Apple collabora con Dexcom per monitorare la glicemia con Apple Watch

Presto i malati di diabete potranno monitorare la glicemia con l’aiuto di Apple Watch. Le nuove funzioni in arrivo anticipate da Dexcom, società specializzata in dispositivi e sensori per diabetici

Dexcomm collabora con Apple alla creazione di prodotti per il monitoraggio della glicemia con Apple Watch

Apple lavora da tempo su sistemi non invasivi per monitorare la glicemia con Apple Watch, soluzioni in grado di migliorare la qualità della vita delle persone che soffrono di diabete, ma che con ogni probabilità richiederanno ancora tempo prima di essere completate: in ogni caso presto, e anche prima del previsto, Apple Watch potrebbe svolgere queste funzioni con l’aiuto di sensori e dispositivi di rilevazione esterni.

Il CEO di Dexcom, azienda che vende accessori per il monitoraggio della glicemia, ha fatto sapere che alcuni prodotti dell’azienda da lui guidata miglioreranno presto la compatibilità con Apple Watch. Kevin Sayer ha anticipato di una non meglio precisata “partnership” con Apple che consentirà di monitorare la glicemia con l’aiuto di Apple Watch, promettendo funzionalità “grandiose” per le persone che hanno la necessità di gestire il diabete.

Dexcomm produce una serie di dispositivi, incluso il sistema G6, uno strumento per la gestione del diabete che misura in tempo reale e continuo (24 ore al giorno) i livelli di glucosio interstiziale, grazie a un sensore inserito appena sotto la cute.Tutte le registrazioni, le relative classificazioni e gli eventuali sintomi riscontrati vengono archiviati in sicurezza nell’app Salute su iPhone.

Questo dispositivo trasmette ogni cinque minuti in modalità wireless BLE (Bluetooth Low Energy) le letture del glucosio interstiziale, la direzione e la velocità di cambiamento (grafico trends e orientamento della freccia di tendenza) a smartphone e smartwatch compatibili e/o al ricevitore.

Con Dexcom G6 è possibile impostare avvisi di soglia personalizzabili (ipoglicemia e iperglicemia) in modo da essere informati in tempo reale e mettere in atto le eventuali azioni correttive per prevenire l’insorgere di eventi di ipoglicemia grave o il perdurare in uno stato di iperglicemia.

 

Il trasmettitore Dexcom G6 è già compatibile con Apple Watch ma a quanto pare di capire verrà offerta una versione nativa dell’app per watchOS con nuove funzionalità possibili dalla “collaborazione” con Apple. Naturalmente le dichiarazioni del Ceo di Dexcom non precisano in che cosa consiste la collaborazione con Apple: i più ottimisti sperano in un Apple Watch dotato di serie di queste funzioni, ma si tratta di una ipotesi remota, anche perché è escluso che Cupertino permetta a una società partner di anticipare importanti novità hardware in arrivo.

Più probabile invece una maggiore integrazione tra dispositivi Dexcom e Apple Watch, magari sotto forma di una app dedicata sviluppata congiuntamente tra Apple e Dexcom con integrazione in Salute. Ricordiamo che Apple ha registrato diversi brevetti nei quali si fa esplicito riferimento alla misurazione della glicemia: qui uno degli ultimi avvistati.

Apple fa tempo riferimento nei suoi brevetti al diabete e sta lavorando su strumenti per il monitoraggio di questa patologia ma questa è solamente una delle tante funzionalità in serbo per i futuri dispositivi da polso di Cupertino. Ricordiamo che da marzo la funzione di elettrocardiogramma di Apple Watch 4 è disponibile anche in Italia: il video di come utilizzarla in questo articolo di Macitynet.