fbpx
Home iOS iPhonia In iPhone 11 la reincarnazione di Touch ID?

In iPhone 11 la reincarnazione di Touch ID?

Da quando iPhone X è stato rilasciato sul mercato, il mondo degli smartphone è totalmente cambiato dal punto di vista estetico. Dapprima in molti hanno emulato Apple con il notch frontale, anche se ultimamente il palcoscenico si evolve verso dispositivi con telecamere a scomparsa, o notch molto più piccoli. Ed allora, anche Apple potrebbe dire addio al notch con il prossimo iPhone 11, che secondo i rapporti sarà completamente diverso.

Seguendo alcuni brevetti e forniture di componenti, Apple riporterà su iPhone un elemento apprezzato. No, non stiamo parlando del jack cuffie, bensì del lettore Touch ID, rimosso a partire da iPhone X.  L’introduzione, o meglio il ritorno, di questo elemento potrebbe avvenire con l’inserimento del sensore sotto display, che attualmente si trova in altri terminali Android, come l’ultimo OnePlus 6T.

Questo inserimento sotto display dovrebbe capeggiare anche sulla prossima linea di Galaxy S10, e dovrebbero essere società come O-film, GIS e TPK a fornire a Samsung la tecnologia a ‘ultrasuoni’ per il lettore sotto display.  Queste aziende forniscono i sensori di impronte a tutti i telefoni Apple che oggi hanno un lettore di impronte digitali e sembrano anche competere per i prossimi prodotti in arrivo.

iPhone 11 sarà totalmente diverso, niente notch ma con un gradito ritorno

Inizialmente si parlerebbe di iPad, e non di iPhone. Questo consentirebbe ad Apple di eliminare il pulsante anche sulla gamma iPad e iPad Mini già dalla prossima primavera. Questi dispositivi non hanno ancora effettuato il passaggio al Face ID, come avvenuto per l’ultima serie di iPad Pro. Questo permetterebbe ad Apple di non usare su dispositivi a basso costo una tecnologia così costosa come Face ID e di sperimentare l’accettazione e le funzioni del lettore sotto lo schermo. L’apparenza del dispositivo “tutto schermo” sarebbe la stessa di un iPhone XS o un iPad Pro, ma la chiave non sarebbe il notch (come in iPhone) o la cornice (come in iPad Pro), ma appunto il lettore sotto lo schermo

Se il sistema funzionasse e si dimostrasse affidabile (oggi dove è stato implementato non lo è del tutto), Apple potrebbe poi spostare la sua attenzione su iPhone e offrire il lettore sotto lo schermo anche sui telefoni previsti per fine 2019 o forse sui modelli del 2020.

Offerte Speciali

BeatX, auricolari wireless parenti di AirPods: solo 71€

BeatsX, gli auricolari parenti di AirPods su Amazon costano solo 79€

I BeatsX, auricolari Bluetooth prodotte da Apple che si ricaricano con il cavo Lightning e condividono lo stesso chip di AirPods, sono in sconto su Amazon: solo 79€
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,437FansMi piace
95,280FollowerSegui