I migliori dieci libri (più uno) su Apple e Steve Jobs

Libri su Steve Jobs

A sette anni dalla morte rivediamo la nostra lista di libri su Jobs e sulla sua creatura: Apple. sterminati i libri dedicati alla Apple e al co-fondatore Steve Jobs. Tra i tanti disponibili, abbiamo selezionato dieci volumi (più uno) che non dovrebbero mancare sugli scaffali degli appassionati del mondo della Mela.

Sulla storia di Apple e di Steve Jobs è possibile trovare di tutto: articoli, libri, film, documentari, audiolibri e persino fumetti. Per quanto riguarda i libri, non è facile consigliare i volumi da leggere ma abbiamo provato a stilare un breve elenco, indicando quelli che, a nostro avviso, non dovrebbero mancare nella libreria degli appassionati utenti del mondo della Mela. Si tratta di un elenco di dieci (più uno che offre uno sguardo peculiare può fondatore di Apple e la sua creatura) che abbiamo letto e che consigliamo a distanza di sette anni dalla morte del fondatore di Apple

Revolution in The Valley: Titolo: Revolution in The Valley: The Insanely Great Story of How the Mac Was Made
Autore: Andy Hertzfeld
Editore: O’Reilly
Disponibile su Amazon in formato Kindle a 13,10 euro e con copertina rigida o flessibile da 14,77 euro

Andy Hertzfeld, l’autore di questo volume, ha cominciato a sviluppare applicazioni per l’Apple II nel 1979 ed è stato uno dei mebri-chiave del team nel che sviluppò il progetto Macintosh nel 1981. Suoi sono gran parte dei lavori del sistema operativo originale – compreso molto codice incluso nelle ROM – così come innovazioni diventata standard nelle interfacce grafiche come il Pannello di controllo e la clipboard. Fu sua, tra le altre cose, l’idea di chiamare Susan Kare per realizzare le prime icone e i caratteri inclusi di serie con il Mac OS.

Hertzfeld pubblica nel tempo libero ricordi e testimonianze dell’epoca nel sito folklore.org ed ha scritto l’interessante “Revolution in the Valley”, un volume pieno di racconti curiosi e inediti che non dovrebbe assolutamente mancare nella libreria di tutti gli appassionati della storia di Apple. Dai vari aneddoti si evince la passione nello sviluppo di sistemi operativi allora rivoluzionari, le difficoltà avute all’epooca, si chiariscono aspetti controversi con Xerox, parla dei concorrenti di allora e tanto tanto altro. Un libro(disponibile solo in inglese)  da non perdere per chiunque è interessato alla storia di Apple. Molti degli aneddoti raccontati nel volume sono stati ripresi nel film Steve Jobs| diretto da Danny Boyle e sceneggiato da Aaron Sorkin.


Inside Apple

Titolo: I segreti di Apple. Quello che Jobs non ha mai raccontato sull’azienda più ammirata e blindata del mondo
Autore: Adam Lashinsky
Editore: Sperling & Kupfer
Disponibile in italiano (traduzione di P. Lucca) e in inglese a 3,99 euro nel formato Kindle, a 7,15 con copertina flessibile e a 19,08 euro con copertina rigida.

Un libro che mira a raccontare la Apple dall’interno, gestita da un organigramma non convenzionale, per un’azienda fuori dagli schemi. Adam Lashinsky parte spiegando che la peculire struttura organizzativa di Apple, con il CEO Tim Cook al centro, è soltanto uno degli aspetti per cui è differente da altre aziende. È sbagliato pensare ad Apple come a uns startup ma Steve Jobs aveva capito che, laddove necessario era possibile riprodurre l’effetto startup anche all’interno di un’enorme organizzazione, con varie squadre che operano come piccole spocietà indipendenti, quantunque con immense risorse a disposizione. Gli sviluppatori che lavorano a progetti speciali sono distaccati in zone riservate che danno l’illusione di essere una sratup. Il volume è disponibile in inglese ma è stato tradotto in varie lingue, italiano compreso.


Titolo: Think simply. Il potere della semplicità
Autore: Ken Segall
Editore: Franco Angeli
Disponibile in formato Kindle a 17,99 euro o con copertina flessibile a 25,90 euro

L’autore è il creative advertising director che tante volte ha lavorato a stretto contatto con Steve

Think Simply

Jobs e uno degli artefici della resurrezione della Apple. Il volume mira a spiegare il segreto del successo di Steve Jobs e dell’azienda da lui co-fondata. Insanely Simple racconta di come Steve Jobs ha applicato il proprio credo della semplicità in Apple, trasformando una società sull’orlo della bancarotta nell’azienda più ammirata e più capitalizzata al mondo. Per illustrare la filosofia di Jobs e la sua applicazione nel business, Segall descrive i 10 principi della semplicità, offrendo per ognuno esempi pratici, raccontando storie ed episodi relativi a Jobs e ad Apple che l’autore assicura non sono ancora stati né raccontati né pubblicati. Nel libro troviamo episodi curiosi ed inediti, gli slogan di Jobs, il suo modo di avvicinarsi ai problemi e alle persone. “La semplicità attira clienti, motiva i dipendenti, consente di avere idee migliori rispetto alla concorrenza e rende i processi più efficaci” si legge nella descrizione del volume; “è probabilmente lo strumento più potente nel mondo del business. Eppure, è raro che le organizzazioni siano semplici. Apple è un esempio eccellente di azienda spinta dalla forza della semplicità”. Un libro ricco di spunti preziosi, per scoprire come fare del potere della semplicità la guida per qualunque attività: innovazione, organizzazione, vendita e comunicazione.


Titolo: Semplicemente perfetto. La storia di un’idea geniale
Autore: Steven Levy
Editore: Sperling & Kupfer
Disponibile con copertina rigida a 8,10 euro

Il 2011 Apple lancia l’iPod Semplicemente perfetto con la premessa: “Metti in tasca tutta la musica che vuoi”. Un successo travolgente e il dispositivo iconico considerato una delle più prodotto più importanti degli ultimi venti anni, un oggetto che ha trasformato il comportamento delle persone, ha sconvolto il mercato musicale e trasformato TV e radio con il podcasting. Il volume ripercorre le ragioni del successo e la capacitò di Steve Jobs di di convincere le case discografiche a concedere i loro brani in licenza per l’iTunes Store. Un viaggio alla scoperta delle ragioni di un successo, tenendo conto anche di tematiche riguardanti Napster e i processi della corte suprema sul copyright e di tutti gli argomenti tecnici, legali, sociali e musicali che l’oggetto solleva.

 


Steve Jobs ConfidentialTitolo: Steve Jobs confidential. Un viaggio eclusivo nella mente dell’uomo che ha inventato il futuro
Autore: Brent Schlender e Rick Tetzeli
Editore: Sperling & Kupfer
Disponibile in formato Kindle (9,99 euro) , su iBooks Store(9,99 euro) e con copertina rigida a 16,91 euro.

Questa biografia promette di svelare aspetti mai rivelati prima dell’uomo e del suo carattere, grazie a una serie di interviste realizzate in esclusiva dagli autori con Tim Cook, Jony Ive, Bill Gates e altri personaggi celebri che ruotano intorno ad Apple e al mondo della tecnologia che hanno conosciuto e lavorato personalmente con il genio cofondatore della Mela. Rispetto al libro di Isaacson il volume dei giornalisti Brent Schlender e Rick Tetzeli, tiene conto di aspetti meno materiali ed ha ricevuto il plauso di lettori “eccellenti” ai quali i due autori avevano anticipato il manoscritto.

Il volume è stato elogiato dall’attuale CEO di Apple, supportato da parenti amici e colleghi di Jobs che avevano meno apprezzato il lavoro di Isaacson. Il libro non è un’apologia dell’uomo ma una storia dettagliata e ricca di sorprese della sua trasformazione. I due autori hanno conosciuto e avuto a che fare con Jobs per vari motivi. Brent Schlender è un giornalista che ha coperto la Silicon Valley a partire dagli anni Ottanta per conto del Wall Street Journal (e poi Fortune); ha conosciuto Steve Jobs negli anni di NeXT. I due erano più o meno della stessa età, avevano gusti simili (Bob Dylan, tra gli altri) e un rapporto che Schlender ha più volte definito “professionale”. Rick Tetzeli è stato caporedattore di Fortune, ha lavorato anni con Schlender e alla fine hanno deciso di collaborare per portare a termine questo libro. Il volume è abbastanza “bilanciato” e prende in considerazioni vari aspetti e storie trascurate in quello di Isaacson.


Steve Jobs LibroTitolo: Steve Jobs
Autore: Walter Isaacson
Editore: Mondadori
Disponibile in formato Kindle a 3,99 euro e con copertina rigida a 13,00 euro.

Il volume probabilmente più noto e l’unica biografia ufficialmente “autorizzata” da Jobs in persona. Isaacson è stato caporedattore della rivista Time ed è autore di alcune delle biografie più di successo degli ultimi anni su Kissinger, Benjamin Franklin e Einstein. L’autore ha avuto modo di parlare con Jobs in più di quaranta colloqui in oltre due anni, ha fatto più di cento interviste a familiari, amici, rivali e colleghi. Ne è nato un volume completo nel quale si ripercorre la vita di Jobs, la sua mania per la perfezione, il carisma feroce che ha rivoluzionato settori dell’economia e del business, del mondo dei computer, del cinema d’animazione, della telefonia, dell’editoria elettronica.

Jobs ha acconsentito la scrittura della biografia senza imporre nessun vincolo e neanche preteso di leggerla prima dell’uscita. Un po’ come se sapesse che stava per lasciare il nostro mondo, ha incoraggiato conoscenti, familiari e amici e rivali a raccontare la verità. Lo stesso Jobs parla con franchezza (a volte anche bruscamente) di persone con le quale ha avuto a che fare, dei demoni che hanno caratterizzato la prima parte della sua vita (sempre pronto a scatenare la sua ira contro chi non lo voleva seguire). Il volume parte dalla sua infanzia, fino ad arrivare alla scoperta della malattia e agli ultimi giorni della sua vita. Un libro fondamentale per conoscere aspetti della sua storia, lezioni sull’innovazione, sulla leadership e valori di cui tenere conto come ammonimento.


Nella testa di Steve JobsTitolo: Nella testa di Steve Jobs – La gente non sa cosa vuole, lui sì.
Autore: Leander Kahney
Editore: Sperling & Kupfer
Disponibile con copertina rigida a 8,25 euro o con copertina flessibile a 8,07 euro.

Qual era il segreto del successo di Steve Jobs? Prova a spiegarlo questo libro che si addentra nella mente del “business più clamoroso di tutti i tempi”. Jobs viene descritto come uno spirito fortemente elitario, pessimo nel gestire i rapporti umani eppure in grado di circondarsi dei migliori collaboratori di caratura internazionale. Buddista, antimaterialista, abilissimo comunicatore: contraddizioni dalle quali ha tratto una filosofia di business che ha portato la sua azienda a conquistare impensabili traguardi in nuovi mercati, attraverso la pratica dell’innovazione. Dalla nascita del primo Mac all’iPhone, l’autore ripercorre le tappe della vita professionale e privata di Steve Jobs, una biografia non ricchissima ma fonte di spunti per chi vuole capire come impostare uno stile di management vincente. L’autore è noto per altri volumi dedicati al mondo Apple (incluso un volume dedicato a Jony Ive, geniale Chief Design Officer della casa di Cupertino).


Titolo: Steve Jobs. La storia continua. L’uomo che ha inventato il futuroSteve Jobs - La storia continua
Autore: William L. Simon, Jay Elliot
Editore: Hoepli
Disponibile in formato Kindle (11,99 euro), su iBooks Store(11,99 euro) e con copertina flessibile a 15,30 euro.

Dopo il best seller Steve Jobs, l’uomo che ha inventato il futuro, il già vicepresidente di Apple Jay Elliot ha scritto a quattro mani con William L. Simon interamente dedicato al fondatore di Apple, al suo rapporto con i dipendenti e ai suoi principi di management. Il testo racconta dettagli e curiosità sul rapporto tra il cofondatore di Apple e i suoi dipendenti. Se già nel primo libro il vicepresidente di Apple ha illustrato la filosofia aziendale di Jobs dal punto di vista di un autentico insider, attraverso le 240 pagine di questo volume propone, con uno stile narrativo e informale, una vera e propria raccolta di suggerimenti pratici ispirati ai principi di management di Jobs.

 


Contro Steve JobsTitolo: Contro Steve Jobs. La filosofia dell’uomo di marketing più abile del XXI secolo
Autore: Evgeny Morozov
Editore: Codice Edizioni
Disponibile in formato Kindle (0,99 euro) e su iBooks Store(0,99 euro) o con copertina flessibile a 5,86 euro.

Steve Jobs è stato un filosofo che ha cercato di cambiare il mondo, oppure è stato un genio del marketing, capace di trasformare una normale azienda produttrice di computer nell’oggetto di una vera e propria venerazione, mentre era indaffarato a regolare i conti con il passato e a nutrire il suo gigantesco ego? Un punto di vista diverso, contro Steve Jobs, contro Apple e contro i suoi clienti. L’autore (blogger e ricercatore universitario) ha affilato la sua penna cercando di smontare le tesi di volumi come quello di Walter Isaason, dove il co-fondatore di Apple è presentato come una specie di rincarnazione di Henry Ford e Thomas Edision. A detta dell’autore intorno a Jobs è nato un culto della personalità non meritato; a suo dire era “un opportunista senza scrupoli”, “un brillante ma instancabile camaleonte”. Molti argomenti non sono presentati in modo completo e convincente (si respira un’aria contro Apple e la sua “setta” a prescindere) ma certamente introducono spunti di riflessione degni di essere discussi. Il volume avrebbe dovuto essere più completo, argomentato e approfondito ma per certi versi “umanizza” l’uomo e le sue immancabili fragilità.


Apple ConfidentialTitolo: Apple Confidential 2.0
Autore: Owen W. Linzmaye
Disponibile con copertina flessibile a 5,10 euro.

Apple Confidential 2.0 è il riferimento obbligato per l’appassionato e lo studioso che voglia sapere tutto sull’azienda di Cupertino. Diviso in 25 capitoli, il libro ripercorre con e accuratezza tutti gli aspetti della storia della Mela, mantenendo sempre non solo un tono colloquiale e ben comprensibile anche per chi non è madrelingua inglese, ma anche con precisione dei dettagli e particolari i che rendono bene l’atmosfera delle differenti stagioni di Apple, dalla nascita nel soggiorno di casa Jobs (solo alcune settimane dopo, precisa puntiglioso Linzmayer, Jobs e Wozniak si trasferirono nel famoso garage della casa dei genitori adottivi a Los Altos, in California) fino alle ultime notizie che arrivano dai nuovi imponenti uffici. Nel libro non mancano neanche le “chicche”, come l’esperienza di Steve Wozniak in qualità di organizzatore di due festival musicali in California , sugli anni dell’esilio di Steve Jobs e la direzione di Pixar e NeXT e i nomi in codice di Apple dei suoi prodotti. Un libro che non può non essere letto se siete veri appassionati o solo curiosi della storia di Apple.



I migliori dieci libri su Apple e Steve JobsTitolo: Pesciolino
Autore: Linda Brennan Jobs
Disponibile su Amazon con copertina flessibile a 15,7 euro e in formato Kindle a 9,99 euro. In formato iBook a 9,99 euro.

Pesciolino  non è un libro su Apple e non è neppure un libro sul Jobs imprenditore e genio del marketing. Non presenta uno sguardo di chi ha lavorato o semplicemente conosciuto Jobs oppure di chi ha avuto occasione di raccogliere informazioni su di lui. È invece il libro della figlia di Jobs, Linda e in essa si parla dell’uomo Jobs: il libro “più uno” della nostra lista. La sua storia di iniziale rifiuto poi di accettazione da parte di un padre così particolare, è la spina dorsale del racconto. Di Jobs emerge soprattutto se non esclusivamente il lato umano, i tratti controversi e per molti aspetti anche non facilmente accettabili da chi è un famigliare. Linda Jobs sembra stilare il perfetto inno al “odi et amo”; il profilo di un amore interpretato alla maniera di Jobs, duro nei rapporti interpersonali al punto di essere il parossismo dell’anaffettività e incapace anche di un amore “normale” nei confronti della figlia. Moltissimi gli episodi e gli eventi raccontati che serviranno delineare la figura del fondatore di Apple e a far comprendere anche le storie che sul suo conto racconta chi ha avuto modo di frequentarlo nel lavoro, nell’amicizia e nel business. Pesciolino è stato recensito da Macitynet e dovrebbe essere una lettura che chi ha interesse nel personaggio Jobs non dovrebbe farsi sfuggire.


A questo indirizzo un elenco dei libri preferiti da Steve Jobs, i volumi che lo hanno ispirato: vegetarianismo, buddhismo zen, meditazione, spiritualità ma anche Shakespeare, Meville e Dylan Thomas.