Lakka, il mini Linux che trasforma vecchi Mac e PC in macchine retro gaming

Una distribuzione GNU/Linux molto leggera trasforma Raspberry Pi ma anche vecchi Mac e PC, in perfette console per il retro gaming. Supportati di serie i controller PS3, PS4, Xbox 360, Xbox One e altri gamepad/joystick da collegare via USB

Lakka

Se siete alla ricerca di un modo per riciclare un vecchio Mac (con CPU Intel) o un PC ormai superato e amate i videogiochi, Lakka vi permette di trasformarli in ottime macchine per il retro gaming (strumenti per sfruttare giochi non più in commercio e in voga anni fa). Si tratta di una distribuzione Linux che non richiede grandi conoscenze del sistema operativo Open e che, tra le altre cose, integra già di serie il supporto per vecchi gamepad e joystick che molti magari hanno già in casa.

La distribuzione è molto “leggera” ed è la stessa del media center OpenELEC, una particolare versione di XBMC o meglio “Kodi” come si chiama adesso. Il sistema mette a disposizione tutto quello che serve per emulare dai giochi Atari a quelli per Playstation. I vecchi sistemi di gioco che è possibile emulare sono moltissimi, li riportiamo qui di seguito seguiti tra parentesi dal nome dell’emulatore sfruttato: 3DO (4DO), Playstation (Beetle PSX), SNES / Super Famicom (bsnes-mercury Balanced, SNES9x Next), Nintendo DS (DeSmuMe), Arcade (FBA), Game Boy / Game Boy Color (Gambatte), Sega Master System / Game Gear / Mega Drive / CD (Genesis Plus GX), Lynx (Handy), Neo Geo Pocket / Color (Mednafen Neopop), PC Engine / TurboGrafx 16 (Mednafen PCE FAST), PC-FX (Mednafen PC-FX), Virtual Boy (Mednafen VB), WonderSwan / Color (Mednafen Cygne), Nintendo 64 (Mupen64Plus), NES / Famicom (Nestopia), PSP (PlayStation Portable), Atari 7800 (ProSystem), Atari 2600 (Stella), Game Boy Advance (VBA-M), Atari Jaguar (Virtual Jaguar).

Dopo aver caricato nel sistema le ROM con le immagini dei giochi, sarà possibile navigare nei menu con nient’altro che i gamepad. La distribuzione può essere installata su vecchi PC e anche “piastre” quali Raspberry Pi A+ / B+, CuBox-i, HummingBoard, Banana Pi, Cubieboard 2 e Cubietruck. Al momento non è integrato il supporto per Raspberry Pi 2 e Odroid-C1 ma chi cura la distribuzione sta lavorando per integrare il loro supporto.

L’interfaccia del sistema ricorda un po’ quella di PS3/PS4 con icone orizzontali e voci che è possibile scorrere in verticale. Gli sviluppatori rilasciano aggiornamenti di frequente e fix dal punto di vista grafico e icone migliori dovrebbero essere in arrivo. Tra i controller riconosciuti quelli di PS3/PS4 o Xbox 360/Xbox One. Sebbene Lakka giri bene anche su sistemi come il Raspberry Pi per emulare Nintendo 64 o Playstation sarà meglio sfruttare macchine un po’ più potenti. Se avete un vecchio notebook potete trasformarlo in retro gaming machine portatile mentre un vecchio PC potete trasformalo in un cabinet da giochi da sala. Non è una novità assoluta ma Lakka rende il tutto molto più semplice rispetto a prima.

Per l’installazione servono: un vecchio Mac (con CPU Intel) o PC, una chiavetta USB (da almeno 512 MB) sulla quale scaricare l’installer, una tastiera USB (solo per la fase di setup iniziale), un router (per trasferire le ROM dal network locale), un cavo ethernet (per connettere il sistema Lakka al router, il Wi-Fi non è al momento supportato), un monitor (se usate un computer fisso), un controller PS3, PS4, Xbox 360, Xbox One o altri gamepad/joystick da collegare via USB.

Lakkaes