Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » ViaggiareSmart » BYD pronta per i test guida autonoma livello 3 in Cina

BYD pronta per i test guida autonoma livello 3 in Cina

La competizione per sviluppare la tecnologia di guida autonoma di livello 3 si sta intensificando in Cina, con un nuovo gruppo di produttori automobilistici che ha ora ottenuto il permesso di testare i sistemi di guida autonoma sulle autostrade: tra gli ultimi in ordine di tempo si trova il gigante automobilistico cinese BYD, che si è unito a Mercedes e BMW nel ricevere i permessi per testare la tecnologia di livello 3 su strade ad alta velocità.

BYD ha appena annunciato di aver ottenuto i permessi per testare veicoli dotati di sistemi di guida autonoma di livello 3 su strade ad alta velocità a Shenzhen. Il produttore automobilistico ha ottenuto per la prima volta una licenza per farlo in Cina il 21 luglio, come dichiarato in un comunicato sul suo account ufficiale Weibo.

Reuters ha riportato che, all’inizio di questo mese, anche BMW Group ha annunciato di aver ottenuto una licenza di test per la guida autonoma di livello L3 sulle autostrade di Shanghai. Mercedes Benz ha appena annunciato che anche loro prevedono di effettuare test autonomi di livello 3 su autostrade a Pechino.

BYD, le elettriche dalla Cina partono da 42000€ in Italia

Mercedes-Benz, pioniere nella guida autonoma di livello L3, ha recentemente presentato il suo sistema Drive Pilot nei mercati statunitense ed europeo come il primo sistema SEA di livello 3 certificato al mondo e l’unico in grado di essere utilizzato negli Stati Uniti. Il suo Drive Pilot, disponibile solo per la Classe S, è legalmente approvato per i test solo in regioni molto limitate, come Nevada, California e Germania, con l’espansione prevista a breve.

In Cina, l’azienda sta adattando i suoi sistemi  all’infrastruttura stradale e alle condizioni del traffico cinese, dove sta effettuando test su strade chiuse dal 2021. Da allora, il team di ricerca ha apportato continui miglioramenti “adattandosi ai segnali stradali locali e ottimizzando gli algoritmi”, secondo quanto riportato dal China Daily.

IM Motors, il marchio di veicoli elettrici della società di proprietà statale SAIC Motor e del gigante dell’e-commerce Alibaba, ha anche presentato una domanda al governo per l’ingresso dei veicoli di livello L3 sul mercato, affermando che i suoi modelli sono tra i primi ad entrare nel programma pilota L3 del Paese, secondo quanto riportato da Reuters.

La Cina, il più grande mercato automobilistico del mondo, ha anche concesso permessi ai produttori automobilistici Arcfox e Deepal per testare i loro sistemi L3 su strade chiuse nel paese.

Mercedes supera Tesla, prima con guida autonoma livello 3 in USA

Guida autonoma da livello 2 a livello 3

Il passaggio della guida autonoma dal livello 2 al livello 3 rappresenta un enorme miglioramento, con i produttori automobilistici che assumono essenzialmente la responsabilità degli incidenti stradali al posto del conducente, segnando un cambiamento cruciale dalla guida assistita alla guida automatizzata.

Il livello SEA 3, noto come “guida condizionalmente automatizzata”, consente ai conducenti di fare altre cose mentre la tecnologia si occupa della maggior parte degli aspetti della guida, inclusa l’osservazione della strada e il monitoraggio delle situazioni del traffico senza intervento umano. Naturalmente, i conducenti umani dovranno prendere il controllo del volante quando richiesto.

Per tutte le notizie di macitynet che trattano di veicoli elettrici, mobilità smart e guida autonoma rimandiamo alla sezione dedicata ViaggiareSmart del nostro sito.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Airtag già in vendita su Amazon

Airtag resta al minimo da mesi, 24,75€ euro l’uno

Su Amazon l'Airtag singolo va al minimo storico. Solo 24,45 € l'uno se comprate la confezione da 4.

Ultimi articoli

Pubblicità