Recensione NAS Asustor Drivestor 2 AS1102T, perfetto per il backup silenzioso

Ci sono NAS che hanno capacità hardware e sistemi operativi tali che possono sostituire diversi compiti altrimenti delegati a PC e Tablet, e altri invece più semplici che sono progettati per compiti specifici.

Questo secondo caso è quello del nuovo Asustor Drivestor 2 AS1102T, un NAS con processore ARM pensato soprattutto per l’archiviazione o la videosorveglianza, ma il cui rapporto prezzo/prestazioni è importante e può essere il primo passo verso un mondo sempre più in voga, anche in ottica consumer.

La premessa: il backup

Fare il backup dei dati è una pratica importante, spesso fondamentale per ogni tipo di utente, dal professionista all’azienda, ma anche a quello consumer, perché i dati sono l’unica vera ricchezza di un computer (e di un device in generale).

Al di la della tecnologia e del tipo di supporto, il backup è una operazione fondamentale che non deve essere sottovalutata: le regole di base dicono che i dati devono stare sempre (e per “sempre” intendiamo aggiornati di continuo) in almeno due posti, sarebbe meglio tre.

Recensione NAS Asustor Drivestore 2 AS1102T, perfetto per il backup silenzioso
Il frontale del NAS, elegante e discreto

Alcuni di noi usano un disco USB come supporto e Time Machine di Apple come software, che funziona bene in ottica consumer meno in quella professionale o prosumer, dove noi consigliamo soluzioni più elastiche come GetBackup, ma ce ne sono molte altre.

Altri usano il Cloud, che per archivi leggeri (sino a 2 TB) può essere una soluzione comoda, anche se costosa, in questo caso non si tratta di un vero backup ma di una sincronizzazione, il che significa che perde lo storico. Inoltre, per archivi superiori a 2 TB il costo può diventare molto importante.

La terza soluzione è quella ibrida, che coinvolge un disco di rete (un NAS, per certi versi simile al cloud) ma locale, nel senso che sta nella vostra rete, quindi i costi dello spazio si abbassano moltissimo.

Se le vostre esigenze sono solo di backup, e poco altro, il NAS che vediamo oggi è un ottimo compromesso tra prestazioni e costo, è pensato per l’uso dell’utente singolo ed è silenzioso, perché se lo mettete in salotto questo è un valore importante.

Recensione NAS Asustor Drivestore 2 AS1102T, perfetto per il backup silenzioso
Nella parte posteriore emergono i connettori Ethernet, una presa USB, l’alimentazione e le due viti per aprire l’unita in caso di cambio disco

Asustor Drivestor 2 AS1102T

Erede diretto del modello AS1002T di cui abbiamo parlato qui, in questo caso a due slitte (Bay) ma esiste anche a quattro, questo NAS è come abbiamo detto pensato proprio per l’uso casalingo.

Il case esterno è in plastica, copre praticamente tutto il NAS ad eccezione della parte posteriore, dove sono presenti il connettore di rete (a 2,5 Gigabit) e una presa USB-A 3.0, utile ad esempio per la prima copia dei dati.

Una seconda presa USB-A 3.0 è+ presente nel frontale, accompagnata da quattro piccole spie LED che indicano il funzionamento: manca una presa HDMI per la gestione diretta dei contenuti ma per averla serve valutare un modello superiore.

L’accesso alle slitte dei dischi si ottiene smontando il case: per farlo serve agire sulle viti posteriori (anche a mano) e montare i dischi o SSD che si vuole, dopodiché si rimonta il case, lo si mette online e il NAS è pronto.

L’operazione è assolutamente alla portata di tutti, serve un cacciavite a croce per i dischi interni, che usano le viti in dotazione, ma è una operazione davvero semplice e che si fa tipicamente una volta nella vita del NAS.

Dischi

Per i dischi abbiamo fatto qualche prova in merito, ma la scelta va effettuata un po’ con coscienza, un po’ in merito al risultato che si vuole ottenere, incrociato con il budget a disposizione.

Il NAS è molto silenzioso e grazie al processore ARM, sul quale torniamo tra poco, non scalda per nulla ma per ottenere i migliori risultati è una buona idea optare per dischi SSD da 2,5″ come il WD Red SSD che abbiamo usato per le prove.

I dischi SSD sono assolutamente silenziosi, aumentano di molto la velocità di accesso o quando si copiano file dal computer al NAS ma hanno costi spesso importanti, circa quattro volte tanto di un disco meccanico a parità di spazio.

Nella scelta di unità meccaniche si può optare per un disco WD Red Plus, se lo scopo è un backup dei dati o in alternativa un WD Purple per chi invece propende nell’uso del NAS come archivio per videocamere di videosorveglianza, anche casalinga.

Recensione NAS Asustor Drivestore 2 AS1102T, perfetto per il backup silenzioso
L’unità aperta per l’inserimento o cambio di disco: una operazione che si fa una al massimo due volte nella vita del NAS e comunque resa semplice

Ricordiamo che tutte le case produttrici di dischi, come Western Digital, suddividono le proprie linee di produzione con dischi pensati per usi specifici: nel caso, i WE RED sono pensati per operare a lungo senza stop, diversamente ad esempio dai Blu e dai Black, che invece sono pensati per l’interno di un computer, mentre i Purple sono ottimizzati per una videocamera, quindi sono più rumorosi dei RED ma più adatti alla memorizzazione continua di dati.

Si può anche pensare ad una gestione ibrida del NAS, con un SSD per le operazioni principali e una unità meccanica per l’archiviazione pura: purtroppo con due sole slitte la possibilità di usare il RAID per la gestione dei dischi non offre molte possibilità al di la del mirroring o dello striping, ma solo con dischi identici.

Recensione NAS Asustor Drivestore 2 AS1102T, perfetto per il backup silenzioso
L’App Control Center, per l’individuazione iniziale del NAS

Come funziona?

Una volta inseriti i dischi e messo online l’Asustor Drivestor 2 AS1102T è il momento del test vero e proprio: nella nostra configurazione di base abbiamo usato un disco WD RED SSD e un WD Purple meccanico, in modalità dischi singoli (ma consigliamo di usare il RAID 1 quanto più possibile).

L’installazione del sistema operativo si fa in modo semiautomatico seguendo le indicazioni della pagina di configurazione via browser, dopo aver usato l’App Control Center per la prima individuazione in rete.

ADM, il sistema operativo, è uno dei più semplici nel mercato e probabilmente quello che offre il miglior rapporto tra usabilità e versatilità di soluzioni: chiaramente il processore Quad-Core Realtek RTD1296 a 1,4 GHz che comanda l’unità non è di certo un mostro di potenza ed è pensato per un utilizzo come abbiamo detto elementare dell’unità.

Recensione NAS Asustor Drivestore 2 AS1102T, perfetto per il backup silenzioso
L’App mobile per la gestione del NAS, utile per verificare il carico di lavoro, gestire alcuni parametri e ricavare le info fondamentali

Seppure navigando nell’App store si trovino le stesse soluzioni di modelli più potenti, come ad esempio l’Asustor AS6704T Lockerstor 4 Gen2 è chiaro che alcune soluzioni metterebbero a dura prova il comparto di calcolo e non sono attuabili.

Il NAS ad esempio è una ottima soluzione per quanti desiderano un cloud ibrido personale da usare in casa, oppure fuori, grazie al sistema EZConnect, che permette di gestire il NAS sia da mobile che da Desktop anche fuori dalla propria rete.

In questo caso si ottiene un archivio molto grande, considerato che adesso ci sono nel mercato unità meccaniche sino a 22 TB, utilizzando un RAID 0 è possibile più di 40 TB sempre disponibili online (80 nel modella a quattro slitte), a costi importanti ma sicuramente inferiori a quelli del cloud nel medio o lungo periodo a parità di spazio.

Conclusioni

Il costo molto contenuto, specie per l’unità visionata a due slitte, la facilità di un sistema operativo completo ma accessibile e l’estrema silenziosità operativa (in pratica l’unico rumore è dato dai dischi, nessuno se optate per unità SSD) ne fa un modello Entry ideale per chi vuole approdare al meraviglioso mondo dei NAS, ma anche una ottima scelta per chi ha solo esigenze di archiviazione e di backup.

Alla lunga, non lo nascondiamo, l’hardware di questo Asustor Drivestor 2 AS1102T può mostrare dei limiti, perché i servizi disponibili sono molti e allettanti, ma il grande vantaggio è che se un giorno si decide di passare ad un modello superiore basterà acquistarlo, con dischi che si possono riutilizzare senza problemi e considerando che questi sono spesso la voce economicamente più difficile, è un gran bel vantaggio.

Recensione NAS Asustor Drivestore 2 AS1102T, perfetto per il backup silenzioso
L’App mobile per la gestione dei media: il look è un po’ datato ma funziona bene

Pro:

• Piccolo e silezioso
• Look discreto e piacevole
• Perfetto come cloud ibrido privato

Contro:

• Adatto solo all’uso personale
• Adatto a Backup, videosorveglianza e poco altro

Prezzo:

• 195,27 € (AS1102T per due dischi)
• 195,27 € (AS1104T per quattro dischi)
• 110,90 € (WD Red Plus 4 TB)
• 87,90 € (WD Purple 4 TB)
• 101,55 € (WD Red SSD 1 TB)
• 200,70 € (WD Red SSD 2 TB)

Asustor Drivestor 2 AS1102T è disponibile a partire dal sito web italiano della casa madre ma lo potete trovare più comodamente anche presso Amazon.it.

REVIEW OVERVIEW

Design
Facilità d'uso
Prestazioni
Qualità/Prezzo

Offerte Speciali

iPhone 14 Plus, cinque cose da sapere

Minimo storico, iPhone 14 Plus 128 GB costa 211€ meno

Tornano gli sconti su iPhone 14 Plus. Ribasso di 230 euro per la vera novità nel campo degli iPhone 2022. Minimo storico a 949€
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità
Ci sono NAS che hanno capacità hardware e sis...Recensione NAS Asustor Drivestor 2 AS1102T, perfetto per il backup silenzioso