Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Macity - Apple » Mondo iOS » iPhone Accessori » Recensione Osomount 360, il supporto smartphone che non si stacca più

Recensione Osomount 360, il supporto smartphone che non si stacca più

Lo scorso anno abbiamo avuto la possibilità di mettere alla prova Montar Winnegear, un particolare supporto da auto con ventosa che definimmo senza troppe remore il miglior supporto da auto con ventosa mai provato dalla nostra redazione, questo perché a differenza di altre soluzioni simili che usano una comune coppa in gomma, monta una particolarissima ventosa ad elevata resistenza capace di tenere incollato il supporto al parabrezza dell’auto ma anche al cruscotto, offrendo un sistema davvero stabile e sicuro senza mai scollarsi neanche a seguito di continui cambi di temperatura come invece accade spesso all’interno delle automobili.

A quanto pare però, un supporto così affidabile non lo produce soltanto Winnegear. I due Osomount 360 Grip e Osomount 360 Flex che la nostra redazione ha avuto di mettere alla prova nelle scorse settimane utilizzano infatti una ventosa molto simile, offrendo quindi la stessa sicurezza al pari però di un prezzo di vendita inferiore, motivo che ci ha spinto a testarli per scoprire se davvero sono in grado di reggere il confronto con il più blasonato Montar.

Recensione Osomount 360

Osomount 360 Grip e Flex, come sono fatti

Entrambi i supporti sono in plastica lucida rigida di buona qualità, con profilo per così dire “aerodinamico”. Il modello Grip, più semplice, è praticamente identico al Montar di cui abbiamo parlato all’inizio della recensione, mentre il Flex offre maggiori opzioni di configurazione grazie al braccio rotante – bloccabile con una manopola – che si inclina di quasi 180 gradi e che, combinati con l’elevata snodabilità della testa a sfera sulla quale è agganciata la morsa, permette di fissare lo smartphone in auto praticamente in qualsiasi punto, anche il più stretto.

La testa a sfera è presente anche nel modello Grip che consente di ruotare la ganascia in più direzioni, anche se in maniera non del tutto libera. Il blocco avviene comunque ad un punto tale che sia collocando il supporto su un piano semi-verticale, come un parabrezza, che quasi orizzontale, come un cruscotto, è sempre possibile vedere lo schermo in maniera confortevole. La ganascia è inoltre molto solida e ben rifinita. Si apre fino a 9,5 centimetri, sufficienti per accogliere anche il nostro iPhone 6 Plus con tanto di custodia. Il rivestimento della ganascia è in gomma morbida e zigrinata, il che sommato alla forte presa e alla forma leggermente strombata, rende entrambi i supporti in grado di trattenere senza esitazioni un grande numero di dispositivi, grandi e piccoli (è compatibile anche con iPhone 4 che con iPhone 5).

Osomount 360 Grip e Flex, come funzionano

E’ sufficiente rimuovere la sottile carta che protegge la ventosa, aprire il classico sistema meccanico con molla, appoggiare il supporto nel punto desiderato per attaccarlo, quindi chiudere la clip per mandare sottovuoto la ventosa ed incollare tutto l’accessorio al vetro, al parabrezza o dove più si preferisce.

Se l’intenzione è quella di fissarli su una superficie porosa o irregolare, il disco con adesivo 3M (azienda specializzata in nastri adesivi e film plastici) incluso nella confezione potrebbe essere un’ottima soluzione in quanto facilita l’applicazione – a questo punto – su tutte le superfici.

Per quanto riguarda il Grip, la ganascia è regolabile attraverso una testa a sfera, può così essere ruotata per agganciare il dispositivo sia in posizione verticale, sia in orizzontale, in qualche caso più comoda come ad esempio per l’utilizzo di particolari applicazioni con la sola modalità landscape o per le funzioni di navigazione.

Il Flex è invece migliore sotto questo punto di vista perché, come spiegato, ha un ulteriore braccio che aumenta le possibilità di regolazione. Di fatto, oltre a ruotare il dispositivo agganciato alla ganascia, si può avvicinare o allontanare alla base, permettendo così di perfezionare al meglio l’angolazione anche in punti stretti sia sul cruscotto che, ad esempio, su un lato del parabrezza, anche se l’esigenza di questa estrema regolazione varia da automobile ad automobile.

Osomount 360 Grip e Flex, test sul campo

Che si tratti del Grip o del Flex, una volta appiccicati al vetro e assicurati con la leva per il sottovuoto, non ci sarà alcun modo di staccarli. Potrete scuoterli, strattonarli e provare a strapparli, ma è molto più probabile che spezzerete il braccio in plastica o veder sobbalzare il cruscotto piuttosto che riuscire a far cedere la ventosa.

Li abbiamo provati, uno dopo l’altro, ciascuno per una settimana viaggiando per diverse centinaia di chilometri negli spostamenti tra una città e l’altra, senza mai notare il minimo cenno di cedimento. Neanche gli sbalzi di temperatura (passando da un’auto lasciata sotto al sole ad una macchina in corsa con aria condizionata puntata in maniera sconsiderata a 16 gradi) sono riusciti a cambiare la situazione, un bel vantaggio rispetto invece alle soluzioni più semplici dove, le comuni ventose, avrebbero invece fatto rovinosamente cadere il supporto sul cruscotto, tanto più quando ad esso è attaccato un telefono che non è del tutto minimal come peso quale l’iPhone 6 Plus.

Il consiglio che possiamo piuttosto darvi è quello di scegliere per bene la posizione che dovrà mantenere il supporto, specialmente se siete intenzionati ad agganciarlo al vetro. Lasciate quindi la carta protettiva nella ventosa e fatevi un’idea del punto migliore, perché quando arriverà il momento di toglierlo, farete senz’altro fatica. Per noi è stato molto difficile staccarli dalla superficie, specialmente dal vetro: la linguetta, che dovrebbe far passare l’aria nella coppa e contribuire ad allentare la presa, di certo aiuta ma in maniera non così rapida come si potrebbe pensare.

Da segnalare che la ventosa, che ha una presa come detto solidissima, sfrutta una tecnologia leggermente differente da altri prodotti per conseguire l’obbiettivo di tenere in posizione l’accessorio. Diversi concorrenti utilizzano una membrana microporosa, qui abbiamo invece un gel. Quando si stacca il supporto il gel appare corrugato e irregolare in superficie. Per riportarlo alla condizione originale e allo stesso livello in fatto di presa, basta lavare la ventosa sotto l’acqua corrente.

Conclusioni e prezzo al pubblico

Se cercate un supporto per smartphone da auto con ventosa, con Osomount 360, sia che si tratti del modello Grip, sia che decidiate di propendere l’acquisto per il più snodato Flex, cascherete sempre in piedi. La ventosa in gel è sicuramente il punto di forza per entrambi: per quanto riguarda il modello Flex, il supporto offre maggiori regolazioni, una caratteristica senz’altro utile per chi pensa di aver bisogno di cambiare posizione e orientamento del dispositivo agganciato molto spesso. Se interessati lo trovate in vendita su Amazon a 19,99 euro.

Se invece siete tra quelli che si accontentano di fissare il supporto al parabrezza o al cruscotto mantenendo principalmente la stessa posizione, magari variando soltanto l’inclinazione o l’orientamento del dispositivo (verticale o orizzontale), potrete risparmiare qualche soldo e buttarvi tranquillamente sul Grip, in vendita al prezzo di 16,99 euro.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Sconto pazzesco del 22% per iPhone 14 da 256 GB, solo 899€

iPhone 14 128 GB scontato di 220 euro su Amazon

Su Amazon torna in sconto e va vicino al minimo di sempre l'iPhone 14 nel taglio da 128 GB. Lo pagate 679 € invece che 870 € in quasi tutti i colori

Ultimi articoli

Pubblicità