Google Pixel 2 potrebbe arrivare il 5 ottobre

Si prevede un autunno estremamente caldo in campo smarpthone: dopo Galaxy Note 8 e l’atteso nuovo iPhone 8, il 5 ottobre potrebbero arrivare anche i nuovi Google Pixel 2

Google Pixel sicurezza

Dopo la presentazione di Galaxy Note 8, avvenuta nella giornata di ieri in contemporanea tra New York e Milano, i prossimi pezzi da novanta dovrebbero essere i nuovi iPhone di Apple. Eppure, qualche mese dopo, anche Google dovrebbe lanciare sul mercato il suo top di gamma: il 5 ottobre potrebbe essere rilasciato Google Pixel 2. A fornire le informazioni è il solito Evan Blass, leaker sulla cresta dell’onda da anni, che non sembra sbagliare un colpo. E’ per questo, dunque, che sebbene manchi l’ufficialità, è possibile considerare come particolarmente attendibile la data di rilascio per i nuovi terminali di Google.

Come facilmente intuibile, il dispositivo migliorerà il suo predecessore dell’ottobre scorso con un nuovo processore, lo Snapdragon 836, che Android Central ritiene essere una versione modificata del chip 835 che abbiamo già visto in OnePlus 5 e Mi 6 di Xiaomi.

google pixel 2

C’è attesa per il nuovo smartphone di Google, considerando che l’originale Pixel ha ricevuto elogi dalla critica, soprattutto per un reparto fotografico di prim’ordine. Peccato solo che i terminali, in Italia, non abbiano mai fatto capolino in modo ufficiale. Nessuna informazione sull’estetica dei due dispositivi, anche se qualche render apparso in rete nelle scorse settimane lasciava presagire scelte totalmente diverse rispetto a quelle operate da LG, Samsung e Apple.

Sembra, infatti, che Pixel 2 non si fregerà di un display “infinito”, in grado di occupare tutto l’anteriore con cornici ridotte al minimo. Tuttavia, non è ancora noto il volto del top di gamma Google, che potrebbe comunque sorprendere, per altri aspetti. Accanto al Pixel, il prossimo evento hardware di Google dovrebbe anche dare i natali a un nuovo notebook della linea Chromebook Pixel, magari accanto alla revisione di Google Home, che potrebbe assumere forme più piccole, per dar battaglia agli altoparlanti intelligenti di Amazon, che al momento dominano la scena, in attesa di scoprire la risposta del pubblico a HomePod.