fbpx
Home Hi-Tech Audio / Video / TV / Streaming IFA 2020: Qualcomm sfida AirPods Pro con Adaptive ANC

IFA 2020: Qualcomm sfida AirPods Pro con Adaptive ANC

C’è una nuova tecnologia progettata per migliorare l’esperienza d’uso degli auricolari con sistema ANC integrato: è di Qualcomm e si chiama Adaptive ANC (acronimo di Active Noise Cancellation, ndr) presentata a IFA 2020. Sulla carta sarebbe in grado di adattare le prestazioni delle cuffie in base alla conformazione del padiglione auricolare, rendendole così capaci di adattarsi in tempo reale alle esigenze dell’utente durante l’utilizzo.

«Dal nostro report State of Play 2020 è emersa la crescente richiesta dei consumatori in termini di cancellazione attiva del rumore anno dopo anno, fino a rappresentare ora la quarta caratteristica più ricercata negli auricolari. Per i produttori questo rappresenta quindi un elemento di differenziazione fondamentale su cui puntare», ha dichiarato James Chapman, vice president and general manager di Qualcomm Technologies.

Il dirigente prosegue «Tuttavia, a volte può essere difficile per gli OEM fornire prestazioni ANC costanti, perché gli auricolari non sempre hanno la stessa vestibilità o non sono posizionati nell’orecchio allo stesso modo. Inoltre, possono variare notevolmente sia le modalità che il luogo in cui i consumatori utilizzano questi dispositivi. Abbiamo progettato la tecnologia Qualcomm Adaptive ANC per aiutare i nostri clienti a offrire prestazioni costanti e consistenti e un’ottima qualità del suono al maggior numero possibile di consumatori».

Qualcomm sfida AirPods Pro con la tecnologia di ANC per auricolari true wireless

Insomma la sfida è chiaramente diretta ad AirPods Pro, che tra le caratteristiche e le funzioni di punta contano proprio sulla cancellazione del rumore e sull’adattività. Gli auricolari della serie Pro di Apple regolano infatti il livello di cancellazione del rumore all’incirca 200 volte al secondo, mentre con l’EQ adattivo aggiustano automaticamente l’uscita audio in base alla forma dell’orecchio. Qualcomm promette qualcosa di più, riuscendo sostanzialmente a capire come sono indossati gli auricolari e regolare quindi l’uscita audio di conseguenza.

Questa tecnologia – spiegano – dovrebbe teoricamente funzionare con tutti gli auricolari, compresi quelli che utilizzano un gommino in-ear o che presentano un design particolare, come quello dei recenti Samsung Galaxy Buds Live. Il comfort è fondamentale e Qualcomm sta lavorando proprio lì, nel tentativo di «Ridurre la dipendenza dalla forma delle proprie orecchie e dalla tenuta ermetica degli auricolari, in modo che le persone non debbano torcerli o spingerli a fondo». Dovrebbe inoltre funzionare senza dover eseguire un collaudo prima di indossare gli auricolari e promettere le medesime caratteristiche sia con la musica che con le chiamate vocali, regolando automaticamente la potenza della cancellazione del rumore in base alle condizioni ambientali del momento.

recensione airpods pro2128Al momento non esistono ancora auricolari che utilizzano questa tecnologia. Qualcomm collabora già con Jabra, Sennheiser, Bang & Olufsen, Audio Technica, Skullcandy e diversi altri produttori di auricolari, quindi probabilmente non ci vorrà ancora molto per vedere qualcuno in commercio. Tutti gli articoli di macitynet che parlano di Qualcomm sono disponibili da questa pagina.

Macitynet ha dedicato numerosi articoli agli auricolari wireless Apple: qui tutto quello che c’è da sapere sul modello prima generazione, qui invece su AirPods 2 e in questo articolo trovate la nostra recensione. A questo indirizzo abbiamo realizzato uno speciale per aiutarvi a scegliere tra Powerbeats Pro e AirPods Pro. Tutti gli articoli di macitynet che parlano di AirPods sono disponibili da questa pagina. Invece per tutti gli articoli che parlano di periferiche, accessori e in generale sull’audio digitale si parte da questa pagina.

Tutti gli articoli di macitynet che parlano di IFA sono disponibili da questa pagina.

Offerte Speciali

MacBook Air 512 GB in forte sconto a 1319 euro; modello da 256 GB a 1049 €

MacBook Air 512 GB al minimo: solo 1289,90 euro

Su Amazon comprate ancora il nuovo MacBook Air da 512 GB al prezzo più basso di sempre: 1289,99 euro invece che 1529.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,792FansMi piace
93,853FollowerSegui