fbpx
Home Hi-Tech Android World Signal per iPhone permette di trasferire i dati a un altro dispositivo

Signal per iPhone permette di trasferire i dati a un altro dispositivo

Il team Signal è piuttosto operativo in questi giorni, e dopo aver aggiunto il supporto per sfocare il viso, o parti di un video, adesso consente agli utenti iPhone di trasferire, in modo sicuro, i dati a un altro dispositivo, dunque da un iPhone a un altro. Il servizio di messaggistica crittografata ha lanciato un nuovo strumento in grado di trasferire in modo sicuro le informazioni da un dispositivo all’altro, nel caso l’utente abbia deciso di aggiornare o cambiare il dispositivo.

Tutto ciò di cui l’utente avrà bisogno per il trasferimento sono i due dispositivi iOS, il vecchio e il nuovo. Sfortunatamente, ciò significa che l’utente non sarà in grado di recuperare i dati da un dispositivo non funzionante. Per avviare il processo, infatti, si dovrà installare Signal sul nuovo dispositivo, verificare il proprio numero di telefono e toccare il prompt che richiede se si desidera trasferire il proprio account e la cronologia dei messaggi. Verrà quindi visualizzato un prompt di migrazione sul vecchio dispositivo, che l’utente dovrà confermare. Successivamente, si dovrà utilizzare il vecchio dispositivo per scansionare il codice QR che appare su quello nuovo.

signal iphone

Gli utenti Android hanno da tempo accesso a uno strumento in grado di migrare i dati da un dispositivo a un altro, ma la versione di Signal per iPhone probabilmente ha richiesto più tempo per essere implementata, e ciò perché sicuramente “richiedeva un approccio diverso”. Signal afferma che la procedura è stata progettata per essere sicura, crittografata end-to-end e avviene tramite una connessione locale simile ad AirDrop. Inoltre, il codice QR non contiene alcun tipo di informazione, quindi nel caso in cui un amico curioso decida di scansionarlo, trasferirà i propri dati sul telefono.

Signal è stato rilasciato inizialmente per Android e iOS, ma ora è disponibile anche la versione beta per Mac, anche se il client per OS X al momento consente di comunicare solo con dispositivi Android. Come avviene con le più note piattaforme di chat, anche in Signal è possibile inviare testi, immagini, video e anche effettuare chiamate. L’app è completamente gratuita e il codice sorgente del programma è disponibile su GitHub.

Tutti gli articoli di macitynet dedicati a iPhone sono disponibili nella sezione dedicata del nostro sito, invece per tutte le notizie sull’universo Android si parte da questa pagina.

Offerte Speciali

Su Amazon torna Mac mini M1 in pronta spedizione

Mac mini M1 con SSD 256 GB al minimo storico: solo 765,99 € su Amazon

In offerta con sconto di più di 50 € su Amazon il recentissimo Mac mini con processore M1: 8 core grafici e 8 core di calcolo con SSD da 256 GB per sfruttare al massimo anche macOS Big Sur.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,834FansMi piace
93,209FollowerSegui