Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Giochi e Console » Sony crea una squadra per la conservazione dei videogiochi

Sony crea una squadra per la conservazione dei videogiochi

Secondo i post di Twitter e LinkedIn individuati da Video Games Chronicle, Sony ha assunto almeno un ingegnere (Garrett Fredley, un ex ingegnere che ha lavorato per lo sviluppatore mobile Kabam) per lavorare su un nuovo team di conservazione sei giochi.

Il post dell’ingegnere così recita:

Oggi è il mio primo giorno come Senior Build Engineer presso @PlayStation, lavorando come uno dei loro assunti iniziali per il nuovo team di conservazione! Game Preservation è stata la mia prima passione per la carriera, quindi sono entusiasta di tornare a quelle radici. Andiamo a garantire che la storia del nostro settore non venga dimenticata!

Non è del tutto chiaro su cosa lavorerà il team di conservazione o quali siano gli obiettivi di Sony per questo progetto. Engadget ha contattato Sony Interactive Entertainment per chiarimenti in merito.

Sony non ha sempre fatto un ottimo lavoro di conservazione dei giochi. Molti giochi PS1 funzionavano su PS2 e i modelli PS3 originali potevano eseguire molti giochi PS1 e PS2, ma non si potevano riprodurre dischi delle generazioni più vecchie su PS4. La PS5, tuttavia, supporta tutti i titoli PS4, tranne alcuni.

Sony crea una squadra per la conservazione dei videogiochi

La società ha chiuso la vetrina digitale PSP la scorsa estate, anche se ha fatto marcia indietro su un piano per chiudere gli store PS3 e Vita dopo un significativo contraccolpo. Non c’è alcuna garanzia che ogni esclusiva PS3 e PSP verrà aggiunta al nuovo servizio PS Plus, che non includerà i titoli Vita, quindi alcuni giochi andranno persi.

In un’intervista del 2017, il CEO di Sony Interactive Entertainment, Jim Ryan, ha rilasciato un’intervista in cui ha parlato della serie Gran Turismo su PS1, PS2, PS3 e PS4 e su quanto potessero sembrare antichi su una nuova console, interrogandosi sul perché qualcuno dovrebbe giocare a questi titoli. Insomma, dichiarazioni di senso opposto alla conservazione dei videogiochi, anche se successivamente lo stesso ha chiarito che non intendeva assolutamente screditare i vecchi titoli, ma solo osannare i capitoli più moderni.

Al di là dei possibili fraintendimenti, è bello vedere Sony porre maggiore enfasi sulla conservazione dei videogiochi. Anche Microsoft è impegnato in questo senso, avendo capito quanto gli utenti vogliono ancora essere in grado di giocare ai vecchi titoli su piattaforme moderne. Al contrario, Nintendo non è stata esattamente brava nella conservazione del gioco: chiuderà i negozi 3DS e Wii U il prossimo anno e probabilmente non porterà tutti i giochi di queste console sulla vetrina digitale di Nintendo Switch.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Airtag già in vendita su Amazon

Airtag resta al minimo da mesi, 24,75€ euro l’uno

Su Amazon l'Airtag singolo va al minimo storico. Solo 24,45 € l'uno se comprate la confezione da 4.

Ultimi articoli

Pubblicità