Home iPadia iPad Accessori Recensione ieGeek, la lampadina smart che si controlla via iPhone e suona...

Recensione ieGeek, la lampadina smart che si controlla via iPhone e suona via Bluetooth

Chi vuole portare un po’ di tecnologia in salotto oggi può spendere davvero poco e se oltre che sfruttare le ultime tecnologie, vuole anche arredare con la luce la casa può rivolgeresi a ieGeek, una lampadina Bluetooth che si controlla dallo smartphone e che, in qualche occasione, può rivelarsi utile anche per aggiungere della musica di sottofondo in una stanza senza aggiungere stereo o casse wireless.

Philips con Hue è stata il precursore di questi dispositivi, essendo tra i primi ad offrire lampadine smart a prezzi però qualche volta proibitivi per le tasche dell’utente comune che effettivamente non ha ancora capito se ciò che sta per comprare può effettivamente fare al caso suo oppure no. Con ieGeek l’investimento è invece minimo e, come recentemente scoperto dalla nostra redazione che ha avuto modo di metterla alla prova per qualche giorno, offre ottimi risultati.

Recensione ieGeek

Com’è fatta

La lampadina ha il classico attacco E27, quindi è del tutto compatibile con la maggior parte dei portalampada attualmente disponibili sul mercato. E’ abbastanza grande (14 x 9,5 x 8,5 centimetri) ma al contempo molto leggera (circa 200 grammi) quando la si impugna in mano.

Tutta la struttura è in plastica di buona qualità, compresa la copertura convessa del LED di colore bianco opaco. Oltre all’attacco a vite, in metallo troviamo soltanto le due coperture per l’altoparlante (due ritagli triangolari traforati e verniciati di nero).

Per via della bordatura dorata e del design certamente particolare è possibile utilizzarla anche con un comune portalampada, senza necessariamente doverla quindi accompagnare ad una plafoniera, come si è invece soliti fare per “nascondere” le classiche lampadine.

Come funziona

Tutto quello che c’è da fare è avvitarla ad un portalampada e scaricare l’applicazione ieGeek disponibile gratuitamente su App Store e compatibile sia con iPhone che con iPad (c’è anche la versione per Android).

Può certamente funzionare anche come una comune lampadina, accendendola e spegnendola attraverso l’interruttore abbinato al portalampada alla quale sarà collegata, tuttavia per beneficiare di tutte le funzioni offerte è necessario interagire con l’app.

Abbiamo giocherellato con l’app su iPhone per scoprire tutto ciò che questa lampadina è in grado di offrire. L’interfaccia grafica è molto basilare, ma inizialmente un po’ difficile da comprendere, quantomeno per l’accoppiamento Bluetooth, che va eseguito direttamente da quest’ultima e non dalla lista dei dispositivi dalle Impostazioni di iOS, come si è invece soliti abituati a fare con gli accessori Bluetooth.

Dalla schermata principale, dopo aver abbinato la lampadina, è possibile collegarsi e scollegarsi ad essa con un click, un sistema che certamente diventa interessante quando si hanno a disposizione più lampadine, regolando così tutti i punti luce da una sola postazione e con un solo dispositivo. Un grande tasto ON/OFF permette di accenderla e spegnerla, in questo modo è praticamente possibile lasciare impostato sempre su ON l’interruttore fisico collegato alla lampadina e decidere semplicemente quando accenderla o spegnerla direttamente dallo smartphone.

La lampadina, se spenta via software, resterà spenta anche se poi si disattiverà il Bluetooth dallo smartphone, in pratica è ad esempio possibile accenderla anche fuori dalla porta di casa (purché si trovi a non più di 10 metri di distanza) prima ancora di rientrare. Riguardo questo aspetto va precisato che se dovesse saltare la corrente, non appena tornerà, la lampadina riconoscerà l’interruzione come un ON/OFF manuale, quindi si corre il rischio di ritrovarla già accesa al proprio ritorno.

Oltre al controllo remoto per accensione e spegnimento, l’app permette di regolare l’intensità luminosa e la colorazione, scegliendo tra otto colori predefiniti o impostando una sfumatura manualmente dalla ruota dei colori.

E’ anche possibile pre-impostare accensione e spegnimento in base ad un orario e per giorni specifici, una soluzione molto interessante per essere certi di spegnerla ad una certa ora della sera anche dopo essersi coricati o per accenderla proprio per svegliarsi al mattino, senza dover così cercare l’interruttore a tastoni.

Si possono poi creare dei profili per attivare con un click colore e luminosità in particolari situazioni, creando quindi una sorta di “modalità risveglio”, “lettura”, “buonanotte”, “romantica” e quant’altro, come suggeriscono per l’appunto alcuni dei profili già pronti installando l’app.

Ultima ma non per importanza, come anticipato in precedenza, la presenza di un altoparlante da 3W che permette di sfruttare la lampada anche per riprodurre la musica dello smartphone, avendo così a disposizione due funzioni (luce e musica) con un solo dispositivo.

Come va

L’applicazione, come accennato, è molto semplice nell’interfaccia e, dopo circa 10 minuti, si riesce a governare con facilità. Qualche volta, nonostante fossimo abbastanza vicini alla lampada, il software ha tentennato, riconoscendo i comandi al secondo click.

Allo stesso modo qualche volta è capitato che si bloccasse la riproduzione musicale, altre volte non siamo riusciti a farla partire ed altre ancora la luce si è bloccata al semplice colore bianco costringendoci ad un ON/OFF dell’interruttore fisico per resettare il dispositivo.

Infine, in qualche rara occasione, durante la riproduzione musicale la lampada ha attivato una modalità “casuale” che faceva variare automaticamente i colori (non a ritmo di musica) e che non siamo riusciti a fermare, se non con lo scollegamento-ricollegamento dello smartphone alla lampadina tramite ON/OFF del Bluetooth.

Questi piccoli difetti sono probabilmente dovuti al software, attualmente aggiornato al 12 gennaio 2016, quindi anche abbastanza recentemente: per questo motivo confidiamo in futuri aggiornamenti che possano risolvere questi piccoli imprevisti.

Recensione ieGeek

Conclusioni

Piccoli bug software a parte, ieGeek è certamente un prodotto interessante, specialmente in rapporto al prezzo, che può fare la felicità di chi vuole dare colore e musica alla propria stanza. La luce è LED, quindi a basso consumo, tuttavia alla massima intensità non è comunque capace di sostituire completamente l’illuminazione principale di una stanza, piuttosto va considerata in sostituzione della classica lampadina su un portalampada da comodino o da scrivania.

Anche l’altoparlante non è potentissimo, maa può funzionare come dispositivo per un po’ di musica di sottofondo in una stanza dove normalmente non è previsto l’impiego di uno stereo, come ad esempio in bagno o all’ingresso di casa.

Anche per il solo controllo ON/OFF tramite Bluetooth va certamente considerata per chi vuole accendere la luce restando seduto in poltrona o disteso a letto, un vantaggio a cui i più pigri probabilmente non vorranno più rinunciare.

Pro

– controllo remoto tramite Bluetooth
– multicolore
– funge anche da altoparlante Bluetooth
– luce LED a basso consumo
– attacco universale E27

Contro

– software attualmente accompagnato da qualche bug
– luce e volume non troppo potenti

Design:
3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)
Facilità-d'uso:
3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)
Prestazioni:
4 out of 5 stars (4,0 / 5)
Qualità/Prezzo:
5 out of 5 stars (5,0 / 5)
Average:
4 out of 5 stars (4,0 / 5)

Prezzo al pubblico

ieGeek costa veramente molto poco in rapporto a quel che offre: su Amazon la comprate per 24,99 euro spedizione compresa.

Recensione ieGeek

Offerte Speciali

Super sconto su MacBook Pro 13″ 16/512 GB: risparmio da oltre 400 euro

Su Amazon è in forte sconto il nuovo MacBook Pro 13" in versione 16 GB RAM / 512 GG HD SSD. Lo pagate oltre 400 euro meno del prezzo Apple.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,835FansMi piace
93,826FollowerSegui