Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Smart Watch » HealthKit e privacy: problemi in vista per Apple?

HealthKit e privacy: problemi in vista per Apple?

Apple potrebbe affrontare problemi di privacy e diverse sfide per via delle normative vigenti a causa di HealthKit e delle funzioni annesse che saranno introdotte il prossimo mese con il lancio di iOS 8. A riferirlo è Reuters basandosi sulla notizia riportatavi ieri riguardante la collaborazione dell’azienda di Cupertino con diversi operatori sanitari per portare la nuova tecnologia sviluppata da Apple nel maggio numero di strutture sanitarie e ospedali nel mondo.

Si tratta di un argomento nuovo al quale potrebbe essere legato l’iWatch, dispositivo sulla bocca di tutti da diversi mesi di cui però ci sono solo svariate supposizioni riguardo caratteristiche e design. Ciò che invece è chiaro ed è stato confermato dalla WWDC di Apple dello scorso 2 giugno è che su iOS 8 ci sarà Salute, una nuova applicazione in grado di raccogliere in un unico posto tutti dati relativi a pressione sanguigna, battito cardiaco, peso, livello di idratazione e molto altro. Fino ad oggi le informazioni clinico-mediche di utenti e pazienti sono memorizzate all’interno di centinaia di diverse applicazioni: Apple potrebbe quindi aver intenzione di creare uno standard per questi dati, redendoli così disponibili ovunque, per qualsiasi struttura o medico abilitati, permettendo così sia una semplificazione del sistema, sia ai medici di prendere milgiori decisioni per la diagnosi e le terapie dei pazienti.

Sappiamo già che la multinazionale di Cupertino ha già avviato collaborazioni con Nike, Epic e Mayo Clinic, e presto il numero dei sistemi sanitari che utilizzeranno HealthKit è destinato a crescere: proprio per questo motivo, Apple potrebbe dover affrontare uno dei problemi che da qualche anno a questa parte affligge i dispositivi tecnologici e in maggior misura quelli relativi alla salute: la privacy dei consumatori. In base a quanto si apprende, Apple integrerà la possibilità di far scegliere all’utente se e quali dati abilitare nell’app Salute da condividere con il proprio medico attraverso appositi interruttori, con l’ulteriore opzione di effettuare un backup dei dati su iCloud che sarebbero in ogni modo criptati.

Apple sembra abbia già assunto diversi esperti in salute ed avvocati per evitare problemi riguardo leggi e regolamenti dei vari paesi costruendo HealthKit in modo tale che la responsabilità sul trattamento e l’uso dei dati non ricadrà sulla multinazionale di Cupertno bensì su ospedali, istituti e dottori che impegheranno queste informazioni, evitando di conseguenza l’intervento della HIPAA (Health Insurance Portability e Accountability Act), ente statunitense che protegge le informazioni sanitarie personali archiviate o trasmesse, come ad esempio un referto medico.

healthkit privacy

 

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

I nuovi Beats Studio + per la prima volta in sconto, solo 164,99€

Oggi comprate i Beats Studio + al minimo storico, solo 149,99€

Su Amazon vanno in sconto al minimo storico, gli auricolari Beats Studio +. Sono i perfetti concorrenti, più ergonomici e con soppressione del rumore, degli Airpods 3 e costano oggi solo 149,99€, il prezzo più basso che hanno mai avuto

Ultimi articoli

Pubblicità