Recensione Smart Keyboard per iPad Air e iPad Pro 10.5, il quasi laptop

Mettiamo alla prova la Smart Keyboard per iPad Air e iPad Pro 10.5. Può trasformare un iPad in un compagno di lavoro?

Recensione Smart Keyboard per iPad, per gli scrittori on the road

Quando qualche settimana fa abbiamo presentato la nostra recensione del nuovo iPad Air 2019, l’abbiamo fatto usando anche la Smart Keyboard per iPad Air (compatibile anche con iPad Pro 10.5), un accessorio senza dubbio importante e che, nelle intenzioni di Apple, dovrebbe dare una mano a di diversi utenti che usano l’iPad in viaggio oppure a tutti coloro che hanno intenzione di sostituire un portatile con il tablet Apple. Ma è davvero così? E quanto è buona ed efficiente, anche in rapporto ad una tastiera da computer, la Smart Keyboard per iPad Air? E quanto è cambiata, se è cambiata, rispetto alla versione originale?

L’abbiamo provata per più di qualche giorno, sia come semplice cover che come tastiera vera e propria (questo pezzo è scritto proprio con la Smart Keyboard per iPad) e possiamo darvi le nostre impressioni, anche in riferimento al suo costo, che è importante ma che va valutato a come trasforma l’identità di iPad Air nella scrittura.

Come funziona

Collegare la tastiera all’iPad è facilissimo: grazie allo smart connector dell’iPad Air basta un movimento per agganciarla, e tutto è fatto.

Il fatto che funzioni senza Bluetooth e non abbia una batteria autonoma rende le cose più semplici in tutto, a patto però di adattarsi a quanto suggerisce Apple per il suo utilizzo.
Diversamente dalla Smart Keyboard Folio per iPad Pro, qui infatti l’inclinazione è una sola, ed è l’unica possibile perché lo Smart Connector è sul lato lungo dell’iPad.

L’angolo pensato da Apple però appare l’ideale per chi scrive, perlomeno su di una scrivania: anche la posizione delle mani è ottimale ed è anche discretamente ergonomica. Giudizio che deve tenere conto che si tratta di una tastiera che accompagna un display da 10,5 pollici quindi non grandissima.

I tasti sono più piccoli di quelli della Magic Keyboard, il che all’inizio può rendere un  pachi spaesato chi lavora con un Mac da scrivania. Nonostante questo lo spazio tra le lettere è studiato accuratamente e riduce gli eventuali errori di battitura. Buona la sensibilità dei tasti; la corta non è così corta come verrebbe da pensare.

La superficie di tutta la tastiera è coperta da una trama stile tessuto, che la rende molto piacevole al tatto ed evita il pessimo effetto scivoloso quando fa caldo.

Dal punto di vista tecnico c’è poco da dire. L’iPad vede la tastiera e modifica subito il proprio comportamento, non proponendo più la tastiera virtuale. Del resto nel momento in cui collegheremo la tastiera avremo un assetto tutto marchiato Apple e quindi ciascuna componente è studiata per funzionare perfettamente una accanto all’altra.

L’uso della Smart Keyboard

Sulla tastiera sono accessibili comandi ausiliari che si gestiscono con Comand, Option (Alt) e Control. Questi servono per l’attivazione di alcune scorciatoie da tastiera tra quelle più comuni, anche se serve un po’ di attenzione e di fortuna nel loro utilizzo, perché gli sviluppatori non sempre seguono precisamente le indicazioni standard, offrendo delle sorprese qui e là.

Molta della praticità della scrittura è data però dalle App che utilizziamo: questo articolo è scritto su iA Writer, nostro compagno per molte recensioni, che offre moltissime scorciatoie per chi ha una tastiera fisica.

La tastiera rappresenta per la sua forma e assetto l’ideale se si hanno molti testi da scrivere o magari dei fogli di calcolo. Una delle più utili in questo assetto è senza dubbio la possibilità di usare i tasti freccia per spostarsi comodamente e in modo preciso tra le parti di testo, cosa che con la tastiera virtuale solo poche App permettono. Il vantaggio di un tasto fisico è incomparabile rispetto alla tastiera virtuale che non risponde sotto le dita e rende scomodo, innaturale e anche stancante scrivere a lungo.

Il lato Bold dell’iPad

Chi acquista la Smart Keyboard per iPad lo fa sicuramente per utilizzarla come tastiera ma anche come cover. Acquistare una cover e la tastiera insieme ci sembra abbastanza ridondante, seppure la Smart Keyboard non sia la migliore cover del mondo.

Una volta chiusa la presenza dei tasti rende l’iPad più spesso e scomodo da trasportare di quanto non lo sia senza, facendo storcere il naso ai puristi del design (anche per via dello spessore irregolare), tuttavia crediamo che sia uno scotto necessario da pagare, per offrire la comodità di una tastiera “integrata”.

Recensione iPad Air 2019, il ritorno del figliol prodigo

I materiali di costruzione per la cover sono gli stessi (per quanto ci è dato vedere) della Smart Cover, anche se qui esiste un unico colore Nero. Il peso è abbastanza leggero e non influisce particolarmente sull’utilizzo del tablet; è forse appena più pesante della Smart Cover ma quando è agganciata all’iPad la differenza non i percepisce istantaneamente. Si deve fare un confronto

Il sistema di chiusura, studiato intelligentemente, è pensato affinché la tastiera funzioni solo ed esclusivamente quando l’iPad è in posizione di scrittura: in tutte le altre posizionila tastiera è disattivata, evitando inserimenti testuali non voluti. In quel contesto iPad propone la tastiera virtuale.

Conclusioni

Se scrivete molto, programmate o usate fogli di calcolo, oppure semplicemente non vi piace la sensazione della tastiera virtuale sotto le dita e volete viaggiare leggeri, l’iPad e una tastiera fisica sono un binomio imprescindibile: a giudizio di chi scrive questa è probabilmente la migliore sul mercato, sia come tastiera sia anche come cover, seppure in questa seconda forma si deve arrivare a qualche compromesso

Se viaggiate in treno, in aereo o semplicemente avete un tavolo non ampio dove operare, apprezzerete il corretto bilanciamento tra grandezza e lo spazio tra un tasto e l’altro il che rende questo modello molto interessante anche per un uso mediamente intensivo a domicilio.

In realtà secondo noi non dovrete pensare che basta questa tastiera per trasportare iPad nel mondo dei laptop. Il sistema operativo ha ancora molti limiti, gli stessi che abbiamo indicato nella nostra  recensione della versione originale, che potrebbero essere superati con iPadOs ma ai quali, allo stato attuale, la tastiera non può ovviare da sola. Da questo punto di vista, qualità della scrittura a parte, è una tastiera come diverse altre anche se ha un svantaggio strategico: lo smart connector; non serve dover mettere in conto la ricarica della batteria della tastiera oppure le fatiche e i grattacapi da abbinamento. Ad un vantaggio corrisponde un piccolo svantaggio che è quello dell’orientamento. Visto che la tastiera deve restare connessa all’iPad mediante lo smart connector, le posizioni di scrittura e inclinazione sono abbastanza obbligate.

Il prezzo non è economico. Costa di più di una Magic Keyboard per Mac (che si può usare pure con iPad) e anche di moltissime concorrenti wireless, che seppure offrono una minore qualità, potrebbero rappresentare per qualcuno una migliore scelta in rapporto all’utilizzo.

Prezzo

  • Con Smart Connector l’abbinamento non serve
  • Cover e tastiera in un solo accessorio
  • Molto “smart” nel rapporto con iP

Contro

  • L’unica posizione è orizzontale a inclinazione fissa
  • Da chiusa è un po’ spessa e riduce la bellezza dell’iPad
  • Prezzo importante

179,00 Euro

Smart Keyboard per iPad è distribuita da Apple in tutti i negozi Apple Premium Reseller della penisola, negli Apple Store e Apple Store on line. Su Amazon.it è in vendita sempre al prezzo di 179,00 Euro (anche se spesso è in sconto).

Ricordiamo che Smart Keyboard per iPad è compatibile solamente con gli iPad Air 2019 e iPad Air di terza generazione e non con gli altri modelli di iPad.