Home Macity AggiornaMac Adobe, incerto futuro di Flash su Linux

Adobe, incerto futuro di Flash su Linux

Adobe ha pubblicato un documento con interessanti dettagli sullo sviluppo e la roadmap delle future versioni del Flash player. Per quanto concerne la versione 11.2, l’obiettivo degli sviluppatori è il rilascio entro il primo trimestre di quest’anno (non dovrebbe dunque mancare molto) integrando funzionalità per la gestione multithread dei video e altre funzioni minori. Per il secondo trimestre del 2012 è previsto l’arrivo di una versione dal nome in codice “Cyril”, con funzionalità specifiche per il mercato del gaming e l’integrazione di funzioni richieste dagli sviluppatori. Nella seconda metà del 2012 sarà il turno di “Dolores” nome in codice della versione con altre funzioni per il gaming, supporto dell’accelerazione hardware consentita da nuove schede video e altri miglioramenti.  

Per quanto concerne Linux, il supporto per questo sistema verrà ridotto già dopo la versione 11.2 del Flash Player: Adobe non offrirà più download diretti per le distribuzioni Linux indirizzandoli verso il browser Chrome di Google (le due società stanno collaborando per lo sviluppo di API per l’hosting di plug-in e a un layer dal nome in codice “Pepper” che permetterà agli sviluppatori di lavorare astrattamente tra le versioni per browser e sistemi operativi).

Il supporto per Windows 8 è in cantiere ma a causa delle varie configurazioni hardware con le quali questo sistema potrà essere eseguito, non è chiaro quali saranno le configurazioni effettivamente supportate.  Per le versioni che girano su dispositivi mobile e smartphone gli unici accorgimenti riguarderanno bug critici o i problemi di sicurezza.

Continua il supporto a OS X: Adobe ha fatto sapere che il Flash player sarà disponibile nelle varie future versioni come plug-in e che le applicazioni create con AIR potranno essere distribuite anche sul Mac App Store. La società è al lavoro per rendere le applicazioni create con AIR compatibili con la tecnologia di sandboxing integrata in OS X 10.7.3 e punto di forza del futuro OS X 10.8 Mountain Lion.

 

[A cura di Mauro Notarianni]

Offerte Speciali

Minimo storico per MacBook Air M1 256 GB: 1037,00 €

MacBook Air M1 256 GB nei colori argento e oro torna al minimo storico: 977 euro

Il portatile più ricercato della nuova ondata di Mac in offerta con uno sconto che lo porta per la prima volta a 977 euro
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,767FansMi piace
90,957FollowerSegui