Home iPadia iPad Accessori Recensione batteria-foglio Kkmoon: sottile, leggera, in magnesio e alluminio

Recensione batteria-foglio Kkmoon: sottile, leggera, in magnesio e alluminio

Che una batteria d’emergenza sia diventato un accessorio indispensabile per chi fa un uso intenso di smartphone e tablet è ormai chiaro a tutti, il dilemma resta quindi quello di capire qual è quella che fa più al caso proprio visto che sul mercato ce ne sono ormai diverse che variano per capacità, funzioni e portabilità. Quella che la nostra redazione ha avuto modo di provare in queste ultime settimane si differenzia se non altro proprio per la forma con cui è stata progettata, che la rende perfetta specialmente per chi ha bisogno di averla sempre a portata di mano a scuola, al lavoro o in biblioteca.

La batteria di Kkmoon da 8.000 mAh in prova è infatti molto grande (21,5 x 14 centimetri) ma estremamente sottile, mezzo centimetro, poco più dello spessore di un connettore USB. Un “foglio” che si fa sentire in mano ma che, considerate le dimensioni, è comunque molto leggera (circa 250 grammi). La particolarità, come si scopre anche dalle immagini, sta nella foratura su un lato che la rende compatibile con qualsiasi tipo di quaderno o agenda ad anelli proprio perché è pensata per aggancarsi lì ed essere sempre pronta per ricaricare lo smartphone o il tablet prima, durante o dopo una lezione, una conferenza, una riunione di lavoro o una sessione di studio.

Particolare, fin dal primo contatto, è lo chassis, in lega di alluminio e magnesio – si legge nel manuale incluso nella confezione, dove troviamo anche un piccolo cavo microUSB per la ricarica – un connubio che garantisce leggerezza e durabilità nel tempo. Ci è piaciuta molto la sottile ma importante rete gommata che ricopre tutta la batteria, utile in quanto aumenta il grip e resta piacevole al tatto. La cura nei materiali si riscopre anche nelle prese USB, molto solide, così come nelle piccole viti che tengono chiusa tutta la struttura e nel pulsante che permette di dare una rapida occhiata alla quantità di energia residua attraverso i 4 LED posizionati su un lato (ciascuno rappresenta il 25% di energia).

Gli 8.000 mAh, secondo le nostre prove, non sono sufficienti per ricaricare completamente un iPad. Nel caso del nostro iPad 2 (6.930 mAh), è stato portato da 0 ad 88% prima che la batteria si scaricasse totalmente. Con iPhone 6 Plus (2.915 mAh) invece siamo riusciti ad ottenere ben due ricariche complete, con una piccolissima percentuale (7%) di energia aggiuntiva per una terza ricarica. Sicuramente quindi può far lavorare tranquillo chi usa anche molto intensamente un tablet durante l’arco della giornata, così come chi è spesso al telefono o non può fare a meno di giocherellarci in più occasioni potrà essere sicuro di arrivare a sera, prima di andare a dormire, con il telefono ancora acceso. Le prese riconoscono il dispositivo collegato, quindi non c’è bisogno di collegare un tablet o uno smartphone ad un ingresso specifico. Ciascuna USB eroga fino a 2,4 A confermati dai nostri test con amperometro digitale, quindi riesce a ricaricare alla massima potenza anche due tablet insieme, due iPhone 6 o 6 Plus al doppio della velocità o una combinazione di questi dispositivi senza il minimo rallentamento.

Per quanto riguarda l’uso di tutti i giorni, non utilizziamo più raccoglitori ad anelli da diversi anni, tuttavia per l’occasione ne abbiamo preso in prestito uno per valutare l’effettiva comodità di questo prodotto. Ci si dimentica quasi di averla con sé visto che il peso, nel complesso, non si fa sentire poi molto. E’ forse un po’ scomodo dover scrivere su un foglio se la batteria si trova subito sotto, nelle varie prove abbiamo preferito spostare la batteria in fondo alla pila di fogli bianchi o ancor meglio staccare dagli anelli durante le varie sessioni di scrittura: nulla da riferire invece quando si tratta di sfogliare il quaderno in quanto la presenza della batteria, anche tra un foglio e l’altro, non da alcun fastidio, anzi si rivela un ottimo “peso” per tener bloccati i fogli se ci si trova all’aperto durante una giornata abbondantemente ventilata.

Recensione batteria Kkmoon

A chi interessa questa batteria? Certamente a studenti, docenti universitari, professori, giornalisti e più in generale a chi utilizza una agenda o un raccoglitore ad anelli. Il vantaggio sta nel fatto che, specialmente con iPad, il raccoglitore o l’agenda può anche fungere da stand per mantenere il dispositivo leggermente inclinato, al contempo ricaricandolo: dal quaderno uscirà fuori soltanto il cavo che lo collega alla batteria, senza avere l’ingombro sul tavolo di quaderno, classica batteria esterna e dispositivo.

Per quanto riguarda il prezzo, si compra su Amazon a 39,88 euro, più alto di altri prodotti con la stessa capacità ma in questo caso c’è da considerare anche gli ottimi materiali con cui è realizzata – che la rendono molto più resistente della solita plastica – nonché il peso e lo spessore, che la rendono una valida alternativa anche a chi vuole avere una batteria poco ingombrante da infilare nello zaino tra un libro e l’altro oppure all’interno di uno scompartimento nello zaino o nella valigetta.

Offerte Speciali

Arricchite il Mac o l’iPad con gli sconti: Magic Trackpad a 110,95 € e Magic Keyboard a 125,99 €

Black Friday: per Magic Trackpad uno sconto di quasi 30€

Su Amazon arriva in sconto la Magic Trackpad in ribasso di quasi 40 euro.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,950FansMi piace
93,808FollowerSegui