Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Finanza e Mercato » Apple soffoca AltStore, il primo negozio di app alternativo

Apple soffoca AltStore, il primo negozio di app alternativo

Pubblicità

AltStore è il primo app store alternativo per iOS, disponibile per gli utenti nell’Ue grazie al Digital Markets Act (DMA) dell’Unione europea, entrato in vigore nel novembre 2022 che, tra le altre cose, obbliga aziende come Apple a consentire il sideloading, in altre parole offrire la possibilità di installare software da negozi di app diversi quelli ufficiali (l’App Store nel caso di Apple).

Da iOS 17.4 in poi, sfruttando AltStore è possibile ottenere app senza passare dall’App Store e altre vie traverse ma al momento c’è poco: l’emulatore di console Delta e Clip un gestore di appunti creato dallo stesso sviluppatore di AltStore. Non era ovviamente questo l’obiettivo di Riley Testut (sviluppatore a capo di AltStore): le app attese erano molte di più e la colpa, a quanto pare, è di Apple.

Sono state presentate diverse app ma prima che queste possano essere distribuite devono superare un processo di “notarizzazione” da parte di Apple: questa procedura (una “firma” per stabilire che l’app è affidabile) richiede nella peggiore delle ipotesi qualche ora ma Apple non sembra occuparsene, e sta facendo passare senza giustificazioni giorni e settimane, senza dare l’assenso necessario affinché un’app risulti “notarizzata”, rendendo possibile la distribuzione su marketplace alternativi.

Gli sviluppatori di AltStore non sanno più cosa fare, se non incoraggiare gli utenti a contattare la Commissione europea con la speranza che questa faccia pressione sull’azienda californiana.

AltStore PAL è il primo app store alternativo per gli utenti iPhone dell’Unione Europea

La “notarizzazione” (una autorizzazione), lo ricordiamo è sostanzialmente un servizio di scansione antimalware fornito da Apple. Gli sviluppatori che vogliono distribuire app per iOS/macOS al di fuori di App Store inviano le proprie app perché vengano scansionate come parte del processo di distribuzione.

Apple scansiona tale software per verificare la presenza di malware noto e se non ne trova emette un ticket di autorizzazione. Solitamente gli sviluppatori allegano questo ticket alle proprie app, in modo che il modulo di sicurezza Gatekeeper del sistema operativo (iOS/macOS) possa verificarle e avviarle, anche quando il sistema non è in linea.

Apple può emettere un ticket di revoca per le app notoriamente dannose, anche se sono state precedentemente autorizzate. I sistemi operativi di Apple verificano regolarmente la presenza di nuovi ticket di revoca, in modo che il Gatekeeper abbia a disposizione le informazioni più recenti e possa bloccare l’avvio di tali file (un procedimento che avviene in background).

AltStore PAL è integrato con Patreon, piattaforma che permette ai creator di finanziare i loro contenuti, permettendo dunque agli sviluppatori di monetizzare le app con le offerte dei patron.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

GLi AirPods Pro di 2ª generazione con ricarica USB-C

Per gli Airpods Pro è il minimo storico, solo 219€

Amazon abbassa il prezzo degli Airpods Pro 2 con USB-C, li pagate 219 €, il 21% meno del prezzo Apple e il minimo storico
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità