Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Hardware e Periferiche » Altri mal di pancia su Reality Pro, il visore AR Apple rinviato ancora

Altri mal di pancia su Reality Pro, il visore AR Apple rinviato ancora

La presentazione del visore AR/VR di Apple,  è stata posticipata e avverrà a giugno e non ad aprile come in precedenza previsto.

A riferirlo è Mark Gurman di Bloomberg affermando che il lancio del nuovo dispositivo sarebbe stato rimandato di due mesi rispetto a quanto precedentemente previsto e dunque avvenire in concomitanza della Worldwide Developers Conference (annuale conferenza per sviluppatori).

Secondo il redattore di Bloomberg, Apple aveva deciso di annunciare il visore AR/VR ad aprile, nell’ambito di un evento dedicato, ma qualcosa avrebbe impedito di rispettare la tabella di marcia, optando per il rinvio di due mesi. Sempre a detta di Gurman, sarebbero stati individuate non meglio precisate problematiche hardware e software durante le fasi di test, questioni che obbligano Apple ad allungare le prove interne per verificare che determinate esigenze siano soddisfatte.

Per Kuo Apple può lanciare il visore di realtà mista nel 2022

Non è la prima volta che si vocifera di un ritardo per il visore AR/VR rispetto alla tabella di marcia inizialmente prevista, e in precedenza si era vociferato del possibile arrivo del visore già per metà 2022, poi a gennaio 2023, poi ad aprile 2023 e ora a giugno 2023.

Se sarà effettivamente confermato il lancio in occasione della WWDC23, Apple potrebbe anticipare o ritardare altri prodotti previsti in arrivo, come il MacBook Air 15″ o il Mac Pro con CPU Apple Silicon.

Il dispositivo in questione permetterebbe a Apple di offrire una categoria di prodotti del tutto nuova, dopo l’ingresso nel settore smartwatch nel 2015.

Gurman riferisce che Dan Riccio – ex hardware chief di Apple – chiamato a supporto della supervisione della divisione che si occupa di Realtà Mista – è sempre più coinvolto nella nuova impresa.

All’inizio di queast’anno il sito The Information ha indicato un lungo elenco di presunte funzionalità che dovremmo vedere sul visore AR/VR di Apple, inclusa la presenza di una ghiera tipo corona digitale per la transizione tra visualizzazione virtuale e reale, e la presenza di un battery pack montata sulla cintura.

Dalle ultime indiscrezioni sul visore si è appreso che il sistema operativo del dispositivo ora si chiama xrOS e integrerà un app store per software di terze parti.

Secondo analista Ming Chi Kuo il primo visore offrirà una potenza di calcolo paragonabile agli ultimi Mac Apple Silicon, grazie a due chip progettati da Apple, uno per gestire la grafica in alta risoluzione del visore, sembra fino a due schermi 8K, il secondo chip invece dedicato alla gestione dei numerosi sensori e videocamere integrate.

A causa delle componenti ad altissime prestazioni e dei sensori impiegati si tratterà di un dispositivo professionale dal prezzo elevato, si parla di oltre 2.000 dollari.

Tutti gli articoli di macitynet che parlano di Applerealtà aumentata e realtà virtualesono disponibili ai rispettivi collegamenti.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Mac mini M2 Pro in sconto del 21%, risparmiate 330 €

Su Amazon torna in sconto e va al minimo il Mac mini M2 Pro. Ribasso a 1249 €, risparmio da 330 €

Ultimi articoli

Pubblicità