Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » ViaggiareSmart » Tesla FSD V12, ai dipendenti la promessa della guida autonoma

Tesla FSD V12, ai dipendenti la promessa della guida autonoma

Tesla ha iniziato a rilasciare ai dipendenti l’aggiornamento Full Self-Driving FSD V12, che dovrebbe essere fondamentale per raggiungere l’obiettivo di guida autonoma che Tesla ha in mente ormai da diversi anni.

Il CEO Elon Musk ha precedentemente affermato di credere che Tesla raggiungerà la capacità reale di guida autonoma entro la fine di qust’anno. In passato, il CEO aveva fatto affermazioni del genere senza che ciò si avverasse. Tuttavia, questa volta ha collegato l’obiettivo proprio all’aggiornamento FSD v12 di Tesla che ha di fatto rilasciato, sebbene soltanto ai dipendenti.

La differenza principale rispetto alle versioni precedenti è che le decisioni di guida e il controllo del veicolo non sono programmate in migliaia di righe di codice, ma a partire da FSD V12 per la prima volta la guida è gestita da reti neurali.

Tesla FSD V12, ai dipendenti la promessa della guida autonoma

Cosa cambia con Tesla Full Self Driving V12

Il cambiamento è epocale perché con le versioni precedenti, e i software di guida autonoma tradizionali, l’auto poteva affrontare in automatico solo scenari già previsti tramite righe di codice dedicati. Invece con le reti neurali il sistema di guida segue comportamenti e decisioni presi dai migliori guidatori umani in condizioni simili.

Oltre che apprendere dai migliori l’auto è potenzialmente in grado di affrontare situazioni non previste e non codificate dai programmatori. Musk ha affermato in precedenza che FSD “uscirà dalla fase beta” con l’aggiornamento v12, ma non ha mai specificato esattamente cosa questo avrebbe comportato.

Attualmente, i conducenti devono monitorare FSD in ogni momento durante la guida ed essere pronti a prendere il controllo del veicolo. Al momento, se si verificano incidenti durante l’utilizzo di FSD di Tesla, la responsabilità ricade sui conducenti, non su Tesla.

Perché Tesla possa davvero raggiungere la “guida completamente autonoma”, come l’azienda e Musk hanno promesso da tempo, la società dovrà assumersi la responsabilità del sistema e consentire ai conducenti di non prestare attenzione durante la guida. C’è da chiedersi se questo obiettivo sia comunque in astratto realizzabile anche in considerazione delle normative in vigore.

Tesla Model 3 diventa più bella dentro e fuori, migliora l’autonomia

Musk ha successivamente confermato su X che Tesla ha iniziato a distribuire l’aggiornamento FSD v12 ai tester interni. In precedenza, era disponibile solo per il team di test ingegneristici. Questo passaggio è l’ultimo prima del rilascio ai clienti finali.

Se tutto andrà per il verso giusto, sembra che Tesla sarà in grado di fornire l’aggiornamento ai clienti entro la fine dell’anno. Tuttavia, ciò non significa che Tesla abbia davvero raggiunto la “guida completamente autonoma”, poiché l’azienda finora non ha dichiarato nulla riguardo l’assunzione di responsabilità del sistema.

È possibile che Elon Musk offra un aggiornamento su Full Self Driving FSD V12 durante la cerimonia di consegna dei primissimi esemplari di Cybetruck, programmata per il 30 novembre. Tutti gli articoli su veicoli elettrici e mobilità smart sono disponibili in questa sezione del sito.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Mac mini M2 Pro in sconto del 21%, risparmiate 330 €

Su Amazon torna in sconto e va al minimo il Mac mini M2 Pro. Ribasso a 1249 €, risparmio da 330 €

Ultimi articoli

Pubblicità