Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Audio / Video / TV / Streaming » DAZN ci ripensa, per questa stagione salva la condivisione account

DAZN ci ripensa, per questa stagione salva la condivisione account

Pubblicità

La notizia circolata qualche giorno fa sulla possibilità che DAZN scegliesse di impedire la condivisione account con due visioni contemporanee ha suscitato scalpore. Tanto da indurre la piattaforma a diramare un comunicato ufficiale. Sebbene DAZN difenda le motivazioni che avrebbero portato alla scelta di vietare la condivisione, ha scelto di non intervenire al momento. Per questa stagione non ci sarà alcuna modifica.

In riferimento a quanto riportato nei giorni scorsi da diversi organi di informazione, DAZN precisa in via ufficiale e diretta la sua posizione relativamente all’utilizzo dell’account legato al proprio abbonamento.

Anzitutto, il comunicato pone l’accento su alcune condizioni contrattuali in cui si puntualizza che, in ogni caso, “Il servizio DAZN e tutti i contenuti visualizzati attraverso lo stesso, sono ad esclusivo uso personale e non commerciale”. Inoltre, precisa la piattaforma, da contratto la password per accedere al servizio “deve essere mantenuta al sicuro, i codici di accesso non devono essere condivisi con nessuno o essere in altro modo resi accessibili ad altri.” E ancora, DAZN precisa che l’utente accetta da contratto che i dati di login siano unici per lo stesso e non possano essere condivisi con altri.

dazn offerta

L’inizio del comunicato stampa pone così l’accenso sul fatto che, nonostante la visione sia consentita contemporaneamente su due dispositivi, questo non significa poterne fare un uso scorretto e contrario a buona fede. DAZN specifica che la visione contemporanea è stata consentita al fine di offrire un’esperienza personale più ricca all’interno di un unico contesto domestico.

Tuttavia, DAZN tiene a precisare che sin dall’inizio del Campionato di calcio di Serie A è stato constatato un considerevole incremento di comportamenti non corretti, che hanno portato la piattaforma a dover reagire.

Tuttavia, e questa è la parte in cui il colosso sembra fare un passo indietro, DAZN si è decisa a non effettuare alcun cambiamento alla politica di visione condivisa:

nel rispetto di coloro che usano in modo corretto la condivisione e con l’obiettivo di tutelare l’interesse dei nostri abbonati, nessun cambio verrà introdotto nella stagione in corso

Per concludere, da un lato DAZN spera che l’attenzione sollevata dalle indiscrezioni circolate (quelle che lasciavano presagire il cambiamento), porti ad una riflessione seria e concreta sul tema degli abusi contrattuali e della pirateria. Dall’altro, però, ha scelto di continuare a tutelare l’utenza che rispetta tale contratto, e che usufruisce della visione contemporanea secondo buona fede e nei limiti previsti dal contratto.

Il nostro impegno continuerà ad essere costante e, come sempre, siamo pronti a lavorare insieme a istituzioni, autorità e con tutte le parti coinvolte e interessate

La questione, però, non finisce qui, considerando che DAZN dovrà incontrare il​ Ministro Giorgetti al fine di illustrare le proposte di rimodulazione e ampliamento delle offerte: l’obiettivo finale, conclude il comunicato è quello “di mettere al centro i consumatori”.

Il comunicato ci pare chiaro: le problematiche esistono e sono piuttosto gravi. Il riscontrato utilizzo improprio della condivisione account, posta in essere da una grande fetta di utenti porterà, presto o tardi, ad una rimodulazione dell’offerta, con limiti più stringenti. Ad ogni modo, non per questa stagione.

Negli scorsi giorni DAZN ha presentato le carte regalo e i codici prepagati da regalare agli appassionati di sport. Tutte le notizie su DAZN si trovano da questa pagina di macitynet.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

GLi AirPods Pro di 2ª generazione con ricarica USB-C

Per gli Airpods Pro è il minimo storico, solo 219€

Amazon abbassa il prezzo degli Airpods Pro 2 con USB-C, li pagate 219 €, il 21% meno del prezzo Apple e il minimo storico
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità