Recensione Topaz Winnergear, la pellicola per lo schermo iPhone come nessun’altra

Macitynet mette alla prova Topaz di Winnergear (in vendita su Amazon in colore bianco e nero), una nuova ed innovativa pellicola che promette di cambiare lo scenario di questo particolare e vendutissimo accessorio. Ecco le nostre impressioni d'uso

Qui a Macitynet se c’è una cosa che non ci è mai mancata da recensire sono le pellicole in vetro per proteggere gli schermi di iPhone 6 (o 6s) e 6 Plus (o 6s Plus). Sono letteralmente decine quelle che abbiamo potuto provare, ma la distinzione tra una e l’altra, sostanzialmente, si riduce solo alla differenza tra due gruppi: quelle che coprono solo in parte lo schermo, sconsigliabili per estetica e fattore protettivo, e quelle che lo coprono interamente. Difficile trovare differenze tra quelle prodotte e vendute dai principali marchi; l’impressione (e forse non è solo una impressione) è che tutte escano dalle stesse fabbriche.

Da oggi, però, dobbiamo invece dire che i gruppi sono tre: pellicole che coprono lo schermo in parte, pellicole che lo coprono interamente e Topaz (su Amazon in colore bianco e nero), una nuova pellicola rilasciata da Winnergear, che riesce a stabilire un nuovo parametro nel mondo di questi accessori.

A Topaz avevamo già fatto cenno in passato, quando questa eccellente, come vedremo, pellicola in vetro era solo un progetto di Indiegogo. Le promesse, eccezionale trasparenza, stessa sensibilità touch dello schermo di iPhone, capacità di respingere le impronte digitali e lo sporco, ed incredibile resistenza agli urti, erano interessanti, ma non nuove. Molte concorrenti hanno nella loro descrizione le stesse caratteristiche e spesso mantengono solo a metà le specifiche. A farci alzare le antenne era però il nome del produttore: Winnergear, ovvero l’azienda che con il Montar ha cambiato l’universo dei supporti da auto. Visto che Winnergear è riuscita a fare qualche cosa di innovativo in uno scenario fino a quel momento fatto solo da una serie di accessori tutti uguali e spesso indistinguibili, era legittimo il sospetto che anche con Topaz avrebbe potuto fare lo stesso. A suscitare il sospetto e la curiosità un filmato dove si vedeva piombare su una Topaz montata su un iPhone, un colpo di mazza dal quale il telefono usciva indenne.

Winnergear spiega che la chiave di volta di Topaz è uno speciale trattamento denominato FillGlass, una copertura del vetro che rinforza e rende la superficie più liscia e robusta, andando a chiudere i microscopici pori e irregolarità che tutti i vetri classici presentano. Questo trattamento determina non solo una elevatissima scorrevolezza, un’alta capacità di respingere unto e sporco e anche una grande resistenza del vetro, molto più uniforme di quello classico e in grado di assorbire gli urti. La prova era, appunto, nel filmato ironico e divertente, in cui una povera praticante di meditazione si accaniva a mazzate sull’iPhone di un disturbatore cronico, riuscendo suo malgrado solo a distruggere il Topaz ma non il display del telefono.

È difficile dire, visto il comprensibile riserbo necessario per proteggere l’ innovazione che porta Winnergear a essere molto generica, capire cosa ci sia precisamente dietro a FillGlass. Quel che possiamo dire con certezza è che Topaz appare al tatto fin da subito come qualche cosa di realmente del tutto diverso da quanto abbiamo maneggiato in passato.

Estratta dalla scatola Topaz sembra più spessa o più rigida, pur senza mancare di una certa elasticità, o forse tutte e due le cose, di tutte le altre pellicole. Ma quel che colpisce di più è la sensazione di straordinaria fluidità della superficie. Non abbiamo mai toccato una pellicola tanto scorrevole e lucida. Ma di questo diremo dopo.

L’installazione ci è parsa più semplice di quella di altre pellicole in vetro. Si pulisce il vetro di iPhone accuratamente, diremmo maniacalmente (per esperienza possiamo dire che il display non è ma pulito abbastanza prima di applicare un vetro protettivo), si toglie il supporto rigido in plastica che protegge la Topaz e la pellicola si applica quasi da sola. Agevola l’operazione il fatto che Winnergear ha creato una copertura praticamente perfetta al centesimo di millimetro: si sovrappone totalmente e in maniera assolutamente ineccepibile allo schermo di iPhone 6. Altre pellicole che pure coprono interamente lo schermo, non sono così precise. Per fare aderire la Topaz basta premere al centro e poi spingere fuori le eventuali bolle d’aria.

61yx+-sSuiL._SL1000_

Una volta applicata, la Topaz diventa un tutt’uno con l’iPhone. La pellicola ha bordi smussati e leggermente curvati che cercano di seguire il profilo del display. L’effetto estetico a prima vista è perfetto, anche se osservando molto da vicino si nota un inevitabile piccolo scalino. Visto che il bordo della pellicola giunge a coprire interamente lo schermo, spingendosi praticamente al limite dove comincia l’alluminio, si deve prestare attenzione nel scegliere una custodia. Se il bordo della custodia salirà sopra il quello esterno di iPhone ed è molto precisa (è il caso di molte custodie protettive e quelle per iPhone 6 applicate ad iPhone 6s), il rischio è che spinga verso l’alto la pellicola, infilandosi tra questa e il vetro Gorilla di iPhone.

Estetica a parte, l’aspetto che colpisce maggiormente è la citata eccezionale fluidità di scorrimento del dito. La resistenza sembra addirittura inferiore a quella dello schermo originale di iPhone: non offre alcuna resistenza al punto che pare di non toccare la superficie. Questo si traduce in una precisione nel touch di molto superiore a quella che offrono le normali pellicole con il risultato che tutto quel che abbiamo provato fino a ieri e che giudicavamo buono, ora ci pare mediocre. Ovviamente non c’è neppure nessun problema con 3D Touch; iPhone 6s risponde perfettamente alla pressione sia quella leggera che profonda.

Impressionante, soprattutto, il trattamento oleofobico. Dopo avere provato la Topaz, ogni concorrente appare miserrimo da questo punto di vista. Sporcare la pellicola di Winnergear è complicato quanto sporcare lo schermo di iPhone, il che non si può dire di altre pellicole simili. Pulirla dal grasso delle dita è uno scherzo. Basta sfregare con un po’ di decisione anche con il bordo delle dita, per cancellare ogni traccia di unto. Il resto delle pellicole in vetro, spesso, resistono persino alla pulizia con un panno in microfibra e spandono il grasso invece che disperderlo e dissiparlo.

Tutto quanto promette Winnergear è, dunque, perfettamente corrispondente alla nostra esperienza. L’unico aspetto che non abbiamo potuto toccare con mano è stata la resistenza alle mazzate. Pensiamo di poter invocare e ottenere solidarietà e comprensione se non ce la siamo sentita di schiantare sul display del nostro iPhone un martello da un paio di chili per verificare che ne sarebbe uscito indenne. Ma l’impressione, provando a flettere prima dell’installazione la pellicola, è che sia in effetti molto robusta e leggermente elastica, capace quindi di assorbire e disperdere gli urti.

In conclusione, la Topaz di Winnerger si presenta con un riferimento nel campo delle pellicole in vetro, superiore, e di gran lunga, a tutto quanto abbiamo potuto provare fino ad oggi, incluse alcune pellicole di gran nome e fama. È straordinariamente precisa nelle misure, perfettamente trasparente e rispondente al tocco. Ha una incredibile fluidità di scorrimento e una resistenza al grasso delle dita che non abbiamo mai visto in precedenza. Il prezzo di 29,99 euro potrebbe apparire elevato, ma rispetto ad altre pellicole da 10 euro ha un valore proporzionalmente più alto, senza contare che in commercio ci sono pellicole che costano una quindicina di euro e qualcuna persino 20 euro ma non valgono neppure un terzo di quella di Topaz. Una volta applicata sarà come avere lo schermo nudo di iPhone, con il solo accorgimento di non usare custodie che salgono sopra il bordo di iPhone, ma questo non è un problema solo della Topaz. In poche parole: se volete la miglior pellicola in vetro per iPhone 6 e 6s oggi in commercio, mettete nel conto l’acquisto di Topaz.

Topaz è in vendita in colore bianco e nero solo per iPhone 6 ad un prezzo di 29,99 euro su Amazon

Pro
– Eccezionale fluidità al tocco
– Perfetta nelle misure e nel taglio
– Facile da applicare

Contro
– Non permette di usare custodie molto attillate