fbpx
Home iPadia iPad Accessori Recensione iBridge, la chiavetta Lightning che aggiunge GB di spazio su iOS

Recensione iBridge, la chiavetta Lightning che aggiunge GB di spazio su iOS

Lo spazio su disco di iPhone e iPad non basta mai. Specialmente chi ha acquistato la versione con solo 16 GB può ritrovarsi con la memoria già satura dopo aver installato una manciata di applicazioni e registrato qualche video. Lo sanno bene gli utenti che hanno acquistato un nuovo iPhone 6s o Plus che, grazie alla capacità di registrare video in 4K e scattare Live Photos, può davvero riempire tutto lo spazio nel giro di pochi minuti.

A questo problema riparano le chiavette USB con connettore Lightning come la iBridge di Leef che la nostra redazione ha avuto modo di provare in queste ultime settimane. Mostrata di recente anche al CES di Las Vegas, si tratta di una chiavetta in tutto e per tutto, disponibile in diversi tagli di memoria, che va ad aumentare lo spazio disponibile sui dispositivi iOS quando collegata, facilitando anche alcune operazioni di backup o di acquisizione di foto e video.

Recensione iBridge

Com’è fatta

La chiavetta è accompagnata da un tappo che protegge entrambi i connettori quando non sono in uso. Una scelta che abbiamo apprezzato fin da subito in quanto eravamo già abituati ad utilizzare un accessorio simile grazie all’iAccess di Leef, un lettore di microSD per iOS che ci accompagna quotidianamente ormai da qualche mese (qui la nostra recensione). Rispetto a quest’ultimo, iBridge ha una forma più allungata, è più “pesante” (10 grammi contro i 2 grammi dell’iAccess), ed è caratterizzata da materiali di migliore fattura.

Mentre il cappuccio è in leggera plastica di buona qualità, la chiavetta è di plastica più robusta, con copertura gommata che la rende ancora più apprezzabile al tatto e le giunture sono rivestite in metallo, una scelta che conferisce un look premium all’intero prodotto.

Recensione iBridge

Il cappuccio, come si nota dalle immagini, si chiude con la chiavetta formando una sorta di ellisse. Da un lato c’è un foro che facilita l’aggancio della chiavetta – ad esempio – a un mazzo di chiavi, tuttavia visto il particolare sistema con cui si chiudono le due parti, tornando all’esempio del mazzo di chiavi si può anche pensare di “chiudere” la chiavetta intorno all’anello (vedi immagine che segue) e sganciarla all’occorrenza, avendo le due parti sempre libere potendo così scegliere di volta in volta se spostarla ad esempio all’interno di un marsupio o una tasca dei pantaloni senza essere vincolati da altri oggetti.

Recensione iBridge

Come funziona

Il funzionamento è abbastanza basilare. Per usarla su iPhone e iPad è necessario scaricare l’app gratuita MobileMemory. Nel momento in cui si inserisce la chiavetta, sia se lo schermo del dispositivo è bloccato, sia se è sbloccato e ci sono aperte altre applicazioni, una notifica informerà dell’avvenuto riconoscimento del dispositivo e faciliterà l’apertura dell’app.

Per quanto riguarda i computer, viene riconosciuta come una comune chiavetta USB: si inserisce nella presa ed in un attimo si ha accesso a tutti i file e le cartelle contenuti al suo interno.

L’applicazione

L’app è molto semplice, è caratterizzata da un’interfaccia grafica in pieno stile iOS 9 ed offre rapido accesso a quattro distinte funzioni. Con TRASFERISCI FILE si inviano le immagini contenute nel rullino foto alla chiavetta collegata o viceversa; attraverso VISUALIZZATORE DI CONTENUTO è invece possibile dare un’occhiata a tutti i file presenti nella chiavetta o all’interno dell’app e raggruppate per tipologia (Foto, Musica, Film, Documenti). Da qui è anche possibile copiare o spostare uno più file sulla memoria del telefono: in questo modo si può svuotare la chiavetta copiando i file nel telefono o viceversa.

L’app offre anche un player integrato per visualizzare video o ascoltare file audio, una sorta di “Anteprima” del Mac per visualizzare PDF e documenti e, grazie al pulsante di condivisione, è possibile inviare un file presente nella chiavetta ad un’app installata sul dispositivo oppure condividerlo tramite email, messaggi, Whatsapp ed altre app di terze parti.

Con FOTOCAMERA iBRIDGE si ha un’app per scattare foto e registrare video salvandoli direttamente sulla chiavetta iBridge piuttosto che all’interno del rullino foto del telefono. Si tratta di una opzione particolarmente utile per chi ha poco spazio su iPhone o vuole rapidamente spostare filmati e video registrati sul computer trasferendoli attraverso il collegamento USB della chiavetta; dall’ultima sezione, IMPOSTAZIONI, si possono infine regolare alcune opzioni come “mostra i files nascosti” e poco altro; più interessante è invece la sottosezione Backup che permette di abilitare l’auto-copia di foto e contatti all’interno di specifiche cartelle create automaticamente nella chiavetta iBridge. E’ anche possibile decidere di non attivare l’auto-backup, creando comunque una copia di foto e contatti cliccando manualmente i relativi pulsanti.

Alcuni esempi d’uso

Questo genere di prodotto fa certamente la felicità di chi si trova spesso con iPhone e iPad saturi di file e documenti ma non solo. Si può ad esempio ragionare nel senso inverno, ovvero usandola come “hard disk” portatile dove depositare film che andrebbero irrimediabilmente a riempire la memoria del telefono e che magari si desiderano visualizzare solo in rare occasioni, come nel tempo libero o durante un viaggio in treno.

Visto che l’app integra un lettore MP3, si può usare anche per raccogliere tutti i propri album preferiti, da ascoltare sul telefono quando si ha voglia e spostandola poi nella presa USB dell’autoradio quando si vuole accompagnare i propri viaggi con della buona musica.

Recensione iBridge

Velocizza anche il trasferimento di foto e video su un computer, specialmente chi ha un nuovo iPhone 6s o Plus e registra spesso video in 4K. Con iBridge è possibile copiarli sulla chiavetta e trasferirli su un computer con il metodo classico, dimenticando iTunes o altri software e lasciando il cavo Lightning a casa.

Ne abbiamo apprezzato molto l’uso anche in compagnia. La chiavetta infatti ci ha permesso di condividere foto e file senza passare per AirDrop o altre applicazioni, distribuendo facilmente le foto di una gita di gruppo appena conclusa semplicemente facendo passare la chiavetta di mano in mano. Allo stesso modo potrebbe dimostrarsi utile quando si ha la necessità di condividere dei documenti di lavoro con un collega lasciando il computer in ufficio.

Recensione iBridge

Conclusioni

Chi ne trae maggior vantaggio? sicuramente chi ha iPhone e iPad con poca memoria disponibile, chi usa lo smartphone come dispositivo principale per foto e video e chi vuole velocizzare lo scambio ed il trasferimento di file tra più dispositivi o con più utenti dimenticandosi del Cloud, della connessione Internet che va e viene e di svariate applicazioni.

Pro

  • Piccola e tascabile
  • Si può agganciare ad un mazzo di chiavi
  • Ottimi materiali
  • Fa dimenticare Cloud e connessione ad Internet

Contro

  • Prezzo in rapporto al GB offerti

[usrlist Design:4,5 Facilità-d’uso:5 Prestazioni:4 Qualità/Prezzo:2,5]

Prezzo al pubblico

Abbiamo inserito il prezzo tra i “contro” ma va precisato che in effetti, nei 49,89 euro necessari per acquistare ad esempio la versione da 16 GB, si acquista anche un software sempre aggiornato e perfezionato oltre alla certificazioni MFI del connettore Lightning ed ai materiali che di certo non sfigurano.

Il prezzo sale poi se si opta per una delle versioni più capienti da 32, 64, 128 oppure 256 GB di spazio su disco.

I prodotti Leef sono distribuiti in Italia da Attiva e li potete trovare presso i negozi Apple e la grande distribuzione.

Offerte Speciali

Su Amazon torna Mac mini M1 in pronta spedizione

Mac mini M1 con SSD 256 GB al minimo storico: solo 744 € su Amazon

In offerta con sconto di più di 50 € su Amazon il recentissimo Mac mini con processore M1: 8 core grafici e 8 core di calcolo con SSD da 256 GB per sfruttare al massimo anche macOS Big Sur.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,799FansMi piace
92,934FollowerSegui