Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Android World » Big G lavora sull’evoluzione di Assistente Google con AI

Big G lavora sull’evoluzione di Assistente Google con AI

Pubblicità

Google Assistant – l’assistente che permette di cercare informazioni, creare note e liste, effettuare chiamate, pianificare la giornata e altro ancora – si evolverà in un sistema conversazionale basato su Intelligenza artificiale AI, ispirato a Bard e al concorrente ChatGPT.

Big G ha fatto sapere dell’iniziativa internamente, come segnala The Verge. In una comunicazione inviata ai team interni l’azienda ha dichiarato di aver avviato la riprogettazione di Assistant, intendendo rispondere al “forte desiderio espresso dalle persone di una tecnologia di supporto conversazionale che possa migliorare la loro vita quotidiana”.

La futura nuova versione di Assistente Google dovrebbe essere più interattiva, conversare con l’utente in modo più naturale, comprendere richieste più lunghe e complesse di quanto possibile ora.

Il primo obiettivo è ovviamente la versione mobile (quella che è possibile scaricare su telefono, laptop e tablet). Un piccolo team a quanto pare ha già iniziato a esplorare ciò potrebbe offrire Google Assistant tenendo conto degli ultimi modelli linguistici sull’intelligenza artificiale generativa.

Big G lavora su evoluzione di Assistente Google

Dalla mail trapelata sembra che a Mountain View stiano riorganizzando i team di sviluppo interni per accelerare i lavori; nella stessa mail si fa riferimento a una riorganizzazione, un “piccolo numero di licenziamenti” per favorire il cambiamento.

“Rimaniamo profondamente impegnati con Assistant e siamo ottimisti riguardo al suo brillante futuro”, hanno scritto nel messaggio il vicepresidente di Google Peeyush Ranjan e il direttore del prodotto Duke Dukellis.

La corsa all’adozione di tecnologie AI è iniziata con il rilascio di ChatGPT in versione beta per gli utenti verso la fine del 2022, seguita dalla rapida adozione da parte di Microsoft. Il colosso di Windows ha introdotto le funzioni AI di OpenAI e ChatGPT prima nel browser Bing e successivamente nei suoi principali software di produttività Office.

Tutte le notizie che parlano di Intelligenza Artificiale sono disponibili a partire da questa pagina di macitynet

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

GLi AirPods Pro di 2ª generazione con ricarica USB-C

Per gli Airpods Pro è il minimo storico, solo 219€

Amazon abbassa il prezzo degli Airpods Pro 2 con USB-C, li pagate 219 €, il 21% meno del prezzo Apple e il minimo storico
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità