iPhone superato dai terminali cinesi, per i rivenditori non è solo questione di prezzo

Le vendite iPhone in Cina non hanno subito un tracollo solo per il prezzo elevato. Secondo rivenditori e analisti iPhone è superato dai terminali cinesi anche in termini di funzioni offerte, soprattutto legate alle fotocamera

I clienti iOS e Android sono più fedeli che mai

Il brusco calo delle vendite iPhone in Cina non è dovuto esclusivamente al prezzo troppo elevato: secondo rivenditori e analisti iPhone è superato dai terminali cinesi anche in termini di funzionalità offerte.

Il problema dei prezzi elevato è iniziato con iPhone X ma è risultato più evidente con la gamma iPhone 2018. Il terminale del decimo anniversario è stato il primo iPhone a infrangere la barriera dei 1.000 dollari, una soglia a cui numerosi utenti cinesi non sono disposti ad arrivare per sostituire e acquistare un nuovo terminale. Una soglia sensibilmente superiore rispetto alle somme comprese tra 500-800 dollari a cui anche gli utenti cinesi erano abituati da anni per l’acquisto di un nuovo iPhone.

Il problema per Cupertino si è aggravato con il lancio di iPhone XS e XS Max che di fatto hanno creato un vuoto nel segmento sotto gli 800 dollari. Una opportunità che i costruttori cinesi si sono affrettati a sfruttare al massimo.

Le considerazione sono contenute in un nuovo report di Counterpoint che analizza i problemi di iPhone in Cina. Con l’incremento di prezzi iPhone numerosi utenti del Paese hanno abbandonato Apple per rivolgersi sempre più ai terminali dei marchi cinesi. Allo stesso tempo pochissimi lasciano Android per passare a iPhone.

Preso atto del calo di vendite in Cina, Apple si è mobilitata rapidamente per introdurre riduzioni di prezzo sotto forma di programmi di permuta con valutazione del vecchio iPhone per l’acquisto del nuovo, oltre che con sconti applicati sugli acquisti in volume dai grandi rivenditori, fisici e soprattutto online. Ma qui si è avvertito i secondo problema.

Per un numero crescente di cinesi iPhone è stato superato dai terminali cinesi in termini di design e funzioni, sopratutto per quanto riguarda una delle caratteristiche più gettonate in assoluto nel Paese, vale a dire le fotocamere.

Un rivenditore cinese specializzato nell’acquisto e vendita di smartphone usati dichiara di aver rilevato una migrazione di utenti da Apple verso i terminali Huawei. Questo anche grazie alla passione dei cinesi per i selfie e la fotografia. Fin dal 2016 Huawei ha accelerato su questo fronte collaborando con la tedesca Leica per offrire funzioni fotografiche di alta qualità.
In Cina Apple estende il programma trade-in per iPhone XR e XSSecondo il Ceo di Hishoubao riportato da Reuters «Le fotocamere di Huawei sono diventate notevolmente migliori di quelle di Apple, in quanto soddisfano maggiormente i gusti dei consumatori cinesi». Ma nella corsa al miglioramento delle fotocamere non c’è solo Huawei ma anche Oppo, Vivo e Xiaomi.

La fotocamera non è l’unica funzione per cui iPhone sarebbe superato dai terminali cinesi. Vengono citati anche il lettore di impronte integrato nello schermo e i design privi di notch, tutte soluzioni che lasciano completamente libero lo schermo frontale offrendo la massima area display disponibile per l’utente. Da qui segue il brusco calo di vendite incassato da Apple in Cina, con quote di mercato smartphone in calo per Cupertino all’interno di un mercato già in calo.

Su macitynet.it trovate tutte le notizie su iPhone XS, iPhone XS Max, iPhone XR e in generale sugli iPhone di ultima generazione.