Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Macity - Apple » Mondo iOS » iPhone » GreyKey, la polizia fatica a tenere segreto lo sblocca iPhone

GreyKey, la polizia fatica a tenere segreto lo sblocca iPhone

La polizia e le agenzie governative hanno cercato di mantenere il segreto sull’acquisto della tecnologia di sblocco per iPhone GreyKey di GreyShift. Eppure, la scatola dei miracoli fatica a rimanere segreta. Lo strumento forense per iPhone GreyKey di GreyShift è stato rivelato in precedenza in documenti della FCC. Ma ora una serie di accordi di non divulgazione e altri documenti di riservatezza hanno rivelato alcuni dettagli sull’uso e sui requisiti dello strumento.

Secondo Motherboard, i documenti sono stati ottenuti attraverso una serie di richieste di registrazione pubblica. Si tratta di documentazione che la polizia e le altre autorità devono firmare e rispettare prima di poter utilizzare GreyKey. Alcuni dei documenti contengono sezioni che, a quanto pare, avrebbero dovuto essere censurate. Una di queste sezioni è correlata a un precedente rapporto secondo cui GreyShift era riuscito a bypassare la modalità USB Restricted Mode di Apple nel 2018.

GreyShift sblocca iPhone

Ecco il patto segreto da stipulare prima dell’utilizzo di questo strumento:

Senza limitazioni riconosci e accetti di non rivelare l’esistenza di funzionalità e soluzioni GrayKey progettate per eludere la modalità con restrizioni USB rilasciata in iOS 11.4.1 e aggiornato durante le future versioni di iOS a tua disposizione alla data del presente o in merito a tale data, o qualsiasi dettaglio o funzionalità dello stesso

I documenti specificano come lo strumento sblocca iPhone GreyKey deve essere utilizzato sui dispositivi effettivamente in possesso delle forze dell’ordine. Peraltro, la serie di documenti include anche separatamente quelli di agenzie governative che hanno cercato di mantenere il segreto di aver acquistato GreyKey.

GreyShift, la polizia fatica a tenere segreto lo sblocca iPhone

A chiarire la situazione interviene direttamente il CEO di GrayShift David Miles «Gli accordi di riservatezza aiutano a proteggere i nostri clienti e partner nel modo in cui le informazioni riservate vengono divulgate e noi proteggiamo e manteniamo l’integrità delle nostre relazioni». Il dirigente aggiunge «Sono strumentali nell’impedire la divulgazione pubblica della nostra proprietà intellettuale per proteggere l’integrità della nostra ricerca sulla sicurezza».

Dunque viene specificato che «Gli accordi di riservatezza non hanno affatto lo scopo di impedire la divulgazione di dati probatori o informazioni generali su GrayKey nei procedimenti giudiziari che possono derivare dai dati estratti da GrayKey durante le indagini dei nostri clienti».

Per ulteriori dettagli sul sistema GrayKey e sul suo funzionamento rimandiamo a questo articolo di macitynet.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Sconto boom, per MacBook Air M2 512GB 1199 €!

Su Amazon il MacBook Air da 15,4" nella versione da 512 GB con processore M2 va in sconto. Lo pagate 680 euro meno del nuovo modello, solo 1199€

Ultimi articoli

Pubblicità