Con Rekordata 1500 iPad per un progetto didattico

di |
logomacitynet696wide

A Bergamo parte un progetto didattico condotto dalla fondazione Ikaros con il supporto tecnologico di Rekordata: 1500 iPad 2 attivati in alcune scuole. Diventeranno un sistema integrato per i progetti educativi e lo studio.

Una scuola in Giappone annuncia l’utilizzo dell’iPad per 140 studenti e 10 professori ma anche in Italia le cose nel rapporto tra il tablet e la didattica non vanno così male: in ottobre 2011 è infatti diventato opertivo un grande progetto con 1500 iPad 2 attivati presso la Fondazione Ikaros di Bergamo consegnati ai rispettivi docenti ed allievi presso i suoi istituti professionali. La domanda se il nuovo tablet di Apple potesse recitare un ruolo importante nella scuola è stata superata dalla visione didattica del Direttore di Ikaros e dal know-how di Rekordata [sponsor], autore ed artefice tecnologico dell’intero progetto.

Rekordata è stata scelta grazie alla sua infrastruttura: server e raid per lo storage collegati ad una Server Farm, 9 aule con podcast e Wiki per registrare e condividere le lezioni, sviluppo di App personalizzate, implementazione di un sistema di Mobile Device Management per la gestione ed il controllo a distanza di migliaia di device, realizzazione di una gerarchia di privilegi per gli accessi ed infine un help desk con risposta immediata. Grandi numeri e complesse integrazioni. Dalle reti wirless, alle aule informatiche, dai servizi di segreteria e di gestione delle presenze, alle comunicazioni scuola – famiglia, dall’erogazione protetta ed assistita dei test di valutazione, alla sostituzione dei libri di testo. Non la semplice attivazione di un pacchetto “pronti via”, ma lo studio di un piano didattico e tecnico complesso, fatto di strategie di progettazione e tecnologia di alto livello.

Rekordata ha il know how necessario composto da un’esperienza significativa nelle organizzazioni con grandi numeri che necessitano integrazioni fra sistemi e strumenti diversi; una collaudata divisione di sviluppatori; una stretta collaborazione con docenti per supportare progetti dedicati al settore education.

Come spiegano i responsabili del progetto iPad non è stato scelto per il marchio; le parole chiave sono state integrazione, sicurezza, supporto, al quale Rekordata ha affiancato servizi aggiuntivi, professionalità e gestione globale. Una grande sfida viene lanciata ad insegnanti e studenti, l’impostazione educativa della Fondazione Ikaros non li poteva lasciare in balia di navigazioni non controllate e non sicure, senza un supporto tecnico efficace e sopratutto senza una completa integrazione con gli strumenti didattici usati dalla scuola. Il tablet di Apple offre queste garanzie.

Cosa c’è alla base di tanta determinazione per avviare un progetto di tali dimensioni?

«L’impostazione educativa della Fondazione – dicono i responsbili dell’iniziativa – permettere ai ragazzi di scoprire e sviluppare le proprie capacità attraverso l’apprendimento di un mestiere. Ikaros crede che per cambiare schemi consolidati di insegnamento occorra parlare il linguaggio dei giovani e dotarli degli strumenti e delle conoscenze sulle quali poggeranno la loro professionalità domani. Inoltre il tablet riveste un ruolo centrale nell’aiuto a studenti con difficoltà di apprendimento grazie al suo approccio efficace, semplice ed intuitivo.Una grande visione che offre una grande potenzialità educativa: nuova, stimolante e partecipata. Non una sperimentazione, ma un passaggio integrale e diretto al mondo digitale, come già il settanta per cento delle scuole americane sta avviando». Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito web Rekordata.
Rekordata Ikaros