HomeMacityApple WatchRecensione Celly TrainerRound, lo smartwatch super economico

Recensione Celly TrainerRound, lo smartwatch super economico

Nota nel mercato per le sue custodie per smartphone, Celly sta progressivamente conquistando visibilità anche in altri ambiti che potremmo definire convergenti con i dispositivi mobil, cercando di coniugare qualità a prezzi accessibili. È il caso dello speaker Celly Ultraboost che abbiamo recensito qui o di Celly TrainerRound, uno smartwatch che costa solo 59,99 €. L’abbiamo messo alla prova per vedere che cosa riesce ad offrire a questo costo.

Essenzialità prima di tutto

Il Celly TrainerRound si presenta in una scatola essenziale, un piccolo contenitore in cartone all’interno del quale si trovano lo smartwatch vero e proprio e il cavo USB per la ricarica.

Il modello che abbiamo provato è quello con cassa rotonda, è identico per prezzo e prestazioni al modello con cassa rettangolare: chi avesse il dubbio su quale dei due scegliere quindi dovrà decidere sulla base delle preferenze estetiche.

Recensione Celly TrainerRound: sarà lo swatch degli smartwatch?
Gemelli diversi: Celly TrainerRound qui assieme al Celly Ultraboost, speaker portatile che abbiamo recensito pochi giorni fa

La cassa è chiusa da quattro viti sul dorso dove si trova anche il sensore. L’aggancio al cinturino è quello usato dai comuni orologi. Il bracciale è in gomma morbida e abbastanza elastica, non particolarmente abbondante in dimensioni ma fa comunque il suo lavoro anche con un polso di dimensioni generose come quello di chi scrive.

Chi ha esperienza in orologi o in smartwatch noterà alcuni dettagli che lo classificano subito come “non premium”: ad esempio nel Celly TrainerRound vetro è realizzato con un materiale economico senza trattamenti oleofobici visto che tende ad raccogliere il grasso delle dita rendendo meno piacevole guardare il display che di per sé sarebbe brillante, ottimo sia al buio che durante il giorno

L’accesso alle varie funzioni è demandato quasi interamente al tocco sul display da 1,69″ (piuttosto responsivo) con il solo ausilio di un piccolo pulsante laterale da usare per accendere il display quando serve oppure tornare indietro nei vari menu (ma di solito funziona anche uno slide a destra).

Sinergia

Il fulcro di tutto nel Celly TrainerRound è l’App DaFit, per Android o per iPhone, che è molto facile da usare tanto da dare l’impressione di essere eccessivamente spartana. In ogni caso ci sono tutte le funzioni più utili: dal controllo passi al monitoraggio del sonno, dal controllo della frequenza cardiaca al controllo dell’ossigeno nel sangue, target e obbiettivi di movimento quotidiani.

Recensione Celly TrainerRound: sarà lo swatch degli smartwatch?
L’interfaccia di amminsitrazione dell’App DaFit è semplice e a tratti spartana, ma fa un buon lavoro

Tramite l’App è possibile attivare funzionalità smart come la ricezione dei messaggi (da varie App, anche se manca Telegram) e delle notifiche, così come l’identificativo delle telefonate. Per le telefonate segnaliamo un comportamento non propriamente lineare: il Celly TrainerRound permette di chiudere la chiamata o di ignorarla, ma non di rispondere. A meno che non sia un bug della versione per iPhone si tratta di qualche cosa di bizzarro

Per eseguire una completa sincronizzazione l’App deve essere aperta, ma può stare in background senza problemi. L’App è pienamente compatibile con l’App Salute di iOS con cui scambia i dati previa autorizzazione.

Infine, le “facce” del Celly TrainerRound sono interessanti, alcune sono piacevoli, altre colorate, altre vistose al punto da apparire pacchiane. La parte analogica è la più interessante e abbiamo apprezzato anche la forte personalizzazione possibile con le foto dell’utente, ma qualche complicazione in più ci sarebbe piaciuta.

Recensione Celly TrainerRound: sarà lo swatch degli smartwatch?
Per la gestione dei dati rilevati dallo smartwatch ci sono buone prospettive anche per il rilevamento del sonno, facilitato dalla grande autonomia del modello

Come funziona

Il controllo da smartwatch come detto è buono, l’interfaccia è fluida, per gestire al meglio il tutto serve solo un pizzico di famigliarità con questo tipo di dispositivi. Non si impiegherà più di cinque minuti per capire come fare.

Comunque gran parte dei monitoraggi, perlomeno quelli quotidiani, possono essere fatti anche direttamente dallo smartwatch senza disturbare lo smartphone, il che è un vantaggio per chi fa magari sport all’aperto e non ha sempre il telefono a disposizione.

Recensione Celly TrainerRound: sarà lo swatch degli smartwatch?
Il caricabatterie del Celly TrainerRound non ci è piaciuto: non è chiaro capire quando lo smartwatch va effettivamente in carica, dato che non c’è incastro e la superficie non è neppure a induzione

L’attivazione del display del Celly TrainerRound è un po’ incerta, nel senso che nella maggior parte dei casi si attiva correttamente ruotando il polso, ma ogni tanto è necessario agire sul pulsante, mentre di notte è successo più di qualche volta che il display si sia attivato da solo in modo involontario spegnendosi dopo qualche secondo.

Durante l’attività fisica (che si attiva dallo smartwatch solo manualmente, scegliendo lo sport, oppure anche dall’App) il display da priorità al tempo e non sembra esserci la possibiltà di visualizzare le mappe.

Al termine delle prove possiamo dire che il GPS è risultato buono ma non eccellente per precisione; comunque manca la possibilità di visualizzare facilmente la strada fatta nella mappa.

Anche nel quotidiano, dove il calcolo dei passi è importante, rispetto al nostro Fitbit Charge 5 il Celly TrainerRound ha perso qualche passo, tradendo per difetto, anche se è comunque la differenza non influisce in maniera sostanziale sul totale dell’attività quotidiana.

Recensione Celly TrainerRound: sarà lo swatch degli smartwatch?
il quadrante si trasforma durante l’attività fisica, dando priorità ai tempi rispetto alla distanza

Considerazioni

Analizzando le caratteristiche di design e di capacità smart il Celly TrainerRound rappresenta per tanti aspetti un prodotto meno sofisticato rispetto ai classici concorrenti più blasonati. Pur comodo e funzionale e alcune scelte di design e smart azzeccate, manca di alcuni dettagli e della cura di alcuni dei concorrenti più costosi. Nonostante questo nella sua fascia di mercato non ha rivali per qualità costruttiva e soluzioni proposte, a 59,99 €, siamo di fronte a quello che è probabilmente il miglior smart watch per rapporto prezzo prestazioni del mercato.

Insomma se avete un Fitbit Versa o un AppleWatch non potrete sostituirlo con Celly TrainerRound ma se non avete mai avuto modo di provare uno smartwatch spaventati dalla complessità e dal prezzo, non resterete delusi e apprezzerete la scelta con forse con il tempo resterà tale. Non è detto che le funzioni più avanzate saranno necessarie a tutti, sostituite da semplicità e l’immediatezza di fruizione unite ad un prezzo imbattibile

Recensione Celly TrainerRound: sarà lo swatch degli smartwatch?
Grande l’autonomia del Celly TrainerRound, quasi sei giorni, anche se può variare in base all’uso del GPS

Pro:

• Eccezionale rapporto prezzo prestazioni
• Buono nelle funzioni di base
• L’App è l’ideale per chi inizia

Contro:

• Manca di alcuni automatismi avanzati
• La parte di sport andrebbe migliorata

Prezzo:

• 59,99 €

Celly TrainerRound è disponibile a partire dal sito web italiano del produttore.

REVIEW OVERVIEW

Design
Facilità d'uso
Prestazioni
Qualità/Prezzo

Offerte Speciali

macbook pro 2021 14 pollici ico ok

MacBook Pro 14 da 512 GB scontato di 350 € spedito subito

Amazon rilancia sui MacBook Pro M1 da 14": versione 512 TB a 1.999€, un risparmio di 350 €. Spedizione immediata.
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

Iguida

Faq e Tutorial

Recensione Celly TrainerRound, lo smartwatch super economicoNota nel mercato per le sue custodie per smartphone, Celly sta progressivamente conquistando visibilità anche in altri ambiti che potremmo definire convergenti con i dispositivi mobil, cercando di coniugare qualità a prezzi accessibili. È il caso dello speaker Celly Ultraboost che abbiamo recensito qui o di...