Ecco come Apple ha migliorato la tastiera dei MacBook Pro 2018

Silicone intorno al tasto

Scoperta la soluzione di Apple per rendere più silenziose e a prova di polvere le tastiere dei suoi portati. Sarà veramente efficace?

Il sito iFixit non ha perso tempo: ha iniziato il teardown dei nuovi MacBook Pro 2018 e ha scoperto che intorno ad ogni tasto sotto la tastiera c’è una sottile barriera di silicone che protegge il meccanismo che fa abbassare e sollevare i pulsanti.

Questa peculiarità è quella che potrebbe rendere più stabile e silenziosa la tastiera come evidenza Apple ma potrebbe essere anche un aiuto per impedire a sottili detriti di bloccare i tasti evitando il problema dei tasti “appiccicosi” o che non rispondono in modo coerente che ha costretto Apple ad avviare un programma di riparazione straordinario per le tastiere di tutta una serie di MacBook di precedente generazione.

Silicone intorno al meccanismo dei tasti

La tastiera dei nuovi MacBook Pro è l’ultima generazione di quelle con il meccanismo ridisegnato che controlla ogni tasto. È sottile e sfrutta un meccanismo a farfalla anziché il tradizionale meccanismo a forbice, una scelta che secondo Apple dovrebbe far abbassare e tornare al suo posto i vari tasti con un movimento fluido e omogeneo. La chiusura flessibile con gomme siliconiche – spiega iFixit – è chiaramente un sistema di protezione per proteggere il meccanismo contro l’invasione quotidiana di polvere microscopica e non un meccanismo di riduzione del rumore, anche se viene conformato da altre fonti che la tastiera è effettivamente meno rumorosa. Apple, di fatto, ha registrato un brevetto specifico nel quale fa riferimento a un meccanismo per “impedire e/o alleviare l’ingresso di contaminanti”.

Brevetto tasti protetti con il silicone

Non è al momento dato sapere se questa soluzione sarà effettivamente efficace. Si potrà dire solo con il tempo ma certamente dovrebbe alleviare problematiche lamentate da alcuni utenti con le tastiere dei precedenti MacBook. Apple d’altra parte nega la presenza di problemi sulle vecchie tastiere e dice che questi riguardano solo “una piccola percentuale” di utenti.

Al sito C-net un portavoce di Apple ha dichiarato che i nuovi MacBook non integrano una nuova ingegnerizzazione o modifiche sostanziali ma d’altra parte ammettere modifiche in tal senso, significherebbe ammettere un problema e dare ragione a chi aveva a suo tempo pensato di portare in giudizio Apple. La membrana di silicone sotto ad ogni tasto è in realtà una soluzione all’esistenza di un problema che Apple, pur adoperandosi per risolverlo, non ammetterà mai?