Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Macity - Apple » Mondo iOS » iPhone Software » WhatsApp domerà le note vocali con la trascrizione

WhatsApp domerà le note vocali con la trascrizione

Le note vocali inviate tramite Whatsapp si potranno anche leggere grazie alla funzione di trascrizione in fase di sviluppo. Immaginatevi la scena: siete usciti da lavoro e non controllate il vostro cellulare da più di sei ore. Ci sono più di quaranta notifiche da leggere e tra queste ci sono almeno cinque o sei note vocali ricevute su Whatsapp la cui durata media è tre minuti.

Questo vuol dire dover impiegare mezz’ora per ascoltarle tutte: tempo, questo, che viene tolto alla vostra pace dei sensi durante la breve pausa pranzo o a qualsiasi altra attività quasi certamente più piacevole. Eppure il tutto si potrebbe ridurre a una manciata di minuti perché spesso l’interlocutore butta via gran parte del tempo dedicato alla registrazione della nota vocale girando intorno all’argomento o, più semplicemente, è una persona che parla molto (forse troppo) lentamente.

Questo come dicevamo sarà presto possibile perché il team di sviluppatori di Whatsapp starebbe lavorando a una funzione che consentirà di trascrivere il contenuto delle single note vocali, che potranno così essere eventualmente lette anziché ascoltate. In base a quanto si apprende tale sistema è in fase di sviluppo per iOS ma non se e quando arriverà tramite una beta dell’app agli utenti di iPhone e se sarà poi resa disponibile anche su Android.

Tanto più che attraverso una schermata di questa funzione si scopre che la tecnologia Apple viene impiegata per l’elaborazione dei dati vocali: nel disclaimer è infatti riportato che tali informazioni «Aiuteranno anche Apple a migliorare le proprie tecnologie di riconoscimento vocale».

whatsapp trascrizione

Non si sa se le note vocali inviate ad Apple sono protette da una crittografia di qualche tipo (su Whatsapp i dati che circolano all’interno della piattaforma sono protetti con quella di tipo end-to-end) proprio perché questa funzione di trascrizione non è stata ancora annunciata ufficialmente.

Sappiamo anche che la versione attuale memorizza le trascrizioni sul dispositivo dopo che sono state create e che è presente una sezione denominata appunto “Trascrizioni” che semplifica il passaggio alle parti specifiche di un messaggio. E’ sostanzialmente simile ad altri software di trascrizione automatica come Google Recorder o Otter.ai, che praticamente consentono di fare clic su una parola per saltare proprio al momento in cui viene pronunciata, in modo da verificare se è stata trascritta bene oppure no.

Le ultime novità di WhatsApp riguardano il backup delle chat cifrato e la possibilità di utilizzare il proprio account su quattro dispositivi.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Sconto boom, risparmio da 630€ per MacBook Air 512GB M2 15,4 rispetto ad M3

Su Amazon il MacBook Air da 15,4" nella versione da 512 GB con processore M2 va in sconto. Lo pagate 630 euro meno del nuovo modello, solo 1249€

Ultimi articoli

Pubblicità