Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Giochi e Console » Noriega fa causa ad Actvision: «Fa soldi con Call Of Duty usando la mia faccia»

Noriega fa causa ad Actvision: «Fa soldi con Call Of Duty usando la mia faccia»

Pubblicità

L’ex dittatore di Panama Manuel Noriega, alias Cara de Piña, alias TONY, El M.A.N, El General, l’ultimo capo di stato contro cui gli Usa hanno combattuto una guerra sul territorio del continente Americano e che poi hanno arrestato e condannato per traffico di droga e violazione dei diritti umani, ha fatto causa all’editore Activision Blizzard per uso illegale della sua immagine a scopo di lucro.

La pratica è stata aperta martedì scorso, presso la Los Angeles County Superior Court. Noriega appare in Call Of Duty Black Ops II con il nome in codice di “False Profit” (meglio del suo vero e più famoso soprannome, Cara de Piña, faccia d’ananas, a causa del suo viso butterato). Perfettamente somigliante all’originale, il personaggio del gioco certo non è una figura positiva: prima amico dei protagonisti, tradisce poi la Cia con un comportamento tutt’altro che onorevole. I legami tra l’Agenzia e il dittatore sono avvenuti anche nella realtà. Inizialmente filo americano – per anni era stato a libro paga proprio della Cia – i suoi rapporti con Washington si sono poi duramente raffreddati, tanto che nel dicembre del 1989 il presidente Regan invase Panama con 30mila soldati e lo depose. Processato e condannato nel 1992 per spaccio di droga, racket e riciclaggio di denaro, è stato in un carcere americano per 15 anni per poi essere estradato in Francia nel 2007, dove era stato condannato in contumacia per omicidio e riciclaggio di denaro. Quattro anni dopo  venne estradato a nel suo Paese (dove ancora si trova) per scontare una condanna a 20 anni.

Manuel_Noriega_real_life_BOII
Il vero Noriega durante un comizio

«Il gioco dà un’immagine negativa del querelante lo – si legge nelle carte depositate dagli avvocati di Noriega secondo quanto riporta la Cnbc -. Il querelante è stato ritratto come un antagonista e dipinto come il colpevole di numerosi efferati delitti immaginari. E questo ha permesso di fare profitti che altrimenti non sarebbero arrivati». Per ora da Activision non è ancora arrivata, ma certo dimostrare che la presenza di Noriega nella trama sia stata fatta “per aumentare la popolarità e le entrate” del gioco e che poi sia stata un elemento che effettivamente ha contribuito a guadagni e immagine, gli avvocati del panamense dovranno mettercela tutta. Il piatto comunque è ricco. Call of Duty è uno dei più popolari (e ricchi) franchise di sempre e Call Of Duty Black Ops II – uscito nel 2012, è il titolo top della serie. Non è la prima volta, però, che il gioco fa discutere per l’impiego di personaggi reali, come David Petraeus (ex direttore della Cia poi rimosso per uno scandalo sessuale avvenuto prima del rilascio del gioco), che nella finzione nel 2025 è Segretario alla Difesa.

Comunque, nel gruppo dei querelanti delle major del videogioco faccia d’ananas è in buona compagnia. Noriega fa causa ad Activision, Lindsay Lohan agli sviluppatori di Grand Theft Auto V, La Lohan qualche settimana fa ha citato Take-Two Interactive Software e Rockstar Games per l’utilizzo della sua immagine senza permesso nel gioco.

Noriega fa causa ad Activision
Noriega in versione Call Of Duty

 

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

GLi AirPods Pro di 2ª generazione con ricarica USB-C

Per gli Airpods Pro è il minimo storico, solo 219€

Amazon abbassa il prezzo degli Airpods Pro 2 con USB-C, li pagate 219 €, il 21% meno del prezzo Apple e il minimo storico
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità