Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » ViaggiareSmart » Auto cinesi e sicurezza, scatta indagine USA

Auto cinesi e sicurezza, scatta indagine USA

Le auto odierne sono «costantemente connesse» con i telefoni dei conducenti, con gli altri veicoli, con le infrastrutture americane e con i loro produttori, senza considerare il fatto che le più moderne usano persino tecnologie come l’assistenza alla guida che devono ancora essere regolamentate del tutto: quanto basta per far scattare l’indagine negli Stati Uniti, col governo americano preoccupato da quel che potrebbe fare un governo avversario qualora dovesse usare i dati raccolti in modo sbagliato.

I dati nel mirino

E parliamo di una montagna di informazioni sensibili: i veicoli connessi infatti usano con regolarità le telecamere e i sensori «per registrare informazioni dettagliate sulle infrastrutture statunitensi; interagiscono direttamente con le infrastrutture critiche; e possono essere pilotati o disabilitati da remoto» avvisa la Casa Bianca.

La paura è che questi veicoli, per via della loro natura «vulnerabile» (nessun sistema informatico, per quanto protetto, è immune da possibili accessi indesiderati o furto di dati), possano perciò costituire una «nuova minaccia» per il paese tanto da mettere potenzialmente a rischio la sicurezza nazionale.

Il Dipartimento del Commercio condurrà le indagini. Non accadeva dall’era Trump, quando per motivi sempre legati alla sicurezza nazionale, si bandiva Huawei dal paese.

70mai Dash Cam Omni, video a 360 gradi in auto in sconto su Amazon a 160 euro

Cosa preoccupa

Va detto che sulle strade statunitensi circola ancora un numero abbastanza esiguo di auto costruite in Cina, che invece stanno gradualmente spopolando in Europa. Ma più delle auto elettriche a destare la preoccupazione dell’America sono le telecamere, i sensori e i software utilizzati nelle auto, che sono appunto finiti al centro delle indagini.

«La Cina è determinata a dominare il futuro del mercato automobilistico, anche attraverso l’uso di pratiche sleali» accusa il presidente Joe Biden, temendo che i dati raccolti dai veicoli in circolazione negli USA possano essere inviati alla Repubblica popolare cinesi e impiegati per scopi che possano mettere in pericolo la sicurezza della nazione. «Non permetterò che ciò accada sotto il mio controllo».

Tecnologia, Veicoli, Destinazioni, Applicazioni: tutto quello che c’è da sapere sul mondo della mobilità è raccontato nella sezione ViaggiareSmart del nostro sito.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Confronto iPhone 15 contro iPhone 14, quale scegliere

Su Amazon ancora ribassi per iPhone 15, ora al minimo storico con prezzo da 769€

Si allarga lo sconto su iPhone 15. Sono in promozione sia i modelli da 128 Gb che quelli di 256 Gb. Risparmio record fino al 21% e prezzi di 210 € sotto quelli consigliati da Apple.

Ultimi articoli

Pubblicità