’altra Intel fornirà  la sua piattaforma fondata sui processori Atom e tutte le tecnologie per la mobilità .

Al progetto Intel porta Moblin, il suo sistema operativo per dispositivi da viaggio, che fornirà  il nucleo fondante del codice già  adottato da diversi protagonisti del settore, da Maemo, MeeGo dovrebbe mutuare il framework dell’interfaccia umana e l’ambiente di programmazione QT per lo sviluppo di programmi ad interfaccia grafica che Nokia ha acquistato tempo fa da Trolltech. Nokia mette a disposizione del progetto anche Ovi Store che distribuirà  su dispositivi Nokia non più solo applicazioni per Symbian ma anche per MeeGo e il suo Forum per il supporto dello sviluppo delle applicazioni; i programmi per altre piattaforme hardware passeranno per AppUp, l’App Store di Intel.

Intel e Nokia sottolineano che tutte le applicazioni acquistate funzioneranno senza alcuna modifica anche se si acquista un nuovo dispositivo. L’importante è che sia compatibile con MeeGo. Questo dovrebbe preservare l’investimento in software e liberare i clienti da un vincolo troppo stretto con un solo produttore di hardware.

MeeGoo sarà  supervisionato dalla Linux Foundation e governato secondo il modello Open Source. Il primo rilascio del sistema operativo unificato è previsto in tarda primavera o inizio estate; Intel e Nokia si attendono che MeeGo sia adottato da un grande numero di produttori di dispositivi, operatori mobili, società  che si occupano di semiconduttori, sviluppatori e produttori di software.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Il giorno che Apple mise ordine tra gli iPad (finalmente)

Nuovo iPad Air 2024 da 11 pollici 128 Cellular, sconto del 19%

iPad Air da 11" edizione 2024 con rete cellulare va in sconto del 19%. Lo pagate solo 719 euro, invece che 889 €
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità